Hopman Cup, Federer e Bencic battono 3 a 0 la Gran Bretagna. Francia supera Germania

Hopman Cup, Federer e Bencic battono 3 a 0 la Gran Bretagna. Francia supera Germania

Il ritorno di Federer coincide con un trionfo: dopo la facile vittoria su Evans, Belinda Bencic batte Heather Watson in tre set. Nel doppio misto gli svizzeri dominano con il punteggio di 4-0 4-1. Appuntamento a mercoledì contro la Germania di Zverev e Petkovic.

Il ritorno di Roger Federer in campo a Perth, dopo oltre sei mesi di inattività, è stato un autentico trionfo. Nel giro di poche ore il campione di Basilea, accolto da un enorme applauso durante il suo ingresso in campo, ha convinto il foltissimo pubblico italiano battendo con il punteggio di 6-4 6-3 il britannico Daniel Evans, grazie a una performance formidabile e piena di colpi spettacolari. Poco dopo anche la sua giovane connazionale, la 19enne Belinda Bencic (n. 43 del mondo, anche lei tornata dopo uno stop per infortunio) ha battuto, seppure con fatica, l’inglese Heather Watson (n. 75). La Svizzera ha chiuso il giro di vittorie nel primo pomeriggio con il doppio misto: Roger e Belinda hanno strapazzato gli avversari, sconfitti già in singolare, con il severissimo punteggio di 4-0 4-1 (ricordiamo che nel doppio misto nella formula della Hopman Cup vince il set chi arriva a quattro, c’è il killer point e non esiste il let).

«CON BELINDA HO UN GRAN FEELING» – La vera notizia è che è stata Belinda Bencic la protagonista del doppio misto, riscattando la prestazione un po’ alternante di poco prima contro la Watson. La giovane di Flawil all’inizio è sembrata visibilmente emozionata nel trovarsi a fianco del suo idolo sin da quando era bambina. Ben presto però Belinda ha messo da parte la paura e ha giocato al massimo e per questo è stata più volte applaudita dall’illustre compagno, con il quale ha fatto una divertente ola in panchina. «Direi che ci siamo trovati molto bene insieme! – ha dichiarato raggiante a fine partita – Sono molto contenta, siamo stati molto rapidi a vincere ed è andato tutto bene. Giocare con Roger è stato emozionante, ma lui ha fatto di tutto per tranquillizzarmi e non farmi scendere in campo nervosa».  I due hanno poi scherzato tra di loro e con l’intervistatore, parlando delle doti di «ballerino» di Federer, rivelando la loro grande complicità. È arrivato poi il turno di Roger Federer: «Sono soddisfatto oggi – ha detto – non potevo fare meglio, ho giocato davvero bene. Con Belinda mi diverto molto. Capisco la sua emozione, anche io quindici anni fa quando ero qui era tutto nuovo per me ed ero entusiasta e molto ansioso». Roger poi ha confessato che le sue bimbe non lo hanno potuto vedere in doppio misto, perché era troppo tardi ed erano già andate a letto.

IL MATCH – Poco da dire sull’incontro di doppio, durato appena 28 minuti (solo 11 il primo set). Sostenuti dalla quasi totalità degli spettatori, Federer e Bencic hanno dominato i poveri avversari. La svizzera gioca con sicurezza, è sciolta nei movimenti ed efficace: è suo il passante vincente che garantisce al team elvetico il primo break dell’incontro, che mette a segno rispondendo benissimo a un servizio di Evans e chiudendo con un lob vincente. Bencic poi chiude il servizio a 15 grazie a prime vincenti e una bellissima risposta in diagonale, che permette a Roger di chiudere con una facile volèe. Watson e Evans si scambiano sorrisetti imbarazzati, continuando a giocare visibilmente contratti e intimoriti. I colpi della 24enne britannica sono prevedibili e facilmente aggredibili dagli avversari; appena prova a spingere di più tira quasi sempre largo. Il primo set finisce presto, grazie a un ennesimo dritto fulminante di Bencic che sancisce il 4 a 0. Nel secondo set i britannici riescono ad aggiudicarsi il primo e unico game della partita, grazie a un ace liberatorio di Evans, che poi raggiunge Watson per farsi una bella risata di sollievo, come per dire: «Almeno un punticino lo abbiamo fatto». Gli svizzeri proseguono infatti la mattanza e pochi minuti dopo sono già ad abbracciarsi e festeggiare la loro vittoria.

ORA LA GERMANIA – Il duo svizzero ora ha tempo di riposare un giorno e recuperare le forze in vista della sfida di mercoledì contro Andrea Petkovic e Alexander Zverev, battuti oggi per 2 a 1 dai francesi Kristina Mladenovic e Richard Gasquet. “Kiki” Mladenovic si è arresa in due set alla Petkovic, ma Gasquet ha riportato il punteggio in parità. I francesi, doppisti più esperti, hanno conquistato con facilità il doppio misto per 4-2 4-1, passando così il turno. La prossima sfida tra Federer e un giocatore di talento come Zverev sarà un duro banco di prova che ci permetterà di verificare l’effettiva competitività dello svizzero contro i top-player.

Hopman Cup (Perth, Australia) – Round Robin, secondo giorno:

Day: France d Germany 2-1
Andrea  Petkovic (GER) d Kristina Mladenovic (FRA) 6-2 6-1
Richard Gasquet (FRA) d Alexander Zverev (GER) 7-5 6-3
Mladenovic / Gasquet (FRA) d Petkovic / Zverev (GER)  4-2 4-1

Night: Switzerland d Great Britain 2-0
Roger Federer (SUI) d Dans Evans (GBR) 6-3 6-4
Belinda Bencic (SUI) d Heather Watson (GBR) 7-5 3-6 6-2
Federer / Bencic (SUI) d Evans / Watson (GBR) 4-0 4-1

 

Schermata 2017-01-02 alle 15.23.54

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy