World Padel Tour Profili: Daniel Gutierrez

World Padel Tour Profili: Daniel Gutierrez

Nuovo appuntamento con la rubrica Profili World Padel Tour, un percorso che porterà i nostri lettori a conoscere meglio il Padel, lo sport che ha rivoluzionato la vita sportiva degli spagnoli e che, giorno dopo giorno, sta conquistando migliaia di italiani. La nostra nuova rubrica, Profili, è dedicata ai professionisti del World Padel Tour, la lega di padel più importante al mondo. Il profilo di questo appuntamento è quello del campione argentino Daniel Gutierrez.

di Massimiliano Mingrone

Nato e cresciuto a San Luis, capitale dell’omonima provincia argentina nella regione del Cuyo, il 15 Giugno 1984 (33 anni), altezza 177 cm, Carlos Daniel Gutierrez Amaya è un destro e nel 10×20 (le misure del campo di padel) occupa da sempre la parte destra, anche conosciuta come quella del vantaggio nel tennis, la posizione dedicata nel padel, teoricamente, a colui che dovrebbe costruire il punto. Fa coppia con l’altro argentino di San Luis Maximiliano Sanchez. Il suo colpo marchio della casa è la bandeja. Daniel nel circuito è anche conosciuto come Sanyo, soprannome che gli è stato attribuito da piccolo per via del nome di un giapponese che viveva a San Luis, che si chiamava proprio Sanyo, e per via del taglio di occhi di Daniel che ricordava quello tipico di un giapponese. I commentatori spesso lo indicano come il Puntano in referenza a abitante di San Luis.

Daniel e il padel professionistico

Come la maggior parte degli argentini, Daniel Gutierrez inizia con il padel professionistico molto giovane, all’età di soli 15 anni, e, con zero euro in tasca decide, nel 2006, di trasferirsi in Spagna, per giocare nel circuito Pro Padel Tour. In questi anni cambia molti compagni di squadra, da Willy Lahoz a Sebastian Nerone per finire con l’amico di infanzia Maximiliano Sanchez, con il quale conquista i risultati più importanti della propria carriera fino a quel momento, in particolare vince il Master Final di fine anno in due occasioni, 2013 e 2014, battendo in ambo i casi la coppia numero 1 del ranking formata da Fernando Belasteguin e Juan Martin Diaz (la finale di Madrid del 2014 fu proprio l’ultima partita giocata dai numeri uno come coppia dopo 13 anni insieme). Nel 2013, inoltre, sempre in coppia con Sanchez, vince il torneo di casa a Buenos Aires.

Nel 2015 il mondo del padel è scombussolato dalla scissione tra Belasteguin e Juan Martin Diaz, numeri uno al mondo da 13 anni consecutivi. Scissione che influenza anche gli altri professionisti in quanto, Bela decide di far coppia con Lima, mentre Juan Martin elegge come compagno Maxi Sanchez. Di conseguenza, Juani Mieres e Daniel Gutierrez, appunto ex compagni di Lima e Sanchez, decidono di unire le proprie forze. La coppia, però, dura solo una stagione in quanto dal 2016 Sanyo decide di giocare con l’astro nascente del padel spagnolo, Francisco Navarro Compan. L’unione Gutierrez-Navarro porta i due non solo alla seconda posizione in classifica mondiale, ma li conduce alla vittoria del Masters Final di Madrid nel 2016 e, soprattutto, a sfiorare l’impresa di detronizzare Bela e Lima dalla vetta del ranking. Infatti, nel solo 2017 Daniel e Paquito affrontano i numeri uno del mondo in 10 finali, nelle quali riescono ad ottenere un bilancio di perfetta parità, 5 vittorie e 5 sconfitte. Purtroppo, nel momento in cui bisognava dare il colpo di reni finale, i numeri due iniziano a perdere terreno non vincendo più titoli e senza neanche approdare a ulteriori finali. Si scoprirà solo in seguito che Gutierrez aveva già deciso che il 2017 sarebbe stato l’ultimo anno in coppia con Navarro e questo, probabilmente, aveva contribuito a destabilizzare la coppia.

Durante lo strepitoso biennio 2016-2017, Daniel ha anche occasione di rappresentare la propria nazione ai mondiali del 2016, dove conquista il titolo di campione del mondo a squadre, battendo nel secondo incontro della finale contro la Spagna, in coppia con Belasteguin, proprio il suo compagno durante la stagione World Padel Tour, Paquito Navarro (in coppia con Juan Martin Diaz).

Nel 2018 Daniel torna a far coppia con il suo compaesano Maxi Sanchez, con il quale forma la coppia numero due del ranking (Sanyo inizia l’anno da numero 3 a livello individuale). Il loro inizio di stagione è di quelli col botto, in quanto vincono il primo torneo dell’anno, e che torneo, il Master di Catalunya. A distanza di una settimana, durante il torneo Open di Alicante, subiscono la vendetta di Ale Galan e Mati Diaz (battuti nella semifinale di Badalona) e vedono la propria corsa al titolo fermarsi ai quarti di finale. Nonostante la sconfitta prematura Dani e Maxi rimango la coppia numero due del ranking e siamo pronti a scommettere che daranno battaglia nel prossimo Open di Zaragoza per riconquistare un’altra finale.

Prossimi appuntamenti targati World Padel Tour

Le migliori pale del pianeta, maschili e femminili, torneranno in campo nell’Open di Zaragoza dal 30 Aprile al 6 Maggio.

Successivamente a Zaragoza una ulteriore pausa di due settimane prima del trasferimento nella nuova tappa di Jaen, poi altra pausa di tre settimane prima dell’Open di Valladolid di Giugno, cui seguirà, a distanza di una settimana, il secondo Master dell’anno, a Valencia, a inizio Luglio. Prepariamoci dunque a godere dello spettacolo offerto sulla piattaforma streaming della lega, visibile gratuitamente e in diretta (per chi conosce lo spagnolo divertentissimo lo spettacolo offerto da un commentatore d’eccezione Lalo Alzueta, accompagnato a fondo campo da Nacho Palencia e in cabina di commento dagli allenatori degli atleti e dagli stessi atleti del WPT).

image005

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy