Atp Roma: è grande Italia con Sinner e Berrettini!

Atp Roma: è grande Italia con Sinner e Berrettini!

Berrettini supera agevolmente Pouille; Sinner s’impone in rimonta su Johnson annullando anche un match point. Ottima partenza per i colori azzurri agli Internazionali d’Italia.

di Antonio Sepe

Dal nostro inviato a Roma

Mamma mia Jannik Sinner! Ciò che è accaduto quest’oggi sul campo Centrale del Foro Italico ha davvero dell’incredibile e dell’inaspettato in quanto Sinner, altoatesino classe 2001, ha battuto in rimonta Steve Johnson in quella che era appena la sua terza partita in un main draw a livello Atp. Dopo un primo set piuttosto negativo, Jannik ha disputato un secondo parziale praticamente perfetto, mentre nella terza frazione è riuscito ad uscire da una situazione quantomai delicata e complicata, imponendosi per 7-5 dopo aver persino annullato un match point. Il tennista di San Candido onora dunque al meglio la wild card che lui stesso si era conquistato andando fino in fondo nelle prequali ed ora è atteso dal match proibitivo contro Tsitsipas, recente finalista di Madrid, al secondo turno.

Pessima partenza di Sinner, che è apparso piuttosto teso e rigido, come se fosse bloccato ed impossibilitato di esprimere il suo miglior tennis. Il quarto game, conquistato, gli ha evitato un severo bagel, ma il suo avversario ha dominato sin dall’inizio a suon di dritti vincenti e back difensivi alquanto insidioso, che hanno spesso portato Jannik all’errore. Se poi si considera anche che il servizio non ha dato una mano al tennista azzurro, il 6-1 diventa inevitabile e non servono altri dati per spiegarlo.

Nel secondo set, invece, Sinner è cresciuto notevolmente e, bravissimo a recuperare ben due volte da 0-30 sulla sua battuta, ha messo un punto esclamativo sul parziale grazie al break messo a segno nel quarto gioco. La percentuale di prime palle è aumentata, la scelta di giocare quando possibile esclusivamente sul rovescio dell’americano ha pagato e, complice un secondo break ottenuto nel sesto gioco, l’italiano ha potuto chiudere 6-1 in scioltezza, restituendo al suo avversario il parziale del primo set. Jannik Sinner.

Infine, nella frazione decisiva, dopo aver perso un importante treno in apertura – due palle break mancate sull’1 pari ed un break subito da 30-0 – la partita sembrava ormai scemare in direzione di Johnson, che appariva in totale controllo. Il match point annullato da Sinner sul 2-5 sembrava dover ritardare di qualche minuto un epilogo già scritto e invece Jannik ha deciso di reinventarselo di sana pianta. L’altoatesino è stato bravissimo a breakkare il suo avversario, impattando sul 4-5, ed a tenere un delicatissimo turno di servizio che lo ha portato sul 5 pari. Di fatto, Steve Johnson è uscito dal campo non appena ha affossato in rete il primo back della sua partita, iniziando a commettere tanti errori in fila e dimostrando un tale nervosismo come dimostra il warning rimediato. Sinner non ha quindi dovuto fare miracoli negli ultimi due giochi, ma è stato molto bravo a mantenere i nervi saldi ed a non farsi prendere dall’ansia. Punto dopo punto, il classe 2001 si è portato sempre più vicino alla vittoria, potendo alzare le braccia al cielo insieme a tutto il Centrale dopo un’ora e 53 minuti di gioco. Al prossimo turno Stefanos Tsitsipas, al momento decisamente su un altro livello; ciò non vuol dire però che Jannik non potrà dargli del filo da torcere.

Nei restanti incontri, ottima vittoria di Matteo Berrettini, che si sbarazza in due set del francese Lucas Pouille e vola al secondo turno, dove se la vedrà con Sascha Zverev. Eliminato Andreas Seppi, che strappa un set a Bautista Agut ma rimedia due 6-1 nei restanti due. Basilashvili batte Fucsovics in due set, con tanto di polemica per via di un overrule dell’arbitro italiano Gianluca Moscarella, reo secondo l’ungherese di aver completamente sbagliato la valutazione del segno tanto da averlo defraudato.

[W] J. Sinner b. S. Johnson 16 61 75

[W] M. Berrettini b. L. Pouille 62 64

R. Bautista Agut b. A. Seppi 61 36 61

[14] N. Basilashvili b. M. Fucsovics 61 76(2)

P. Kohlschreiber b. G. Simon 62 36 63

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy