Novak Djokovic è diventato inesistente pt. 2

Novak Djokovic è diventato inesistente pt. 2

Quello che, di questi tempi, si vede sui campi da tennis, non è un giocatore ma un corpo vuoto che, come smorto automa, palleggia di rimessa, sperando, invano, nell’errore dell’avversario.

33 commenti

So solo che, dodici mesi fa, parlavamo del possibile, a tratti certo Grande Slam di Novak Djokovic, condito dalla solita moltitudine di vittorie prestigiose che, in un solo anno, lo avrebbero reso il giocatore più forte della storia. Oggi invece, dopo la notizia del ritiro del serbo dal tabellone di Miami in cui vestiva il ruolo di campione in carica, tutto è cambiato.
Quello che, di questi tempi, si vede sui campi da tennis, non è un giocatore ma un corpo vuoto che, come smorto automa, palleggia di rimessa, sperando, invano, nell’errore dell’avversario. L’impressione di ciò l’avevo già avuta a Doha (torneo poi vinto sotto un scroscio di interminabili applausi), nell’aberrante semifinale giocata col papero Verdasco. Djokovic c’era, ma, al tempo stesso, non esisteva.
Quella che prima era una macchina perfetta, ora è solo un salice bollito, che colleziona sconfitte da arroganti e sprovveduti ragazzotti. Premetto, non credo in nessun modo a quella che, per molti, è la conclamata fine di Nole. Nonostante evidenti isterismi da prima donna ferita, è e rimane comunque un grandissimo giocatore. Il problema, però, è l’incapacità di accettare la sconfitta e vederla come punto da cui ripartire. In un momento come questo, in cui due anziani signori che rispondono al nome di Federer e Nadal tornano a monopolizzare le scene del tennis mondiale, Djokovic si spegne.
Querrey, Delpo, Istomin, Kyrgios. Nomi che, un tempo, considerava come umili compagni di allenamento, ora lo sconfiggono. Al momento dunque, il sadico dominio serbo, in cui come unico ed incontrastato signore veleggiava spedito verso la gloria eterna, sembra essere concluso. Con lui, anche le splendide sfide in cui, aggrovigliandosi tra i propri gommosi arti, si trasformava in muro indistruttibile, provocando al grande pubblico uno stato di perenne catalessi.
Tornerà, il serbo, tornerà per forza. Troppa è l’ambizione e la brama di successi per ipotizzare che non riesca in una nuova scalata al potere.
Magari quest’anno, il prossimo, tra dieci. Forse tra cinquanta, uscendo dall’ibernazione in cui volontariamente sarà entrato per non dover più affrontare Stan Wawrinka.
Tutto è possibile, soprattutto quando si parla del Principe di Belgrado.
Sapete cosa? Al povero Novak, per uscire da questa tragica situazione, servirebbe proprio un guru.
Ah, già ce l’ha? Allora niente, mi rimangio tutto.

33 commenti

33 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabrizio Cesari - 5 mesi fa

    sia è stato x 2 /3 anni sempre in testa al n 1

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Flavio De Martino - 5 mesi fa

    Sono così vicini i rigurgiti della curva maiorchina del 2010 su chi fosse il GOAT del tennis che avrebbero dovuto insegnare qualcosa a qualche tifoso… ahimè invano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gloria Viva Roma - 5 mesi fa

    E dove è la novità ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Alberto Larghi - 5 mesi fa

    se vincesse un torneo, si sbloccherebbe e sarebbe ancora l uomo da battere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giuliana Cau - 5 mesi fa

      Aveva vinto Doha e poi è, nuovamente, capitombolato. La vedo dura Alberto…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Alberto Larghi - 5 mesi fa

      No, dai pensavo a qualcosa di più

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Giuliana Cau - 5 mesi fa

      Montecarlo? Magari, ma la vedo difficilissima e secondo me nemmeno lo giocherà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Alberto Larghi - 5 mesi fa

      No, Montecarlo non credo. Tra l altro non so nemmeno se andrà. Madrid, Roma…insomma, o si sblocca e per farlo deve vincere, oppure chiude l anno fuori dai top 10. P.s. Le ragioni sono ignote, tutti abbozziamo ipotesi, ma la più probabile ora, é la perdita di fiducia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giuliana Cau - 5 mesi fa

    Articolo che si basa, come già detto da qualcuno, su notizie superficiali e che sottende che il calo di Novak sia dovuto al rientro di Nadal e Federer, quasi a non sopportare che loro gli abbiano rubato la scena. Quando si scrive di un tennista la documentazione approfondita dovrebbe stare alla base di ogni ragionamento e qui manca del tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 5 mesi fa

      Mi scusi, ma quale documentazione approfondita avrei dovuto utilizzare per scrivere un articolo sull’attuale condizione di Djokovic?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giuliana Cau - 5 mesi fa

      L’attuale condizione di Djokovic deriva da problemi fisici e familiari ben noti, non dal fatto che Nadal e Federer, in ripresa, lo hanno buttato in depressione. Tra l’altro “gommoso e soporifero” sono aggettivi poco congrui ai canoni giornalistici e li abbiamo letti almeno 500 volte su di lui e sempre dalla stessa penna. XD

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Tennis Circus - 5 mesi fa

      Ma chi ha detto questo? I nomi di Nadal e Federer sono stati utilizzati soltanto per far notare come i due giocatori che sembravano finiti ora si trovano in testa alla race, mentre Djokovic, che l’anno scorso dominava, sembra essere sprofondato.
      Detto ciò, se la mia penna la annoia così tanto, è liberissima di non leggerla più

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Giuliana Cau - 5 mesi fa

      Quando si mette un like, in una pagina che sommariamente è molto bella, compare tutto. Ci provo ad evitare le rubrica, ma spesso è difficile dati gli argomenti trattati e come vengono trattati. Senza rancore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Matteo Nicoli - 5 mesi fa

      Peró perdonate, definire Nadal vecchietto quando tra Nole e Rafa ci sono 11 mesi (29 anni Nole e 30 Rafa) di differenza mi sembra esagerato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Perché è rientrato a Nadal?? The King Roger si..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. Giuliana Cau - 5 mesi fa

      Appunto Mischerù Daurè Gahan …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Maria Rugolo - 5 mesi fa

    Che strano c’e’ stato un anno che era imbattibile non so cosa gli sia successo si parlava che avesse problemi con la moglie. Speriamo torni presto mi dispiace abbiamo bisogno tutti come gli amanti del tennis di vedere delle belle partite e allora in bocca al lupo ti aspettiamo………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Rafa Mbt - 5 mesi fa

    Nole tornerà come prima è troppo forte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Marco De Salve - 5 mesi fa

    Queste sono le classiche analisi superficiali di chi mette assieme notizie prese qua e là senza capire nemmeno il significato…recensione di chi non si sa immedesimare nella sua situazione…e di chi non ha capito che è uno sport individuale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tennis Circus - 5 mesi fa

      Quindi questo sarebbe un insensato collage di notizie prese qua e là? Interessante.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco De Salve - 5 mesi fa

      Si…fra l’altro le notizie prese come quella minchiata del guru, sono le classiche di chi guarda djokovic solo per quello che fa in campo…ma non per quello che porta per la testa…e le motivazioni reali che lo hanno portato a perdere spesso…la notizia dell’impegno in allenamento…la separazione con Boris e la concentrazione sulla sua famiglia????non vi dicono niente???state pure a guardare solo il campo o il guru…o seno andate a parlare di calcio che è meglio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Enzo Fontanini - 5 mesi fa

    ….Solo ROGER!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Andrea Beltrami - 5 mesi fa

    Io non tifo x Nole….il Re é uno solo e é svizzero….xo cazzo provate a giocarci voi con l’epicondilite…semplicemente non puoi giocare, perdi forza, sensibilità…insomma sei a pezzi. Poi potete fare tutte le cangetture che volete ma la verità é che se hai male al gomito non puoi giocare a tennis.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Moreno Marino - 5 mesi fa

    Vegano….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Giorgio Zimbaro - 5 mesi fa

    La riprova di un concetto elementare:
    se la testa non è libera non puoi giocare a tennis. Non ai massimi livelli. Altro che gomito…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Matteo Nicoli - 5 mesi fa

      Assolutamente d’accordo con te Giorgio, a volte i problemi fisici provengo anche da “questioni di testa”. Penso anche che il 18esimo titolo Slam di Roger abbia dato una bella mazzata. Ha comunque 30 anni e tempo per riprendersi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Susanna Mondin - 5 mesi fa

    Umano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Susanna Mondin - 5 mesi fa

    Umani anche lui ….sempre notevole !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Davide Del Gallo - 5 mesi fa

    È andato anche oltre quello che realmente vale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Emanuela Anelli - 5 mesi fa

    Sempre il numero 1

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Toto D'ambrosio - 5 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Alan Casazza - 5 mesi fa

    Sarà sempre numero 1

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Carmelo Mazzeo - 5 mesi fa

    ..analisi ineccepibile. ..purtroppo ..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy