Atp Washington DC: è la settimana di Nick Kyrgios! Medvedev si arrende in finale

Atp Washington DC: è la settimana di Nick Kyrgios! Medvedev si arrende in finale

Nick Kyrgios conquista due tie-break e sconfigge Medvedev nella finale dell’Atp 500 di Washington DC. Sesto titolo in carriera per l’australiano, che grazie a questo risultato farà ritorno in Top 30.

di Antonio Sepe

Quando Nick Kyrgios trova la settimana giusta non ce n’è per nessuno. Lo sa bene – o almeno da oggi lo saprà – anche Daniil Medvedev, che ha perso la finale odierna senza mai cedere il servizio, arrendendosi solamente al tie-break in entrambi i set. Dopo il brillante cammino in quel di Acapulco, dove aveva conquistato il titolo in febbraio, l’australiano riesce a ripetersi nella capitale degli States e si aggiudica il secondo titolo in stagione, nonché il secondo Atp 500. Proprio in virtù di ciò i punti guadagnati da Kyrgios in classifica non sono pochi, tanto da permettergli di far ritorno in Top 30, alla 27ª posizione. Nick vince divertendosi e facendo divertire e, seppur non abbia dato spettacolo quanto nella semifinale contro Tsitsipas, ovviamente anche per via della differente posta in palio, il tennista di Canberra ha deliziato gli spettatori con delle giocate spaziali anche quest’oggi, prima di concludere il match con quello che ormai è diventato il suo marchio di fabbrica in questi ultimi giorni, vale a dire il consulto con un tifoso su dove servire in occasione del match point. Anche quest’oggi è andata bene a Kyrgios, consigliato perfettamente da una signora in prima fila, che ha chiuso con il servizio conquistando un altro titolo su cemento – tutti e sei sono arrivati su questa superficie – e succedendo nell’albo d’oro a Sascha Zverev, l’avversario battuto nell’altra finale vinta in stagione. Settimana davvero positiva per l’australiano, che ha riscosso particolare successo tra gli appassionati, riscattandosi dopo alcuni comportamenti in passato non molto graditi. Lo spettacolo che offre in campo e l’unicità dei suoi match, però, non possono che far piacere alla gente, la quale si diverte e spesso si vede strappare un sorriso.

Finale avara di palle break e dominata dai servizi, non a caso in entrambi i set è stato necessario l’intervento del tie-break per rompere l’equilibrio. Nella frazione inaugurale, solamente in un’occasione il ricevitore è arrivato a 30, in questo caso Medvedev, mentre Kyrgios ha conquistato appena un punto in sei games. Nel jeu decisif, invece, la situazione si è totalmente capovolta, con il russo che ha dilapidato un vantaggio di ben due minibreak, concedendo ben tre punti in risposta al suo avversario e commettendo diversi errori gravissimi che lo hanno condannato. Nonostante un set point a suo favore, il suo avversario si è imposto per 8-6. Nel secondo parziale, invece, i servizi sono stati meno incisivi, o quanto meno i ricevitori sono stati più bravi, ma ciononostante di break point non ce n’è stata neppure l’ombra. L’australiano è stato quello che è andato più vicino ad assaporarne il gusto, trovandosi 30-0 sul turno di servizio dell’avversario, ma un glaciale Medvedev ha subito riportato tutto alla normalità. Nel tie-break, ancora una volta è stato Kyrgios ad essere più cinico, mettendo a segno l’allungo decisivo prima di chiudere con un ace, il numero 18 dell’incontro.

N. Kyrgios b. D. Medvedev 76(6) 76(4)

46 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Sonia Saquinga - 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Quando sembrava un ex giocatore ti va a sconfiggere due dei probabili top ten almeno x altri 5 o 6 anni, e si porta a casa un atp 500…… sempre fuori dagli schemi, ed è un bene…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Quando sembrava un ex giocatore ti va a sconfiggere due dei probabili top ten almeno x altri 5 o 6 anni, e si porta a casa un atp 500…… sempre fuori dagli schemi, ed è un bene…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Quando sembrava un ex giocatore ti va a sconfiggere due dei probabili top ten almeno x altri 5 o 6 anni, e si porta a casa un atp 500…… sempre fuori dagli schemi, ed è un bene…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Sergio Zito - 2 mesi fa

    È e rimarrà un demente a vita…niente a che vedere con un tennista simile come per esempio Monfils…che si diverte ogni tanto a fare gli stessi numeri da circo ma con tutt’altro atteggiamento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Alessandro Pintus - 2 mesi fa

    Pazzo indisciplinato ma fenonemeno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Alessandro Pintus - 2 mesi fa

    Pazzo indisciplinato ma fenonemeno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Felix Fox - 2 mesi fa

    Matto ma bravo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Felix Fox - 2 mesi fa

    Matto ma bravo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Michele Turso - 2 mesi fa

    grazie nick

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Maurizio Petti - 2 mesi fa

    Immenso nick dopo il re è l’unico per cui valga la pena guardare un match di tennis, in questo momento storico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Maurizio Petti - 2 mesi fa

    Immenso nick dopo il re è l’unico per cui valga la pena guardare un match di tennis, in questo momento storico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Paolo Maoggi - 2 mesi fa

    Ma lasciatelo in pace che ci divertiamo un mare!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Federico Ducci - 2 mesi fa

    N1!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Davide Di Lella - 2 mesi fa

    Continuate a criticarlo manco foste i suoi genitori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Davide Di Lella - 2 mesi fa

    Continuate a criticarlo manco foste i suoi genitori

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy