Quella volta che Taylor Fritz sfiorò la vittoria contro Federer

Quella volta che Taylor Fritz sfiorò la vittoria contro Federer

Sono passati oltre due anni ormai da quel 9 Giugno 2016, quando a Stoccarda il giovanissimo Taylor Fritz, classe ’97, andò molto vicino alla vittoria contro un avversario decisamente più esperto di lui, ovvero Roger Federer. Fritz quella partita se la ricorda molto bene e ha voluto raccontarla in una recente intervista.

di Marco Bevilacqua

Il 9 Giugno 2016 è una data che Taylor Fritz, giovane promessa del tennis americano, probabilmente non dimenticherà mai. In quel giorno, infatti, sul campo centrale dell’impianto “Tennis Club Weissenhof”, sede della Mercedes Cup di Stoccarda, il tennista a stelle e strisce si trova dall’altra parte della rete una vera e propria leggenda, che ogni bambino appassionato di tennis sogna di sconfiggere un giorno e sto parlando dell’allora numero 3 del mondo, Roger Federer. Fritz ha raccontato quelle che sono state le sue emozioni quel pomeriggio a Stoccarda nella rubrica “ATP Firsts”, dedicata alla prime volte dei giocatori all’interno del circuito. Quelle vissute contro Federer infatti sono state le sue prime grandi emozioni a livello professionistico. “Il primo momento scioccante nel circuito ATP è stato quando ho giocato contro Federer a Stoccarda nel 2016 e ho vinto il secondo set. Mi domandavo: “Cosa sta succedendo qui?”. Già, perché dopo aver perso il primo set per 6-4, Fritz riesce a battere Federer nel secondo, vincendo con un parziale di 7-5. “Ho avuto la possibilità di vincere quella partita. Ricordo di aver avuto break point a disposizione per andare a servire per il match nel terzo, ma in quel frangente pensai ‘Oh mio Dio, potrei davvero battere Federer’, ed è quello che segnò la mia sconfitta”. Alla fine, infatti, a conquistare l’accesso al terzo turno del torneo fu proprio Federer, che concluse il match con un 6-4 ai danni del suo avversario, il quale si ricorderà a lungo di quella volta che ha avuto l’occasione di sconfiggere una leggenda di questo sport ma non è riuscito a sfruttarla.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy