Daniil Medvedev: “I big hanno qualcosa in più rispetto a noi”

Daniil Medvedev: “I big hanno qualcosa in più rispetto a noi”

Delusione e consapevolezza per Daniil Medvedev dopo la netta sconfitta contro Rafael Nadal, che, secondo il russo, ha disputato un match incredibile.

di Andrea Lombardo

C’è grande delusione mista a soddisfazione sul volto di Daniil Medvedev, che ha raggiunto e perso la sua prima finale in un Masters 1000 a Toronto contro Rafael Nadal. Queste le parole del russo dopo la sconfitta: “Sapevo che oggi sarebbe stata dura, non è la prima volta che affronto uno dei Big 3.
Probabilmente non sono riuscito a giocare il mio miglior tennis, ma Rafael oggi è stato incredibile. Devo riguardare la partita in televisione ma complimenti a lui, io ho iniziato bene il match e poi è andata sempre peggio. Rimane uno dei tornei migliori che io abbia mai giocato, l’altro è Tokyo, l’unico ATP 500 che ho vinto in carriera. Ovviamente raggiungere la finale di un Masters 1000 è qualcosa di straordinario, ma si è sempre tristi quando non si vince il torneo. Anche se perdi in una finale di uno slam, sei triste”.

Medvedev ha poi parlato della difficoltà dell’affrontare giocatori del calibro di Federer, Nadal e Djokovic: “I big hanno qualcosa migliore rispetto a noi. È stato difficile affrontare Rafa, la mia tattica era giocare palle profonde e non fargli colpire palle facili. Quest’anno però finalmente ho battuto Novak sulla terra, che non è nemmeno la mia superficie migliore. Era la quarta volta che lo affrontavo, ero sempre più vicino alla vittoria e alla fine ce l’ho fatta. Devo solo andare più in fondo nei tornei e affrontare questi giocatori più volte, in questo modo troverò il mio ritmo e la mia tattica per batterli”.

Per consolarsi dopo la sconfitta, Daniil Medvedev potrà finalmente mangiare il suo cibo preferito, non consigliato durante i tornei: “Amo lo zucchero. Può essere complicato per me non mangiarlo durante il torneo. Forse un piccolo pezzo di torta non avrebbe cambiato il risultato di oggi o di ieri. Sto cercando di essere professionale ma stasera un tiramisù e della panna cotta non me la toglie nessuno”.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rosario Occhipinti - 6 giorni fa

    Ci sarà un motivo per cui si chiamino Big suppongo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Rosario Occhipinti - 6 giorni fa

    Ci sarà un motivo per cui si chiamino Big suppongo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ricky Ric - 6 giorni fa

    si caro… palle, mentalità, testa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ricky Ric - 6 giorni fa

    si caro… palle, mentalità, testa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ricky Ric - 6 giorni fa

    si caro… palle, mentalità, testa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ricky Ric - 6 giorni fa

    si caro… palle, mentalità, testa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Ricky Ric - 6 giorni fa

    si caro… palle, mentalità, testa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ricky Ric - 6 giorni fa

    si caro… palle, mentalità, testa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ricky Ric - 6 giorni fa

    si caro… palle, mentalità, testa!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy