In Cina non si giocherà più a tennis, almeno per tutto il 2020.

Le decisioni del governo cinese annullano di fatto tutti i tornei ATP e WTA precedentemente schedulati.

di Maurizio Petti

In Cina, quest’anno, non si giocherà più a tennis; la sintesi è questa.
Di seguito riportiamo le posizioni ufficiali dell’ATP e del WTA.

L’ATP ha annunciato ufficialmente che non ci saranno eventi del Tour che si terranno in Cina quest’anno, dopo che il governo cinese ha stabilito che nessun evento sportivo internazionale si svolgerà nel paese per il resto dell’anno.

I tornei annullati includono i Masters 1000 a Shanghai, l’ATP 500 di Pechino e  gli ATP 250 a Chengdu e Zhuhai.

“L’ATP ha annunciato la cancellazione dello ‘swing’ cinese del 2020, a seguito di una direttiva del governo cinese relativa agli eventi sportivi in ​​risposta alla pandemia di COVID-19”, ha dichiarato l’ATP nel suo comunicato stampa.

“La direttiva, pubblicata all’inizio di questo mese dall’Amministrazione generale dello sport in Cina, precisa che nessun evento sportivo internazionale avrà luogo in Cina per il resto dell’anno. Di conseguenza, il Rolex Shanghai Masters, l’unico torneo asiatico ATP Masters 1000, il China Open di Pechino, nonché i tornei di Chengdu Open e Zhuhai, non avranno luogo nel 2020. Oltre ai quattro eventi ATP Tour interessati, la direttiva si applica anche ad altri importanti eventi sportivi internazionali che si terranno in Cina”.

Il presidente dell’ATP Andrea Gaudenzi afferma di rispettare la decisione presa dal governo cinese: “Il nostro approccio durante questa pandemia è stato quello di seguire sempre le indicazioni locali durante l’organizzazione di eventi. Rispettiamo la decisione del governo cinese di fare ciò che è meglio per il Paese in risposta a una situazione globale senza precedenti”.

“È con il cuore pesante che annunciamo che i tornei ATP non si giocheranno in Cina quest’anno. Questi importanti eventi sono stati una pietra miliare nel calendario dell’ATP, e voglio ringraziare gli organizzatori per il loro impegno e la loro collaborazione”, ha continuato Gaudenzi; “I fan cinesi sono tra i più appassionati al mondo e so che i giocatori non vedranno l’ora che arrivi la prossima opportunità di giocare davanti a loro”.

Il tour è programmato per ricominciare ad agosto e l’ATP ora lavorerà sulla revisione del calendario dopo l’annullamento dello swing cinese.

“L’ATP continua a lavorare su un calendario rivisto per la sezione finale della stagione 2020, fino alle Nitto ATP Finals a novembre. Un ulteriore aggiornamento è previsto nelle prossime due settimane”.

Capitolo WTA.

A causa delle recente decisioni del governo cinese, non si terranno tutti e sette i tornei WTA che erano stati programmati in Cina sul calendario provvisorio WTA 2020.

In pratica, salteranno i seguenti tornei, precedentemente schedulati:

– Settimana del 12 ottobre – China Open (Pechino)
– Settimana del 19 ottobre – Dongfeng Motor Wuhan Open
– Settimana del 19 ottobre – Jiangxi Open (Nanchang)
– Settimana del 26 ottobre – Zhengzhou Open
– Settimana del 9 novembre – Shiseido WTA Finals Shenzhen
– Settimana del 16 novembre – Hengqin Life WTA Elite Trophy Zhuhai
– Settimana del 23 novembre – Guangzhou Open

Siamo estremamente delusi dal fatto che i nostri eventi in Cina non avranno luogo quest’anno, ha dichiarato Steve Simon, Presidente e CEO di WTA: Sfortunatamente, questa decisione include anche la cancellazione della Shiseido WTA Finals Shenzhen e, di conseguenza, la corrispondente Porsche Race a Shenzhen. Rispettiamo tuttavia la decisione presa e non vediamo l’ora di tornare in Cina il più presto possibile la prossima stagione”.

Simon ha aggiunto: “Vorremmo riconoscere gli sforzi significativi compiuti dagli organizzatori dei nostri tornei nella regione durante questo processo, insieme alla Chinese Tennis Association per la loro dedizione e impegno verso il WTA. Condividiamo la delusione di molti in tutto il mondo, e apprezziamo tutto il continuo supporto da parte dei nostri fan, mentre continuiamo a navigare a vista per il resto della stagione 2020”.

Il WTA rimane impegnato ad andare avanti con la pianificazione, che prevede di gestire il maggior numero di tornei e fornire quante più opportunità di gioco possibili in questa stagione.

Il Tour sta cercando di attuare alcune modifiche finali al calendario provvisorio, anche in considerazione delle restrizioni imposte dal governo in Cina.

Il WTA continua a monitorare attentamente la situazione e lavora con esperti medici; si continua a rimanere vigili nel gestire questa difficile situazione e giocare quanto più sarà possibile.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy