Atp Stoccarda: Haas elimina Federer

Atp Stoccarda: Haas elimina Federer

Il tennista svizzero, al suo esordio stagionale in una competizione sull’erba, ha deluso le aspettative. Dopo un avvio di gara che aveva fatto ben sperare, ha man mano diminuito l’intensità del suo gioco, fino a concedere la partita al suo avversario

20 commenti

Head to head –  I due giocatori si sono incontrati in 16 occasioni nell’ambito del circuito professionistico. Il tennista di Basilea si è imposto per 14 volte, mentre il suo avversario è riuscito a prevalere solo in due circostanze.

Il primo set – Federer ha iniziato il confronto nel migliore dei modi, mettendo sotto pressione il proprio avversario, attraverso l’esecuzione di una serie di risposte insidiose al suo servizio. In questa maniera ha conquistato un break in apertura di set. Nel corso dei propri turni di battuta, lo svizzero ha giocato spesso di “serve and volley”, chiudendo efficacemente a rete numerose azioni d’attacco. Di contro, il tedesco nulla ha potuto se non difendersi ed aggrapparsi alle prime di servizio. Al quinto game, è stato costretto nuovamente a cedere la battuta, consentendo a Federer di aggiudicarsi il parziale nel game successivo per 6-2.

Roger Federer
Roger Federer

Il secondo set –Il secondo parziale si è svolto in maniera più equilibrata rispetto al precedente. Federer si è dimostrato meno aggressivo, soprattutto in occasione delle risposte al servizio dell’avversario, cercando la soluzione vincente all’interno degli scambi. Nel merito del punteggio, al terzo game, lo svizzero ha conquistato un break. Ma nel gioco successivo, Haas è riuscito prontamente a riprenderlo, guadagnandosi un contro break. I due giocatori sono giunti appaiati sino alla conclusione del set. Così il parziale si è deciso al tie break. Il tennista tedesco ha realizzato numerosi punti direttamente con il servizio, mentre Federer ha commesso qualche errore non forzato di troppo. Alla fine, Haas ha approfittato di questa situazione ed è stato in grado di imporsi per 10-8, pareggiando il conto dei parziali.

Il terzo set – Lo svizzero ha continuato a giocare in modo poco convinto, non cercando soluzioni immediate ma prolungando gli scambi più del necessario. Al quinto game, ha ceduto un break fondamentale, che Haas ha custodito fino alla conclusione del set, aggiudicandosi così la partita con il punteggio complessivo di 2-6 7-6(10-8) 6-4.

Gli highlights della gara:

I risultati della giornata:

Misha Zverev (tds6) si è aggiudicato piuttosto agevolmente il passaggio ai quarti di finale, superando il suo connazionale Yannik Hanfmann, per 7-6(1) 6-1. Il suo prossimo avversario sarà Tommy Haas. Mentre Steve Johnson, testa di serie numero 5 del torneo, è stato eliminato dal tedesco Philip Kohlschreiber. L’americano, dopo aver perso il primo set al tie break, è riuscito a recuperare un set ma poi si è dovuto arrendere nuovamente al tie break del terzo parziale. Il punteggio definitivo è stato: 7-6(3) 5-7 7-6(8-6). In conclusione, Lucas Pouille (tds4) ha superato Jan-Lennard Struff  per 4-6 7-6(5) 7-6(10-8).

20 commenti

20 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Anna Dell'arte - 4 mesi fa

    Nessuno e’ una macchina, le giornate storte per uno e super per L altro capitano sempre nel tennis. Per questo c e’ un sistema di punti annuale e non conta la singola partita. Il rendimento e’ annuale. E federer quest’ anno ha vinto 3 tornei maggiori e Haas solo questa partita…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toto D'ambrosio - 4 mesi fa

    Non tanto ama questi tornei quindi ha voluto secondo me perdere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Camolli Marco - 4 mesi fa

    Il tennis……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Alessandra Bragion - 4 mesi fa

    Peccato ! il primo set andato bene … poi sempre più errori , sempre più lento negli spostamenti e tirava in bocca ad Haas che invece angolava di continuo ! Onore al merito di Haas che ha giocato bene e con costanza ! E lo dico da tifosa di Roger !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Andrea Centoni - 4 mesi fa

    Non vige nessun obbligo di giocare.. se ci si sente vecchi si sta a casa. Non ci sono obblighi.. quindi se si accetta e si gioca non ci si può giustificare con l’età… proprio perché non c’è nessun obbligo.. pertanto se si perde.. si torna a casa e si fa silenzio.. questo dicono i regolamenti. Non opinabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Scatena - 4 mesi fa

      Infatti gli unici che discorono – a bischero peraltro – sono gli anti roger.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Andrea Centoni - 4 mesi fa

      Non esistono gli anti Roger. Chi ama il tennis non può essere Anti Roger. Fanno piuttosto ridere le persone poco oggettive che esaltano all’accesso ed alle volte poco oggettivamente, anche i momenti negativi. Perché 5 anni senza vittorie ci sono state e sono tantissimi. Le sconfitte anche. Basterebbe essere meno genufelssi verso una esaltazione che alle volte rende meno oggettivi. Tutto qui

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Paolo Scatena - 4 mesi fa

      Ehi…bona

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Andrea Centoni - 4 mesi fa

      E cmq dimenticavo. Forza Nole e forza Rafa… la cioccolata fa caare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paolo Scatena - 4 mesi fa

    Nel tanto ci sta anche il poco. Basti pensare alle cenciate di nole dell’ultimo anno…o a quelle di murray…capita, sopratutto a 36anni e 18 slam..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Andrea Centoni - 4 mesi fa

    Nuova teoria. Se vince è un “re” ma se perde non conta perché era solo una prova… troppo facile. Se perde, perde. Semplice.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Contento per Haas che dimostra che se hai dedizione e voglia di lottare l’età non conta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Massimo Zambelli - 4 mesi fa

    Personalmente penso che ha Roger non gliene freghi niente di aver perso questi tornei li usa solo per vedere a che punto di preparazione sia in vista di Wimbledon, ciò nonostante il onere a Haas che rimane un grandissimo giocatore, peccato per gli infortuni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Camilla Conocchia - 4 mesi fa

      E direi che con la preparazione non ci siamo se perde al primo turno, o è normale?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Massimo Zambelli - 4 mesi fa

      Camilla Conocchia penso possa essere normale è fermo da tempo ed era il primo match su erba, anche a Dubai non mi era sembrato al 100% poi abbiamo visto com’è andata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Alberto Lazzari - 4 mesi fa

    Vorrei farne io di figuracce come lui ……
    Che bambi che ci sono in giro!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Haas ha meritato di vincere, Federer è apparso, a mio avviso, lento negli spostamenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Rafa Mbt - 4 mesi fa

    Ah ah figuraccia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Emilia Nasta - 4 mesi fa

    Nooooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Carmine Ferrara - 4 mesi fa

    Dopo lo stop, Roger ha la necessità di togliere un po’ di ruggine dagli ingranaggi del suo gioco. Cmq Haas ha giocato bene e meritato di vincere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy