Wta Indian Wells, Serena soffre per un set, Radwanska ok

Wta Indian Wells, Serena soffre per un set, Radwanska ok

La numero uno elimina Yulia Putintseva e accede agli ottavi, vittoria sofferta per Petra Kvitova, tutto facile per Jankovic e Radwanska.

Commenta per primo!

Ha dovuto sudare più del previsto Serena Williams, prima di staccare il pass per gli ottavi di finale del torneo californiano. La ventunenne kazaka dopo aver retto il confronto nel primo set, ha poi finito per  cedere di schianto il secondo parziale. Non mancano i rimpianti per la Putintseva, che nella prima frazione si è trovata avanti per cinque game a tre, per poi essere rimontata sul 5-5, ed avere una nuova occasione di servire per il set sul 6-5, ma Serena è stata più brava e si è guadagnata un tie-break, che poi ha dominato, con un netto 7-2. Agli ottavi altro match che si preannuncia in discesa, per la numero uno, che affronterà l’ ucraina Bondarenko, uscita vincitrice dalle quasi tre ore di gioco, contro la giustiziera di Sara Errani, Lesia Tsurenko.

petra-kvitova-wallpaper-8-1024x768.jpg

Se l’ è vista brutta Petra Kvitova, che continua a dimostrare di essere lontana dalla migliore condizione; la ceca si è imposta in tre set, sulla svedese Joanna Larsson, dopo essersi trovata in svantaggio per 5-3 nel parziale decisivo, riuscendo a salvarsi, grazie a una serie di quattro giochi consecutivi.

Poco più che una formalità il match odierno, per Agnieszka Radwanska, che concede appena tre game, alla testa di serie numero trentadue, l’ estrosa rumena, Monica Niculescu, mentre Jelena Jankovic ha spazzato via Coco Vandeweghe, in meno di un’ ora di gioco.

 

Risultati:

A. Radwanska b. M. Niculescu 6-2 6-2

K. Bondarenko b. L. Tsurenko 3-6 6-4 7-6

N. Gibbs b. Y. Shvedova 6-0 6-4

P. Kvitova b. J. Larsson 6-3 4-6 7-5

S. Williams b. Y. Putintseva 7-6 6-1

B. Z. Strycova b. K. Nara 3-6 6-1 6-2

J. Jankovic b. C. Vandeweghe 6-0 6-1

S. Halep b. E. Makarova 6-2 6-4

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy