Berrettini, a Vienna per vedere Londra sempre più vicina

Berrettini, a Vienna per vedere Londra sempre più vicina

Con la bella vittoria in rimonta di ieri su Edmund, il giovane romano può ora giocare per guadagnare punti preziosi nella Race to London. Ma ora c’è da battere Dimitrov

di Gabriele Congedo

Matteo Berrettini ha colto una bella ed importante vittoria ieri nel primo turno dell’ Erste Bank Open, torneo ATP500 in corso sui campi veloci indoor di Vienna. Il romano n.11 del mondo ha infatti sconfitto il britannico Kyle Edmund, avversario tutt’altro che semplice da affrontare, con il punteggio di 3/6 6/3 6/4 in due ore e sei minuti di gioco,  ed è in piena corsa per qualificarsi come ottavo giocatore per le Nitto ATP Finals in programma a Londra a Novembre.

Berrettini, alla sua prima apparizione nel torneo ATP500 di Vienna, e con il suo best rank nuovo di zecca di n.11 del mondo, ha servito 10 ace e salvato quattro palle break su cinque nel match di ieri contro Edmund, e nel terzo e decisivo parziale non ha concesso nessuna chance di brekkare al suo avversario, dopo che invece un break in apertura di primo set era costato al tennista romano la perdita del parziale. Inoltre, una rotazione anomala della caviglia durante una fase di gioco aveva fatto temere il peggio, in quanto Matteo era dolorante e aveva chiamato il medical time out.

Tuttavia, il 23enne romano è stato bravissimo a riprendersi e ad elevare il suo gioco, contenendo il diritto pericoloso di Edmund, spingendo con il suo diritto e prendendo la rete diverse volte, dove ha giocato delle volee di qualità e fattura pregevoli. Una vittoria importante, sia per la dinamica con cui è avvenuta, ed anche perchè ora l’allievo di Vincenzo Santopadre ha la possibilità di guadagnare altri punti importanti per la Race to London, con ancora solo due settimane a disposizione.

Infatti, Berrettini non aggiunge nessun punto per la Race to London con la vittoria di ieri, ma potrebbe aggiungerne 45 al totale qualora raggiungesse i quarti di finale nella Capitale austriaca. Tuttavia, il prossimo avversario è tutt’altro che facile da battere: l’azzurro se la vedrà infatti con Grigor Dimitrov, vincitore delle ATP Finals e n.3 del mondo nel 2017, e che ieri ha colto la sua 300ma vittoria nel circuito maggiore eliminando Damir Dzumhur con il punteggio di 6/3 7/5.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy