La Spagna si scopre debole, non c’è più interesse per il tennis

La Spagna si scopre debole, non c’è più interesse per il tennis

Sembra passato un secolo da quando Rafael Nadal dominava e la Spagna vinceva la Davis, ma in realtà non è così. Eppure, nella penisola iberica, sembra che, al di fuori di Rafa, il tennis non esiste. E per il futuro, questo può essere un problema.

Rafael Nadal è stato eliminato al primo turno dell’Australian Open dal connazionale Fernando Verdasco. Questo è un fatto accaduto ormai quattro giorni fa, il quale unito al caso scommesse denunciato dalla BBC ha fatto si che il tennis in questi giorni occupasse le prime pagine nei siti web e nei quotidiani sportivi un po’ di tutto il mondo.

Lasciando da parte quelli che di tennis parlano solo quando si verificano casi come quello appunto relativo alle scommesse, l’interessante è come in Spagna l’attenzione dei media prima dell’Australian Open fosse del tutto incentrata su Rafael Nadal, la cui condizione lasciava trapelare ottimismo in vista dell’imminente Slam australiano. Nei notiziari, infatti, si è sempre parlato solo di lui, un po’ di Muguruza, ma del resto assolutamente niente. Come se non ci fossero. Il programma sportivo più famoso di Spagna, il notiziario di Cuatro, conosciuto anche come ‘Los Manolos’, ha presentato il sorteggio dell’Australian Open, al grido “Roger Federer dalla parte di Djokovic, per Nadal è praticamente via libera per la finale in Australia“. Incredibile.

rafa-nadal-melbourne

Quando si parla dall’ignoranza quello che succede, succede perché la maggior parte dei giornalisti appartenenti a questo tipo di periodici o di televisioni, parlano soprattutto di calcio e pochissimo degli altri sport. Storici i commenti di Manolo Lama (giornalista di Cuatro), che in passato ha affermato come Garbine Muguruza fosse numero 3 ATP o l’appunto, forse scherzoso, riferito a Pablo Carreno Busta, che, eufemismo di quanto in realtà detto, avrebbe dovuto fare un pensiero a Garbine, ma non certamente in termini di sport. Un autentica vergogna.

Così facendo, quando Nadal ha perso al primo turno, il tennis è tornato di nuovo sulla bocca dei media sportivi spagnoli, che hanno parlato della sua sconfitta. I notiziari hanno aperto le loro sezioni sportive parlando della precoce eliminazione del maiorchino e “Los Manolos” ha presentato un video di un minuto e mezzo chiedendosi cosa ci fosse di “sbagliato” in Rafa e se ci troveremo mai più di fronte ad una grande vittoria di Nadal. Dalle stelle alle stalle, dall’aver via libera per la finale al non tornar mai più quello di una volta. Questo è il livello.

Una volta passata la tempesta della sconfitta di Rafa, il tennis è sparito dalla maggior parte della stampa nazionale. Per trovare notizie dell’Open d’Australia bisogna cercare sui siti web dei media tradizionali e sembra che non sia così importante che Ferrer, Feliciano Lopez, Bautista, Suarez o Muguruza abbiano superato il terzo turno in uno Slam, complicato come è da raggiungere. E nelle notizie dello sport in televisione passano di sfuggita i risultati e poco altro. Andiamo, sembra che con la sconfitta di Rafa si sia voltato pagina, come se il tennis non ci fosse più.

AP1_19_2016_000150B

Questo rende ogni appassionato di tennis molto triste. Peccato, perchè così facendo è molto più difficile che i ragazzi in Spagna si appassionino e diventino amanti di questo sport. Peccato, perché sembra che per dare attenzione sufficiente al tennis non basti avere un giocatore tra i primi 20 nel mondo o negli ultimi 32 di uno Slam. Peccato perché di tennis in Tv si parla solo quando ci sono problemi.

Beh, poi almeno per ora di tennis ogni tanto se ne parlerà, fino a quando Nadal resterà in campo. Ma il giorno in cui si ritirerà, il futuro non sembra roseo. Sembra che in Spagna non siano più interessati al tennis e questo, tifosi o non tifosi che si sia, non può che dispiacere.

Tratto da: puntodebreak.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy