Roger Federer pronto per l’erba: oggi lo scontro generazionale con Taylor Fritz

Roger Federer pronto per l’erba: oggi lo scontro generazionale con Taylor Fritz

Dopo avere saltato, per la prima volta in carriera, un torneo del grande Slam, Roger Federer è tornato sull’erba di Stoccarda e oggi esordisce con il 18enne americano Taylor Fritz. “Vincere qui sarebbe bellissimo”.

Commenta per primo!

Dopo il forfait a Roland Garros e la prematura uscita dagli internazionali di Roma Roger Federer dovrebbe tornare a giocare una partita ufficiale. Sono tre settimane ormai che il campione svizzero si allena indoor nella sua Basilea. Il maltempo che ha martoriato l’Europa non ha concesso a Roger più di due allenamenti all’aperto. Sul campo in erba , nelle valli svizzere, dove solitamente Federer si allena in questo periodo dell’anno.

RE DI WIMBLEDON. Tra qualche ora Federer scenderà in campo per affrontare sull’erba di Stoccarda l’americano Taylor Fritz. Una sfida che se vogliamo potrebbe avere un gusto un po’ romantico, una battaglia tra il “vecchio” e il nuovo, un affascinante scontro fra generazioni – la leggenda navigata e il possibile futuro campione. Federer, 34 anni, rientra in campo dopo una serie di problemi fisici; il giovane americano è considerato da alcuni l’erede di Pete Sampras, idolo dello svizzero e , se così possiamo dire colui che diede il lasciapassare per l’olimpo del tennis al giovane tennista di Basilea durante una epica partita sull’erbetta di Wimbledon vinta, proprio, da un Federer in rampa di lancio.

L’erba di Stoccarda non sarà la stessa di quella di Londra, ma Federer ha deciso di sfruttare questa edizione inaugurale del torneo tedesco per aggiungere un evento alla sua programmazione sulla sua superficie preferita in vista dello Slam londinese, dove ha vinto 7 volte. “Mi ha fatto molto piacere potere giocare un altro torneo su questa superficie.” Stoccarda, infatti, si va ad aggiungere al tradizionale appuntamento con Halle, suo tradizionale warm-up prima di Church Road. Ed è proprio l’ottava storica vittoria che Federer inseguirà sotto gli occhi dei sudditi di sua maestà la regina Elisabetta.

“VINCERE SAREBBE BELLISSIMO” – Federer è ancora a secco di successi nel 2016 e non nasconde l’emozione che potrebbe provare vincendo proprio a Stoccarda. “Sarebbe, già, una buona settimana se riuscissi a scendere in campo e giocare. Sarebbe una grande settimana se arrivassi in finale. Sarebbe un sogno potere vincere il torneo”. Confessa un sempre umile e simpatico Federer. “Vediamo come procede il torneo. Parlare ora di vittoria sarebbe davvero prematuro”.

UNA STAGIONE TORMENTATA –  “Ora, per me è importante riprendermi dall’infortunio. E’ questa l’unica cosa che conta davvero per me. E’ stato un anno davvero difficile per me, senza volere esagerare.”, ha dichiarato Federer lunedì . “Adesso mi sento veramente bene. Ho potuto giocare un solo torneo in ottima forma quest’anno: gli Australian Open”. Dopo quella semifinale giocata a Melbourne, Federer, infatti, ha subito un intervento in artroscopia (il primo della sua carriera) e non ha ancora trovato il suo stato ideale di forma. Per Problemi alla schiena lo svizzero ha dovuto saltare il Roland Garros. E’ la prima volta che Federer non gioca una prova del grande slam. “Dopo tutti questi anni ci può anche stare avere saltato una prova dello Slam“, continua Federer che dal 1999 ha giocato 65 prove Major. “Credo ancora, che non giocare i Roland Garros sia stata la decisione più giusta per non subire ulteriori ricadute”.

Novak Djokovic e Roger Federer si sono incontrati volte nella finale di Wimbledon

I COMPLIMENTI A NOVAK – Questa settimana, Novak Djokovic, ha compiuto un’impresa che lo colloca nella storia. Come, già, in passato Nadal e lo stesso Federer avevano realizzato, il campione serbo, ha compiuto il Career grande slam. Ossia, ha vinto tutte quattro i tornei del grande slam anche se non nella stessa stagione. Djokoivc, tuttavia, a differenza dei suoi due colleghi, può ancora compiere il leggendario grande slam: avendo già i vintoi primi due slam della stagione ed avendo quindi, ancora, da giocarsi gli altri due.  Federer si dice stupefatto dell’impresa del serbo. “E’ stato meraviglioso il modo in cui ha raggiunto questa vittoria”. Esempio di sportività, lo svizzero, oggi numero 3 del ranking, non lesina critiche per l’attuale dominatore del circuito. “Ha giocato davvero un super-tennis, una classe eccelsa”.opo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy