L’Atp 500 di Barcellona frenato dal Coronavirus: si disputerà a porte chiuse

L’Atp 500 di Barcellona frenato dal Coronavirus: si disputerà a porte chiuse

L’Atp 500 di Barcellona si disputerà a porte chiuse a causa del Covid-19. Stesso provvedimento per altri tre Challenger.

di Antonio Sepe

Dopo la cancellazione del Masters 1000 di Indian Wells a causa dell’allarme Coronavirus, altri eventi tennistici iniziano a subire le ripercussioni di questo virus ormai di portata globale. Si tratta dell’Atp 500 di Barcellona, in programma dal 20 aprile, e di altri tre Challenger – Marbella, Alicante e Murcia – che si disputeranno a porte chiuse. Nella mattinata dell’11 marzo è arrivata l’ufficialità da parte della Federazione Spagnola, che ha esteso il provvedimento a tutti i tornei che avranno luogo in Spagna fino al 30 aprile. L’obiettivo è limitare i contagi e cercare di tenere sotto controllo l’emergenza Coronavirus, che negli ultimi giorni ha interessato in maniera significativa la penisola iberica. Ciononostante, non è detto che il Masters 1000 di Madrid, in programma all’inizio di maggio, ne sia immune. C’è infatti il rischio concreto che anche la Caja Magica possa ospitare il torneo senza spettatori sugli spalti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy