Caso Sharapova, l’esperto Beltrami: “Meldonium non serve per il diabete, aiuta il cuore”

Caso Sharapova, l’esperto Beltrami: “Meldonium non serve per il diabete, aiuta il cuore”

Il Meldonium, la sostanza illegale utilizzata da Maria Sharapova, non servirebbe a curare il diabete come dichiarato dalla stessa russa. Lo dice il professor Gianfranco Beltrami a “Il Corriere Della Sera”.

Il Meldonium, sostanza incriminata nello scandalo doping che sta travolgendo Maria Sharapova, é diventata illegale, come ha ammesso anche la stessa russa, soltanto dal 1 gennaio 2016.

Il CORRIERE DELLA SERA ha riportato le interessanti parole dell’illustre professor Gianfranco Beltrami, specialista in medicina dello sport e presidente della Commissione Antidoping medica mondiale della Federazione Softball e Baseball. Il luminare esclude che la sostanza possa essere stata usata per curare il diabete, come affermato a piú riprese dalla campionessa siberiana. “Lo escludo. É un modulatore metabolico per migliorare la contrattivitá del cuore, aumentando la sopportazione allo sforzo, riducendo gli episodi di angina e migliorando la circolazione del sangue”.

I benefici dunque sono vari e il professore Beltrami li ha spiegati in modo specifico: “migliora la resistenza, il recupero dopo lo sforzo, ha anche un effetto stimolante sul sistema nervoso ed aiuta l’escrezione del metabolismo cellulare. Infine possiede anche l’effetto di ripristinare il magazzino energetico e di migliorare la resistenza allo stress”.

Intanto simile conferme arrivano anche dalla WADA (AGENZIA MONDIALE -DOPING). “La Wada  é a conoscenza del caso aperto e molto pubblicizzato riguardo Maria Sharapova. Visto che si tratta di un processo normale, per proteggere l’integritá del caso, la WADA non fará ulteriori commenti fino alla decisione finale che spetterá all’ITF. Alla fine del caso la WADA rivedrá le ragioni della decisione e deciderá se ci saranno le condizioni per appellarsi in modo indipendente alla Corte Arbitraria dello Sport”, questo il comunicato rilasciato dall’agenzia che sottolinea come questo farmaco venga assunto dagli atleti con l’intenzione di migliorare le prestazioni fisiche. 

Fonte: Il CORRIERE DELLA SERA

13 commenti

13 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alessandro Buscicchio - 11 mesi fa

    Andrea Buscicchio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Stefano Laurenzi - 11 mesi fa

    Paolo Pomero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Diego Cecconi - 11 mesi fa

    Io in un servizio su Sky sport 24 e successivamente in altra testata giornalistica ho sentito che lei denunciava diabete ereditario e reiterati esami cardiaci sballati. Parlo per sentito dire da giornalisti non ho letto nessun certificato né tantomeno sono medico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Liiina2410 - 11 mesi fa

    Un esperto poco esperto…Su Pubmed (e non parlo di Topolino) ci sono articoli in cui si parla dell’utilizzo del Meldonium in caso di diabete e della sua capacità di migliorare l’utilizzo periferico del glucosio e di conseguenza migliorare l’iperglicemia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Tennis Circus - 11 mesi fa

    In conferenza stampa ha parlato esclusivamente di un principio di diabete ereditario. “Mi ammalavo spesso. Soffrivo di una carenza di magnesio, influenza e per diversi mesi i risultati delle analisi erano irregolari. E oltre a questo la presenza di malattie diabetiche nella storia della mia famiglia. Il farmaco mi faceva stare bene e quindi ho continuato a prenderlo”. Queste sono le parole di Maria che non ha proprio menzionato la parola cuore. Non siamo qui a dar giudizi, riportiamo esattamente le cose come stanno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Elijekah Halliwell - 11 mesi fa

      Allora dovreste aggiungere anche i problemi cardiocircolatori…Quanto al diabete è una componente implicita dei problemi circolatori!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tennis Circus - 11 mesi fa

      L’ insufficienza cardiaca rappresenta una delle conseguenze più gravi del diabete ma sicuramente Maria non stava messa così male altrimenti ne avrebbe parlato… Si sarebbe giustificata diversamente se fosse stato così

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Marco Elijekah Halliwell - 11 mesi fa

      Beh certo una che è che è originaria di Chernobyl! Che poi la famiglia si trasferì in Siberia ok ma ha parlato chiaramente dei problemi di salute della famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Tennis Circus - 11 mesi fa

      Solo tu avrai sentito cose del genere… Eppure noi abbiamo riportato ogni tipo di dichiarazioni rilasciate da Maria… Ci risulta che ha nominato solo il diabete senza specificare altro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Patrizia Zotti - 11 mesi fa

      Esattamente solo inizio di diabete..comunque se lei non ha comunicato alle autorità competenti che prendeva questo farmaco si mette molto male per lei..strano anche altri atleti russi..mmmmmm

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Tennis Circus - 11 mesi fa

      Esatto Patrizia Zotti se lo prendeva da 10 anni l’ avrà comunicato o almeno si spera… Vedremo come si evolve la situazione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Alex Lan - 11 mesi fa

    Infatti l’hanno proibito anche nel ciclismo in quanto sostanza utilizzata per “coprire” l’assunzione di epo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marco Elijekah Halliwell - 11 mesi fa

    Infatti la stessa ha parlato di problemi cardiaci e circolatori in famiglia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy