Che impatto avrà su Federer la sconfitta a Montecarlo?

Che impatto avrà su Federer la sconfitta a Montecarlo?

Un altro anno, un’altra sconfitta a Montecarlo per Roger Federer. Lo svizzero era giù di corda durante il suo match di terzo turno perso contro Gael Monfils, non riuscendo a trovare la consistenza con i suoi colpi da fondo e non  giocando al meglio i punti importanti. Doppi falli, dritti e rovesci sbagliati hanno afflitto Federer durante una delle sue peggiori prestazioni nella memoria recente.Il 7 volte vincitore di Wimbledon non è mai parso a proprio agio, e ha sprecato un vantaggio di 5-3 nel tie-break del secondo set, uscendo prematuramente dal torneo per la prima volta dal 2002.

Federer sconfitta Montecarlo

Quindi, che impatto avrà questo risultato su Federer? Fallendo nel difendere la finale dello scorso anno, lo svizzero perderà 510 punti in classifica. Nonostante  non rischi di perdere il secondo posto, la sconfitta contro Monfils gli lascia poco margine di errore prima del Roland Garros. Ma lasciamo la classifica a parte. La performance a Montecarlo di Federer è il tipo di partenza sulla terra che voleva disperatamente evitare.

Certo, Federer ha vinto il Fench Open nel 2009 e ha disputato altre quattro finali. Ha realizzato risultati costanti su terra durante la carriera, ma solo 10 dei suoi 84 titoli sono arrivati su questa superficie. E’ innegabilmente la sua superficie peggiore. Perché la terra permette di usare di più il top spin rispetto a terra e erba, e produce un rimbalzo più alto. Quindi il ritmo di gioco rallenta, e i giocatori hanno più tempo per raggiungere e preparare i colpi.

Queste caratteristiche annullano il gioco aggressivo di Federer. E’ più difficile per lui realizzare vincenti o ace, dando la possibilità ai suoi avversari di attacarlo sul suo rovescio a una mano. E questo colpo è particolarmente vulnerabile a colpi con molto spin. Ciò ha permesso a Nadal di avere un record di 13-2 contro l’elvetico sulla terra rossa. E in più, causa l’età diventa sempre più difficile per Federer avere la meglio negli scambi da fondo campo.

federer sconfitta monte carlo

Quando il campione elvetico ha deciso di saltare Miami, lo scorso mese, per preparare al meglio la stagione sulla terra, non poteva immaginare che sarebbe uscito da Montecarlo così presto. Adesso ha la pressione di dover realizzare risultati migliori, o rischierà di arrivare al prossimo Slam con poca fiducia. Una chance per farlo sarà il torneo di Istanbul. Nessun top 10 oltre a lui prenederà parte all’evento, e Roger sarà dunque il principale favorito per il trionfo.

Un buon risultato in Turchia darebbe lo slancio necessario per il Madrid Open, torneo saltato da Federer nel 2014 per la nascita dei suoi gemelli. A la Caja Magica, ha vinto due titoli (2009,2012), e i campi più rapidi si adattano al suo gioco. Senza punti da difendere, avrà ulteriori incentivi per arrivare in fondo. E avrà bisogno di una grande settimana a Madrid. Nonostante la programmazione di Roger preveda il torneo di Roma, negli ultimi giorni lo svizzero ha lasciato intendere che potrebbe saltare l’evento per allenarsi e riposarsi.

Se Federer saltasse Roma, avrà più tempo prima di recarsi a Parigi. Questa pausa potrebbe essere una benedizione o una maledizione, a seconda dei suoi risultati a Istanbul e Madrid. Non può permettersi di arrivare al Roland Garros senza preparazione sulla terra.

federer madrid 2012

Ma non bisogna andare nel panico per una partita persa. Una delle sue qualità più grandi è quella di sapersi scrollare di dosso le sconfitte. Federer capisce l’importanza della prospettiva, e parlando alla stampa ha affermato: “E’stata una buona settimana per me. Ho avuto l’occasione per allenarmi e giocare un paio di match. Adesso devo cercare di pensare positivo”.

Essere ottimisti e fiduciosi è cruciale. Roger può ancora avere una stagione su terra positiva se volta pagina e resta concentrato prima del French Open. Deve continuare a lavorare duramente, poiché attualmente la sua preparazione non è sufficiente per la terra battuta. Battere Nadal o Djokovic a Parigi potrebbe essere un compito troppo difficile per Federer.Ma ottenere buoni risultati nei prossimi due mesi potrebbe permettergli di raggiungere l’obiettivo a cui ambisce di più: Wimbledon.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy