Federer ammette: “So di non essere eterno. Spesso mi interrogo sul mio futuro”

Federer ammette: “So di non essere eterno. Spesso mi interrogo sul mio futuro”

Il tennista svizzero affronta la questione relativa al ritiro dalle competizioni, rivelando di interrogarsi spesso sul suo futuro da quando è diventato papà per la prima volta nel 2009.

di Sebastiano De Caro, @seba_de_caro

Roger Federer e il tema ritiro. Una questione affrontata più volte da quando il campione svizzero è tornato a competere ai massimi livelli del tennis mondiale dopo un periodo difficile.

Il 38enne di Basilea ha ammesso di prendere spesso in considerazione il suo futuro, chiarendo, però, che l’addio alla racchetta non è un’ipotesi prossima: “So di non essere eterno, è normale, e ad essere sincero è da quando sono nate le mie figlie nel 2009 che ho iniziato a interrogarmi sulla mia vita da sportivo. Poi il mio corpo mi dà buoni segni, la famiglia mi sostiene e tutti sono felici di viaggiare per il mondo con me. Questo è fondamentale. Quando il corpo non reggerà più e la mia famiglia sarà stanca, mi fermerò. Ma non credo che accadrà presto“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy