Per Anabel Medina la Spagna può vincere la Fed Cup

Per Anabel Medina la Spagna può vincere la Fed Cup

Il capitano della nazionale spagnola di Fed Cup ha parlato della sfida dell’Italia e delle prospettive del team iberico negli anni a venire. E intanto oggi dalle 16 a Chieti parte la sfida.

Anabel Medina Garrigues proverà a debuttare alla grande in Fed Cup, il neo-capitano spagnolo ha parlato ai microfoni di Radio Marca della sfida contro l’Italia che inizierà questo pomeriggio.

CASA SPAGNA – Nervosa? «Non particolarmente, le ragazze si sono allenate bene, l’atmosfera mi piace e non vedo cose negative. Sicuramente un po’ di tensione verrà con le partite. Vogliamo subito tornare nel World Group, l’obiettivo è quello». Manca Garbiñe Muguruza, e l’assenza è pesante: «non voglio pensare a chi manca, la squadra è qualitativamente valida e versatile, sia nel singolo che nel doppio. Dobbiamo solo avere fiducia nei nostri mezzi, nonostante il calendario fitto che non permette di trovare il miglior amalgama per giocare la Fed Cup. Per quel che riguarda Muguruza, lei ha dimostrato che ci tiene a giocare per la Spagna, e sarà con noi più avanti, e saremo ben felici di accoglierla».

medina

E L’ITALIA? – Relativamente ai suoi avversari. Medina Garrigues sottolinea due aspetti: «voglio elogiare la loro giocatrice più rappresentativa, Sara Errani, che ha una fortissima grinta. Ricordiamo che è stata finalista al Roland Garros e non regala nessun punto. È il punto di riferimento della squadra, e dobbiamo fare i conti con le sue capacità. Però noi non ci sentiamo secondi a nessuno». È stato complicato scegliere alcuni giocatrici rispetto ad altre? «Non è un problema, perché significa che il movimento è sano. E quella deve essere la base per poter, un giorno, vincere il titolo, e sono assolutamente convinta che potremo riuscirci. I giocatori ci sono, dobbiamo solo essere positivi e ambiziosi». Primo ostacolo: le azzurre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy