Chris Evert: “Il servizio di Serena fa la differenza”

Chris Evert: “Il servizio di Serena fa la differenza”

Chris Evert parla del circuito WTA e di come il servizio non faccia la differenza, ad eccezione di quello di Serena. Nel futuro del circuito pone le sue speranze in Simona Halep e Gabrine Muguruza.

La numero uno Serena Williams, come ben sappiamo, ha dato forfait alle Finals di Singapore a causa delle troppe fatiche sostenute durante l’anno che l’ha vista trionfare in ben tre Slam, arrivando a quota 21.

Chris Evert, ambasciatrice dell’evento che si sta tenendo tra le migliori 8, ha parlato della differenza di stabilità tra il ranking ATP e quello WTA: “Per me, molti dei cambiamenti nella classifica femminili sono collegati al servizio. Sono molto più prevedibili rispetto agli uomini che tengono maggiormente il loro servizio e i match devono essere più lottati.”

Ha, inoltre, aggiunto: “Le donne possono essere brekkate da un momento all’altro e il loro servizio non è così determinante. C’è sempre incostanza al servizio per le donne, tranne che per Serena, che ha la capacità di tenere la battuta.”

A conferma del punto di vista di Evert, possiamo considerare il fatto che la Simona Halep, numero due del mondo e prima testa di serie alle WTA Finals, è stata eliminata dopo aver perso il suo servizio quattro volte nella sconfitta contro la polacca Agnieszka Radwanska.

Garbine+Muguruza+2015+China+Open+Day+4+o5UnpLQ213Xl

L’americana ha parlato anche del futuro della WTA, ponendo l’accento sulla spagnola Garbine Muguruza.

Non voglio dire che è una promessa perchè è già esplosa. Possiede qualcosa in più oltre alla classica abilità del sapere giocare a tennis, e sto parlando della personalità e la leadership di cui il circuito femminile necessita”.

Ma sappiamo bene che questa può rivelarsi un’arma a doppio taglio perché queste giocatrici emergono tutto a un tratto e poi vanno pian piano scomparendo. Sarebbe meglio cercare di distribuire meglio il tutto nel tempo. Bisogna dunque riuscire a trovare il modo per bilanciare tutto ciò senza dare troppa clamore ai risultati e dunque influenzare anche il loro gioco.”

“Gabrine non è la tipica giocatrice spagnola. Ai miei tempi Aranxta Sanchez e Conchita Martinez erano picchiatrici e ottime giocatrici in difesa. Lei invece arriva al limite dell’aggressività e della forza, e ha un atteggiamento aggressivo. C’è un’altra giocatrice come lei? Forse Jennifer Capriati per la sua potenza, lo stile di gioco e soprattutto la tenacia.”

Evert ha anche parlato di Simona Halep e pensa che possa diventare la migliore nel prossimo futuro: “Penso che Simona possa farci vedere qualcosa in più. Il suo gioco può migliorare. Lei ha una personalità molto positiva e cordiale. Diventerà una delle giocatrici di spicco in futuro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy