Sara Errani soffre ma approda in semifinale a Bad Gastein. La Knapp affronta la Hercog

Sara Errani soffre ma approda in semifinale a Bad Gastein. La Knapp affronta la Hercog

Con meno difficoltà rispetto al match del secondo turno, ma sicuramente non senza soffrire, Sara Errani conquista la semifinale del torneo di Bad Gastein battendo la giovanissima Daria Kasatkina al terzo set. La bolognese ora attende l’esito della sfida tra Karin Knapp e Polona Hercog, per conoscere il nome della prossima avversaria.

Sara Errani Sara Errani

Daria Kasatkina inizia il match in maniera contratta, permettendo alla Errani di portarsi a condurre per 4-0. Sara ha l’occasione di portarsi sul 5-0, ma non sfrutta tre breakpoint così la giovane russa prende fiducia ed accorcia le distanze. La bolognese perde il successivo turno di servizio e nel lunghissimo settimo game non riesce a concretizzare la bellezza di sette palle break, permettendo alla Kasatkina di accorciare ulteriormente. Sulla battuta dell’emiliana, la tennista nata a Togliatti si porta a due punti dal 4-4, ma Sarita si risveglia al momento giusto e, vincendo due giochi di seguito, chiude il primo segmento 6-3.

In apertura di secondo set, la Kasatkina prende subito un break di vantaggio sull’azzurra. Sara Errani riesce a recuperare nel sesto gioco, ma nel seguente riconsegna il vantaggio alla russa che si porta sul 4-3. Buio totale per Sara che nell’ottavo game sciupa tre palle per pareggiare il conto dei break e nel nono gioco cede a 0 il servizio alla Kasatkina portando la sfida al terzo set.

Come successo nel match contro la Zanevska, Sara non è l’unica ad avere difficoltà nella battuta. La teenager russa, nel terzo set, ritorna a sbagliare in questo fondamentale e si trova subito sotto di due break. Il match è ormai compromesso per Kasatkina, e al terzo matchpoint Sara Errani vince la contesa, battendo così la terza tennista consecutiva proveniente dalle qualificazioni. Per conoscere l’avversaria della semifinale di domani, l’emiliana dovrà tenere d’occhio la sfida tra la Knapp e la Hercog, sperando in un derby tutto azzurro.

Karin Knapp Karin Knapp

Karin Knapp, infatti, ha conquistato un posto nei quarti di Bad Gastein, recuperando il match del secondo turno non disputato ieri contro Johanna Larsson. Doppio 6-3 rifilato dall’italiana alla bionda tennista svedese.
L’inizio è fulminante per la tennista nata a Brunico, che infila subito due break all’avversaria e si porta su un rassicurante 4-0. La Larsson non sta a guardare e recupera i due turni di servizio persi portandosi sotto soltanto di un gioco e con l’opportunità di pareggiare con il successivo turno di battuta. La Knapp, però, non si spaventa, strappa a 0 il servizio alla svedese e, in seguito, chiude il set con il risultato di 6-3.

Nel secondo parziale è la scandinava a partire a spron battuto, raggiungendo il 3-0 e guadagnando nel quarto game, quattro chance per portarsi a due break di vantaggio. Karin Knapp annulla tutte queste occasioni, mantiene il turno di battuta e la gara cambia. I successivi 5 giochi sono ancora tutti per l’altoatesina che replica il 6-3 del primo set ed accede al quarto di finale con la slovena Polona Hercog.

Semifinale già conquistata per Anna Karolina Schmiedlova che in due set regola Annika Beck. Per la slovacca, protagonista finora di un anno da urlo, ci sarà Samantha Stosur. L’australiana non concede nemmeno una palla break e, in un’ora e sei minuti, piega le resistenze di Danka Kovinic.

Urszula Radwanska Urszula Radwanska

Match senza alcun senso logico ai quarti di Istanbul dove Urszula Radwanska conquista la semifinale ai danni di Tsvetana Pironkova.
Nel set d’apertura, la bulgara brekka subito l’avversaria portandosi sul 2-0, ma è solo un fuoco di paglia perché la bionda polacca infila una serie di sei giochi e conquista il primo set.
Nel secondo parziale la Radwanska sparisce incredibilmente dal campo fino al 5-0 per la Pironkova. La numero 99 del mondo ha una reazione, portandosi a soli due giochi dalla bulgara che però al nono game conquista, finalmente, un setpoint e chiude il parziale sul 6-3.
Il terzo set è assolutamente folle con break e contro break a ripetizione. La Pironkova, praticamente sempre avanti, va a servire per il match per due volte, ma si fa sempre rimontare dalla polacca, commettendo un mare di errori. Naturale l’arrivo al tiebreak con Ula che si porta in un niente sul 6-1 con cinque palle per la vittoria. La numero 8 del seeding ne annulla quattro, ma alla quinta, la Radwanska trova l’aiuto beffardo di un nastro e chiude la partita.

Dopo quasi due ore e mezza di gioco, va a Lesia Tsurenko il derby ucraino contro Katerina Bondarenko che ha la colpa di non aver usufruito di quattro setpoint nel secondo parziale.

Bad Gastein – Secondo turno
K. Knapp b. J. Larsson 6-3 6-3

Bad Gastein – Quarti
A. Schmiedlova b. A. Beck 6-2 6-3
S. Stosur b. D. Kovinic 6-3 6-2
S. Errani b. D. Kasatkina 6-3 3-6 6-2

Istanbul Cup – Quarti
L. Tsurenko b. K. Bondarenko 7-6(13) 7-5
U. Radwanska b. T. Pironkova 6-2 3-6 7-6(5)

Antonio Pagliuso
@AntoPagliu

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy