Andy Murray: “Se venissi chiamato in Coppa Davis, scenderei in campo”

Andy Murray: “Se venissi chiamato in Coppa Davis, scenderei in campo”

Andy Murray ha ricevuto una wc per il Master 1000 di Shangai e durante un’intervista ha parlato di un possibile scontro contro uno dei Big3 e della chiamata che potrebbe ricevere dal capitano di Coppa Davis.

di Luciano Nocera

Andy Murray ha ricevuto una wc per il Master 1000 di Shangai. Il britannico ha vinto il torneo più volte, dimostrando di essere uno dei migliori della sua generazione. Durante un’intervista, Murray ha parlato della possibilità di incontrare un Big3 e di giocare la Coppa Davis con la sua nazione.

Andy ha parlato di come affronterebbe un ipotetico scontro con uno dei Big3, che ha battuto nei momenti migliori della sua carriera: “Per molti anni ho affrontato Djokovic, Nadal e Federer. Anche se non li ho sempre sconfitti, infatti ho perso più volte rispetto a quante abbia vinto, in tutte quelle occasioni sono sceso in campo con la convinzione di poter vincere”.

Lo scozzese sa di avere poche probabilità di vittoria contro di loro in questo periodo: “Non mi piacerebbe gareggiare contro di loro scendendo in campo sapendo o credendo che non li batterei. Sarebbe una sfida difficile dal punto di vista psicologico. Devo essere paziente. Forse tra quattro o cinque mesi potrei essere lì in campo, a giocare contro di loro. Non ho perso la capacità di colpire bene la palla. Ho bisogno di stare molto meglio fisicamente e di essere più veloce in campo”.

Andy ha vinto la Coppa Davis con il suo paese nel 2015 contro il Belgio. Lo scozzese si è detto pronto ad una possibile chiamata da suo allenatore Leon Smith: “Se il capitano mi chiamasse, gareggerei, ma non voglio che lo faccia perché quattro anni fa abbiamo vinto ed ero importante. Vorrei aiutare la squadra ed essere presente nelle singole partite, ma se mi chiamassero per i doppi, andrei comunque ad aiutare il mio paese”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy