Federer sull’importanza della salute mentale nel tennis

Il campione svizzero si è espresso sull’importanza di non lasciare da soli quei tennisti la cui salute mentale è più debole rispetto ad altri

di Gabriele Congedo

Roger Federer ha recentemente rilasciato delle dichiarazioni riguardo al fatto che la salute mentale nel tennis non è discussa come dovrebbe, e le si dovrebbe dare più importanza. Come sappiamo, la vita del tennista è fatta di continui viaggi e spostamenti e di tanta solitudine, non solo in campo, ma anche al di fuori. In passato è capitato che qualche giocatore sia uscito allo scoperto su questo tema, ma era stato tacciato come debole; ultimamente, tuttavia, sembra che la situazione stia migliorando.

Queste le parole del 20 volte vincitore Slam: “Non dobbiamo dimenticarci che ci sono tennisti in difficoltà sotto il profilo mentale, e dovremmo dare alla salute mentale nel tennis maggiore rilevanza e sostenerci l’un l’altro”.

A tale proposito, un caso eclatante è stato quello dello statunitense Mardy Fish, ex top 10, che prima del suo match di quarti di finale agli U.S. Open del 2012, proprio contro Federer, ebbe un vero e proprio attacco di panico, e si riuscì a calmare solo quando la moglie lo convinse a non scendere in campo; in seguito si venne a sapere che Fish soffriva di ansia e depressione.

Mardy Fish

Nel nostro sport la debolezza viene vista come un peccato. Ma la carriera tennistica è ben più di giocare davanti ad un grande pubblico, è fatta di routine davvero incessanti: Le stesse città, gli stessi stadi, gli stessi aeroporti, gli stessi hotel e le stesse domande. Ci sono sempre paure, preoccupazioni, solitudine e demoni interiori nel nostro bagaglio”  ebbe a dichiarare lo stesso Fish anni dopo.

L’ATP, in risposta alla sensibilizzazione di questo tema, ha deciso di aprire, in collaborazione con “Sporting Chance”, una linea diretta aperta 24 ore al giorno a cui i tennisti possono rivolgersi in caso di bisogno; la stessa ATP ha anche dato permesso ai giocatori di accedere a “Headspace”, un’azienda specializzata proprio nella salute mentale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy