Atp Montreal, Wta Toronto: i match più interessanti della giornata

Atp Montreal, Wta Toronto: i match più interessanti della giornata

Abbiamo selezionato i sei match più intriganti e potenzialmente spettacolari di questa giornata canadese, tre per Montreal e tre per Toronto.

Atp Montreal

David Ferrer (ESP) vs Roger Federer (SUI) ore 20:30

roger-federer-jpg-wp

La prima partita sotto la lente di ingrandimento è, per forza di cose, quella che vedrà protagonista l’uomo più in forma del momento, lo svizzero, testa di serie n. 2, Roger Federer. Dopo l’esordio più che positivo contro il canadese Peter Polanski, regolato in poco meno di un’ora, quest’oggi il campione di Basilea troverà sul suo cammino un ostacolo ben più insidioso, lo spagnolo David Ferrer, che, dopo l’inaspettata vittoria sulla terra di Bastad, sembra aver finalmente ritrovato la condizione migliore e le certezze di un tempo. Il valenciano, infatti, proprio ieri ha dimostrato di essere in grande forma, riuscendo a sconfiggere un giocatore decisamente insidioso sul veloce quale è lo statunitense Jack Sock; con una prestazione di grande solidità Ferrer è riuscito a spuntarla dopo ben due ore e venti minuti di gioco, dimostrando un’ottima tenuta fisica e mentale.
Ovviamente Federer parte con tutti i favori del pronostico; sta giocando un tennis divino, sempre più improntato alla verticalità e all’aggressività sin dalla risposta al servizio dell’avversario. Proprio per questo motivo è lecito prevedere che sarà proprio il servizio l’ago della bilancia, se Ferrer riuscirà a tenere alta la percentuale di prime palle e a moderare considerevolmente gli errori, potrebbe avere qualche chance in più. In caso contrario a prevalere sarà inevitabilmente Federer, forte di un tennis più vario ed efficace.

Alexander Zverev (GER) vs Nick Kyrgios (AUS) ore 00:30

zverev-montreal-2017-preview

Il secondo match più interessante della giornata è quello che, a detta dello stesso giocatore tedesco, potrebbe diventare il grande classico del tennis del futuro, Zverev vs Kyrgios. Entrambi i tennisti arrivano a questa partita dopo due buone prestazioni; Sascha, tuttavia, ha dovuto sudare parecchio contro il talentuoso francese Richard Gasquet e si è trovato più di una volta ad un passo dal baratro, ma è riuscito a superare queste difficoltà con grande personalità, annullando uno dei tre match point in favore del suo avversario dopo uno scambio di addirittura 49 colpi, sicuramente il momento di maggior pathos dell’incontro. Ben più agevole l’esordio di Kyrgios che ha facilmente avuto al meglio sul nostro Paolo Lorenzi, impotente di fronte alla potenza e alla varietà di soluzioni dell’australiano.
Nonostante gli head to head riportino un secco 4-0 a favore di Kyrgios, mai come ora questa partita appare così equilibrata; già nel loro ultimo incontro a Miami, in effetti, la differenza tra i due era sembrata minima, tanto è vero che la partita si era decisa sul filo del rasoio solo al terzo set. Difficile fare un pronostico visto che, da una parte, Zverev è reduce da una maratona che potrebbe aver lasciato il segno e, dall’altra, Kyrgios è sempre in balia del suo umore ondivago. Probabilmente il tennista tedesco è leggermente avanti, considerati anche gli ottimi recenti risultati, ma la sensazione è che tutto si deciderà in tre/quattro punti chiave.
Comunque andrà sarà un magnifico viaggio nel tennis del futuro.

Rafael Nadal (ESP) vs Denis Shapovalov (CAN) ore 01:50 ca.

ديوكوفيتش ونادال إلى ربع نهائي مونتريال

La terza partita da tenere d’occhio è uno scontro inedito; quello di oggi sarà, infatti, il primo incontro tra la testa di serie numero uno, Rafael Nadal e la grande rivelazione del torneo, il giovanissimo canadese Denis Shapovalov. Il campione iberico arriva a questo match dopo l’esordio in scioltezza contro Borna Coric, liquidato in poco più di un’ora con il punteggio di 6-1 6-2, stimolato fortemente dalla caccia del primato in classifica che, in virtù dell’assenza di Murray, dista solo tre vittorie. Proverà a fermare questa marcia trionfale proprio Shapovalov, che, dopo la vittoria sofferta al primo turno contro Dutra Silva e la prestazione di maturità contro un Del Potro non proprio al 100%, non pone limiti alla sua ambizione, spinto anche dal pubblico canadese che lo inciterà con grande passione fino alla fine.
Nonostante questo, Nadal parte di gran lunga favorito; il giovane canadese, infatti, appare ancora un po’ troppo acerbo e incostante, a fronte di un Nadal che non è solito concedere regali ai suoi avversari.

Wta Toronto

Agnieszka Radwanska (POL) vs Caroline Wozniacki (DAN) ore 18.15

caroline-wozniacki-wimbledon-tennis-championships-2014-1st-round_1

Il match più intrigante in programma a Toronto è senza ombra di dubbio l’ottavo di finale che vedrà fronteggiarsi per la quindicesima volta in carriera la polacca Radwanska, n.10 del ranking, e la danese Wozniacki, n.6. La giocatrice di Cracovia, al rientro dopo la sconfitta agli ottavi di Wimbledon, nei due turni precedenti è apparsa piuttosto brillante e centrata, non concedendo nulla alle sue avversarie, la statunitense Coco Wandeweghe (6-3 6-2) e l’ungherese Timea Babos (6-0 6-1). Da parte sua Wozniacki non è stata da meno, dopo il bye al primo turno ha, infatti, regolato Ekaterina Alexandrova, n.88 del ranking, con un netto 6-3 6-0. La danese è arrivata all’appuntamento con il cemento canadese forte di ottimi risultati, ma senza alcun titolo in tasca; delle cinque finali raggiunte dall’inizio della stagione, infatti, Wozniacki non è riuscita a vincerne nemmeno una, accumulando una serie di delusioni cocenti. Proprio per questo sarà particolarmente motivata nell’affrontare la seconda parte dell’anno, a partire proprio da questa Coupe Rogers, titolo già vinto nell’ormai lontano 2010.
In virtù del suo ottimo stato di forma e per il vantaggio di 9-5 negli scontri diretti la favorita del match odierno sembra proprio essere la giocatrice di Copenaghen.

Angelique Kerber (GER) vs Sloane Stephens (USA) ore 23:00

Stephens serves to Radwanska at the Rogers Cup tennis tournament in Toronto

Un’altra partita degna di grande attenzione è quella tra la tedesca Kerber e la giovane statunitense Stephens. La prima arriva a Toronto dopo una serie di risultati non proprio esaltanti che le hanno fatto perdere lo scettro di numero uno del mondo, prontamente raccolto da Karolina Pliskova, la seconda, invece, è tornata a calcare palcoscenici importanti dopo un lungo stop obbligato a causa di alcuni guai fisici e lo ha fatto nel migliore dei modi, battendo al primo turno la kazaka Yulia Putintseva e, soprattutto, al secondo la testa di serie n.14 Petra Kvitova. La statunitense ha dovuto lottare in entrambi i match, ma ha dimostrato grande carattere nel riuscire a rimanere sempre in partita e a spuntarla al fotofinish. Proprio questa forza mentale potrebbe aiutarla a mettere in crisi Kerber che, se dalla sua ha sicuramente più esperienza e variazioni di gioco, tuttavia non può contare sulla grinta e sulla potenza dell’avversaria. Stephens, tra l’altro, è avanti negli scontri diretti e, se dimostrerà di aver recuperato del tutto dagli infortuni, potrebbe rappresentare più di un’insidia per la giocatrice tedesca. Occhio alle sorprese.

Elina Svitolina (UKR) vs Venus Williams (USA) ore 01:00

9aa63cb9-9407-4323-8fc5-a84c207b7bc0

Il terzo match femminile più interessante è sicuramente quello tra la maggiore delle sorelle Williams e la giovane ucraina Elina Svitolina, n.5 del ranking WTA. Entrambe le tenniste vengono da una prima parte di stagione esaltante, Venus a 37 anni è riuscita a raggiungere la finale sia agli Australian Open sia a Wimbledon, perdendo rispettivamente da Serena e da Garbine Muguruza, Svitolina, invece, in questo 2017 ha già alzato ben quattro trofei: Taiwan, Dubai, Istanbul e, il più importante, il titolo degli Internazionali di Roma, battendo una specialista della terra battuta come Simona Halep. La partita appare, quindi, estremamente equilibrata; l’unico precedente è stato vinto dall’americana, ma risale al 2015 e tante cose sono cambiate da allora. L’unica cosa certa è che sarà un match molto frizzante, entrambe le giocatrici, infatti, danno il meglio in fase offensiva e non disdegnano le verticalizzazioni e le discese a rete.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy