Atp Metz/San Pietroburgo: Fognini avanti in 3, eliminato Fabbiano

Atp Metz/San Pietroburgo: Fognini avanti in 3, eliminato Fabbiano

Esordio vincente per Fabio Fognini, che in Russia ha sconfitto Mikhail Youznhy dopo 2 ore esatte di gioco. Eliminato invece Fabbiano, che ha ceduto in due set al tedesco Struff.

di Antonio Sepe

BENE FOGNINI- Ottimo esordio nel torneo di San Pietroburgo per l’azzurro Fognini, che aveva di fronte un cliente scomodo come Youzhny, ma é riuscito a spuntarla in tre set offrendo tratti di buon tennis, ma lasciando a desiderare sotto vari punti di vista. A dir la verità Fabio ha non ha giocato male, non ha commesso troppi errori e non é neppure andato male con il servizio; semplicemente si é equivalso con il suo avversario per quasi tutta la durata del match, ma da un giocatore come lui ci si aspetta di più e, se la prestazione in se non é stata così deludente, il contesto non lo ha aiutato. Ora, però, invece dell’ostico Kohlscreiber ci sarà l’abbordabile Berankis, contro il quale Fognini dovrà innalzare il livello del suo gioco in vista delle fasi finali del torneo, dove l’italiano dovrebbe arrivare senza faticare enormemente. Nel primo set, Fabio ha ottenuto il break decisivo nel terzo gioco e, malgrado una palla break concessa sul 43 in suo favore, é riuscito a chiudere in scioltezza per 64, pur non avendo sfruttato un set point sul 53. Nella seconda frazione, invece, il russo Youzhny non ha capitalizzato due palle break potenzialmente letali nel quarto gioco, ma ne ha offerto una molto velenosa sul 4 pari che avrebbe mandato Fabio a servire per il match: purtroppo il nostro Fognini non é stato abile a cogliere al volo l’occasione, anzi ha perso il servizio nel turno seguente ed ha ceduto il set per 6 giochi a 4. Infine, nel parziale decisivo, Fabio ha conquistato un break nel primo parziale ed ha difeso il suo vantaggio per tutto il set senza rischiare più di tanto, solo una palla break in favore del suo avversario nell’ottavo gioco, che però non ha condizionato l’andamento del match ed ha comunque permesso all’azzurro di chiudere 64 dopo un’estenuante battaglia che gli ha consumato diverse energie, che domani non potrà spendere in campo contro il lituano Berankis.

OUT FABBIANO- Si ferma purtroppo al secondo turno Thomas Fabbiano, che ieri aveva sconfitto brillantemente il russo Medvedev, ma oggi non è riuscito a ripetersi contro il tedesco Struff, tds 8, che si è imposto in due set. Malgrado il punteggio faccia presagire un primo parziale a senso unico, così non é stato, anzi Fabbiano é stato molto sfortunato in quanto ha avuto la chance per vincere i primi 4 games, ma ne ha portato a casa solamente uno; in particolare, si é trovato 0-40 sul servizio di Struff nel primo game, ma non é riuscito a portarlo a casa e per certi versi ha dato fiducia e coraggio al tedesco, che ha chiuso il primo set per 6 giochi a 1 nonostante un buon Fabbiano che non ha disdegnato. Nella seconda frazione di gioco, invece, ci sono stati ben 4 break nei primi altrettanti games, ma é stato proprio l’azzurro ad avere la chance di portarsi avanti, non sfruttando però la chance di break sul 32 in suo favore. Dopo un equilibrio ristabilito, Struff é comunque riuscito a brekkare il suo avversario nel nono game ed é andato a servire per il match, in un terminabile game che ha avuto al suo interno ben 3 palle break in favore di Fabbiano, ma che poi ha visto prevalere Struff, il quale ha chiuso al quarto match point.

ATP METZ- Si é aperta con una sorpresa la giornata odierna a Metz, ovvero con l’eliminazione della tds 4, Gilles Muller, che é stato estromesso dal torneo per mano di Nikoloz Basilashvili, che ha prevalso con un duplice 64. Successivamente, é stato il turno di Denis Istomin, che aveva sconfitto al turno precedente Gasquet, e di Masur, lucky loser entrato in tabellone in extremis. Contro ogni pronostico, l’uzbeko ha impiegato 2 ore e 32 minuti per avere la meglio e per approdare ai quarti, dove se la vedrà con il georgiano Basilashvili. In seguito, é sceso in campo un altro lucky loser, De Schepper, che ha vinto in due set il derby contro il connazionale Mahut, e poi ha portato a casa la vittoria anche Mischa Zverev, il quale ha liquidato con un doppio 64 lo svizzero Laaksonen ed ora affronterà proprio il francese De Schepper. Infine, é uscito vittorioso dal suo match Benoit Paire, che dopo aver dominato il giovane Tsitsipas nella giornata di ieri, oggi ha lasciato solamente 3 games allo spagnolo Granollers, che ha rimediato un pesante 61 62.2048x1536-fit_benoit-paire-dimanche-22-mai-2016-roland-garros

ATP SAN PIETROBURGO- Oltre ai due match che hanno visto protagonisti i due azzurri sopra citati, sono volti al termine altri 2 match, 3 se si considera il ritiro di Kohlschreiber, che non é neppure sceso in campo ed ha spianato la strada al lituano Berankis. Entrambi gli incontri conclusi, hanno avuto la durata di tre set e sono stati vinti da i tennisti favoriti: il primo ad alzare le braccia al cielo é stato Bautista Agut, che ha giocato un set alla pari con il brasiliano Dutra Silva, ma poi ha messo il piede sull’acceleratore ed é scappato nel terzo parziale, chiudendo 60. L’altro giocatore ad archiviare la pratica odierna é stato Viktor Troicki, che si é liberato a fatica di Pella. Il match é durato circa 2 ore e mezza ed é stato molto spumeggiante, ricco di capovolgimenti di fronte e, senza dubbio, non ha deluso le attese.

Atp Metz – Secondo turno

Basilashvili d Muller 64 64

Istomin d Maden 63 67 (8) 76 (0)

De Schepper d Mahut 64 75

Zverev d Laaksonen 64 64

Paire d Granollers 61 62

Atp San Pietroburgo – Secondo turno

Bautista Agut d Dutra Silva 64 46 60

Troicki d Pella 76 (3) 46 64

Berankis d Kohlschreiber walk over

Struff d Fabbiano 61 64

Fognini d Youzhny 64 46 64

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mohamed Boujnah - 2 anni fa

    Chi se ne frega per il primo … dispiace per Fabbiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy