Race Wta Live: la situazione completa in vista di Singapore

Race Wta Live: la situazione completa in vista di Singapore

Solo tre settimane ci separano dall’inizio delle Wta Finals di Singapore. Le pretendenti sono tante e già Pechino sarà sotto molto aspetti decisivo per avere una visione più chiara. Diamo un’occhiata.

La stagione Wta sta ormai per volgere al termine: ancora tre settimane di tornei e poi le prime otto della Race saranno protagoniste al Master di fine anno.

Al momento solo due tenniste sono sicure del pass: la n.2 del mondo Simona Halep e la n. 3 Maria Sharapova. Anche Serena Williams, n. 1 del mondo con ampio margine, sarebbe qualificata, ma la statunitense ha dichiarato che non scenderà più in campo in questo 2015 e quindi anche la n. 9 volerà a Singapore da protagonista.

Dietro questo trio la gara è aperta e per accaparrarsi uno dei sei posti rimasti liberi sono in corsa almeno 13 giocatrici con alterne possibilità. Le più vicine a staccare il pass sono Garbine Muguruza che con la finale a Wuhan si è portata in quarta posizione con più di 3500 punti e Petra Kvitova (eliminata oggi da Sara Errani al primo turno di Pechino) scesa al n. 5, ma distante solamente una trentina di punti dalla spagnola.

In sesta posizione c’è Lucie Safarova che però non è in gara a Pechino e rischia di perdere alcuni posti. La ceca ha 3220 punti e non le sono sufficienti per essere tranquilla.

Seguono Angelique Kerber e Flavia Pennetta, rispettivamente a 3125 e 3043 punti; racchiuse in un range di soli 60 punti ci sono Venus Williams (balzo di 14 posizioni rispetto alla settimana prima), Karolina Pliskova (che oggi ha perso contro Sloane Stephens al primo turno di Pechino) e Carla Suarez Navarro; a quota 2800 Agnieszka Radwasnka e Belinda Bencic. Queste giocatrici sono le principali indiziate per cercare di staccare il biglietto per Singapore, ma occhio ai possibili colpi di coda si Timea Bacsinzsky, Roberta Vinci e soprattutto Caroline Wozniacki, staccate di 300 punti dalla Bencic ma facendo molta strada a Pechino resterebbero in corsa per cercare altri punti nei tornei successivi.

Pechino è comunque l’ultimo Premier Mandatory della stagione ed i punti che si assegneranno in questo torneo potrebbero risultare decisivi, la conquista del terzo turno regalerà 120 punti, i quarti 215, raggiungere la semifinale 390, mentre la finalista ne aggiungerà 650 e la vincitrice 1000.

Il tabellone cinese regala sfide davvero accese sin dall’inizio: Muguruza per la matematica certezza della qualificazione ha bisogno dei quarti, ma già al terzo turno potrebbe trovare Bencic. Kvitova, finalista l’anno scorso ha subito l’eliminazione di Sara Errani, che può incrementare il suo punteggio: ai quarti l’azzurra, purtroppo praticamente esclusa dalla corsa al Masters, potrebbe incontrare Carla Suarez Navarro o Timea Bacsinszky, che potrebbero incrociare le armi negli ottavi.

Angelique Kerber ha buon margine e la possibile sfida contro Wozniacki nel terzo turno può lanciarla verso le Wta Finals oppure rimettere in corsa la danese, la vincente di questo incontro potrebbe trovare la vincente di Radwanska e Keys, per la polacca arrivare tra le prime otto in Cina vorrebbe dire essere in piena corsa per Singapore. Flavia Pennetta ha un possibile terzo turno contro la Svitolina ed un eventuale quarto contro la vincente di Ivanovic (fuori dalla lotta) e Karolina Pliskova. Cammino complicato per l’azzurra ma non impossibile.

L’altra italiana con qualche chance è Roberta Vinci che ha un percorso più complicato con un terzo turno contro Simona Halep ed un possibile quarto contro la vincente di Muguruza-Bencic. Situazione molto intricata quindi e gli scontri diretti a cui assisteremo in Cina saranno determinati per assegnare almeno altri due posti per il Master.

Successivamente, le tenniste rimaste in corsa potranno cercare punti nei tre International della settimana prossima e soprattutto nel Premier di Mosca.

Qui la classifica Race Wta live completa. 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy