Us Open: Sharapova: “Dovevo essere più aggressiva”, Muguruza: “Oggi Kvitova semplicemente superiore”

Us Open: Sharapova: “Dovevo essere più aggressiva”, Muguruza: “Oggi Kvitova semplicemente superiore”

La russa, eliminata agli ottavi dalla Sevastova, si è detta soddisfatta nonostante la sconfitta, soprattutto per aver riassaporato l’atmosfera di uno Slam. La spagnola ha riconosciuto i meriti dell’avversaria, ma guarda già avanti alla tournée asiatica. Sevastova gioisce, ma dichiara: “Ho grandissimo rispetto per Sharapova”

Maria Sharapova

“Era il mio primo Slam dopo tanto tempo, mi dispiace essere uscita” ha detto Sharapova “ma sono comunque contenta di essermi potuta immergere in questa atmosfera, respirare e vivere la competizione fino in fondo”. Fisicamente è stato un match molto duro per la siberiana, che ammette:. “L’errore è stato concedere alla Sevastova di portare il match sul piano fisico, non sono stata aggressiva come nel primo set e lei ha preso coraggio. Ha iniziato ad attaccare, ha molti colpi a disposizione e ha iniziato a rispondere molto bene”.

“È stata una cavalcata davvero fantastica l’ultima settimana”, ha detto la 30enne russa. In definitiva, posso prendere molto da questa settimana, è stata un’occasione incredibile. Sono molto grata a tutti per questo, ho fatto del mio meglio, posso essere orgogliosa di questo. Negli ultimi otto o nove giorni sono accadute molte cose buone per me. Prendo un sacco di aspetti positivi di questa settimana. La partita contro la Halep lo scorso lunedi notte la ricorderò per sempre. È deludente perdere, naturalmente, ma per la settimana che ho avuto sono felice. Penso che c’è solo un modo per dimostrarlo in campo, perché questo è ciò che conta veramente”. La russa ha poi parlato del suo futuro: “Ho tante cose nella mia vita, ma c’è il desiderio di continuare a fare di più e di continuare a vivere in questi momenti su questi campi. Questo è speciale e significativo. Finché ho questo desiderio, sarò lì. Questo è ciò che è importante per me. Le partite di tre set sono impegnative, amo disputarle, c’è un fattore di concentrazione, attenzione, fisicità che entra in gioco. Non c’è dubbio che non giocare quelle partite mi è certamente costato oggi. Mi sono sentita come di aver pensato un po’ troppo e non giocato secondo il mio istinto”

Da lunedì la Sharapova sarà impegnata a promuovere la sua biografia Unstoppable, scritta durante i mesi della squalifica per doping e che uscirà negli Usa la prossima settimana: “Scrivendola ho capito che la mia grande forza e la voglia di combattere sono stati l’ingrediente fondamentale della mia carriera. Nel tennis si possono insegnare tante cose, ma questa non si impara”.

Petra Kvitova

“Questa vittoria ha un significato enorme per me, è qualcosa di incredibile se penso a tutto quello che ho vissuto negli ultimi mesi, davvero difficile da descrivere a parole, non sapevo se sarei potuta tornare e ora questo ‘lieto fine‘… Dopo quello che è accaduto posso apprezzare ancora di più quel che sto vivendo adesso, ho lavorato duro per poterci arrivare ed essere di nuovo qui”.

Anastasija Sevastova

La lettone va controcorrente rispetto alla maggior parte delle colleghe e difende Sharapova: “Penso che alcune colleghe abbiano un piacere particolare nel batterla, dopo quello che le è successo. Ma io non sono così, ho grande rispetto per lei. Io giocavo un Under 14 quando lei vinceva Wimbledon, quindi è una grande campionessa, una grande giocatrice e io la stimo”.

Garbine Muguruza

“Anche se nel primo set ero avanti 4-1, in generale, lei stava giocando bene. Con il passare dei giochi credo che ha cominciato a giocare meglio anche lei”, ha cominciato Garbine Muguruza in conferenza stampa. “Mi sento di dire che lei è stata superiore oggi. Ha servito molto bene, soprattutto nei momenti importanti. È complicato quando la tua avversaria fa molti ace o servizi vincenti. Ha anche messo a segno molti vincenti e ha giocato molto bene dalla parte del rovescio. Ha fatto una grandissima prestazione.”

“Sono contenta del mio torneo. Anche se ho perso oggi, non credo di aver fato nulla di sbagliato. Lei ha giocato molto bene. In generale è stato un gran torneo. E non solo questo torneo, ma tutta l’estate. Questa è solo una partita, sono molto contenta per come ho giocato tutto questo tempo” assicura la spagnola.

Qualche battuta anche sul possibile approdo al numero uno della classifica: “Ogni giocatrice sogna di essere numero uno, ma non sono venuta qui per diventarlo. So che è qualcosa di cui tutti parlano, ma questo non era il mio obiettivo. Il mio obiettivo è migliorare e continuare a fare quello che faccio. Però un occhio ai risultati delle mie concorrenti lo darò comunque (sorride ndr)”.

La spagnola guarda già alla tournée asiatica: “È una tournée in cui ho avuto sempre buoni risultati. Non vedo l’ora di andare lì e giocare i tornei. Voglio continuare a competere per terminare l’anno nella miglior forma possibile, ma ora ho bisogna di riposare la mente perché questo è un torneo che richiede molte energie mentali”.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Davide Perugini - 3 mesi fa

    Finalmente una giocatrice che non insulta la Sharapova dopo averci giocato contro complimenti alla Sevastova !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Cristina Failla - 3 mesi fa

    Contenta che abbia perso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Consuelo Fabbri - 3 mesi fa

    Mammamia quanta arroganza .. anche solo nella foto !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy