Serena Williams: “Sono migliorata tantissimo da Miami”

Serena Williams: “Sono migliorata tantissimo da Miami”

La statunitense presenta in anteprima un documentario sulla sua vita. E in una recente intervista parla del suo presente…

di Filippo Gallino, @Pheeling7

Non siamo stati separati per più di 24 ore“, comincia Serena Williams parlando della relazione con sua figlia Olympia. Da una suite di un hotel della Grande Mela la sua intervista con il New York Times, in cui racconta come è cominciata la vita familiare. Tutto questo sarà raccolto in un documentario che HBO trasmetterà prossimamente: un’opportunità in più per conoscere questa grande campionessa.

Molta gente mi vede in campo e giudicano e guardano solo questo lato di me, invece c’è molto di più dentro la mia personalità. Quella non sono io. Quindi ho pensato che sarebbe stato interessante, mentre parlavamo di questo lavoro, se mi fossi tolta ogni maschera e mi fossi mostrata così come sono“. Serena aveva pensato in qualche modo di documentare il suo stato d’animo e l’infanzia di sua figlia e ha potuto farlo grazie ad HBO. “Quando ho scoperto di essere incinta, mi sono detta: voglio avere un ricordo di tutto, ricordo che mio padre ha tenuto ogni cosa di quando eravamo piccole, molte registrazioni carine, e ho voluto iniziare a farlo dal primo momento, anche se mia figlia aveva ancora le dimensioni di un lampone. HBO mi ha detto che sarebbe piaciuto loro farlo per me.”

Il rapporto con suo marito Alexis Ohanian, co-fondatore e presidente di Reddit, va alla grande: “Io sono un’atleta. Lui è un uomo d’affari. Io sono nera, lui è bianco. Siamo totalmente opposti. Letteralmente, ogni volta dico ad Alexis che ci sono molte differenze tra neri e bianchi. Ci sono sempre ingiustizie; alcune cose non sarebbero successe se fossi stata bianca. E’ interessante. Non penso spesso al fatto che mi sono sposata con un bianco, perchè preferisco mostrare che l’amore non ha colore e davvero lui mi fa vedere che cos’è l’amore. E mio padre adora Alexis. Avrei voluto stare con qualcuno che mi trattasse bene, qualcuno che potesse ridere con me, qualcuno che capisse la mia vita e qualcuno mi amasse. Alexis è questa persona, è colui con cui mi sento connessa e non avrei chiesto nient’altro.

Serena non nasconde che avrebbe voluto un secondo figlio, se solo il suo desiderio non fosse stato di continuare a giocare a tennis: “Se non fossi tornata a giocare, avrei detto ad Alexis che avremmo avuto un altro bambino“. E la statunitense riconosce che dopo Miami si è allenata ed è migliorata considerevolmente: “Da Miami sono migliorata moltissimo, ma chissà. Devo essere molto preparata, posso incontrare la migliore del mondo fin da subito, per questo sto lavorando moltissimo.

Serena, inoltre, è d’accordo con chi dice che una gravidanza non debba inficiare la posizione nel ranking: “Non devi avere un bambino solo quando ti ritirerai. Se lo vuoi, puoi prenderti qualche mese o un anno e ritornare senza essere penalizzata. Una gravidanza non è un infortunio.” Infine, le parole dell’ex numero uno del mondo vanno ai commenti di Ion Tiriac, che qualche mese fa fece qualche dichiarazione di troppo sul suo peso: “Dico sempre che le persone hanno diritto di esprimere la loro opinione. Chiaramente, ce ne sono più sul tennis femminile di solito. Ma vorrei parlargli, anzi, gli parlerò. E’ un commento stupido e sessista. A volte è un uomo molto ignorante.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy