John McEnroe: “Per Murray giocare in Australia senza dolori sarebbe una vittoria”

John McEnroe: “Per Murray giocare in Australia senza dolori sarebbe una vittoria”

John McEnroe parla del primo slam stagionale e individua Novak Djokovic e Serena Williams come grandi favoriti alla vittoria finale.

di Jonathan Zucchetti, @J_Zucchetti

L’ex numero 1 al mondo John McEnroe ha recentemente parlato degli Australian Open, indicando i propri favoriti alla conquista del titolo oltre che della situazione dell’infortunio di Andy Murray, il quale gli ha impedito di giocare regolarmente nell’ultimo anno e mezzo.

L’americano ha analizzato l’attuale stato di salute dello scozzese, facendo un paragone con una lesione uguale che egli stesso ebbe da giocatore: “Se Andy non sarà al 100% fisicamente, sarà difficile per lui. Ho avuto anche io problemi all’anca quando avevo 26 anni ma non mi sono operato come lui, quindi penso che il suo sia più serio di quello che ho avuto. Mi ha influenzato per il resto della mia carriera, e oserei dire che pure ora ne risento. E’ sempre difficile tornare dopo un brutto infortunio: penso che sia in Australia solo per riuscire a giocare senza dolori, perché sarebbe già come una vittoria“.

“Murray è un fenomeno di questo sport”, continua McEnroe, “ma penso che nessuno la vedesse così fino a 7 anni fa.  Ora sta tornando da una situazione molto difficile, e può essere frustrante per lui, ma non mi sorprenderebbe vederlo di nuovo al meglio in uno o due anni. Questi giocatori sono di tutto un altro calibro: se sono tornati sia Djokovic che Nadal che Federer, perché non può farlo Murray?“.

gettyimages-1037886428-1024x1024

Per il numero uno al mondo nel 1980, il favorito a Melbourne è Novak Djokovic: “Gli Australian Open sono uno slam imprevedibile, perché non si conosce lo stato di forma dei giocatori. Nadal è tutt’ora un’incognita, mentre Murray e Wawrinka stanno recuperando la forma. Se dovessi decidere un favorito, sarebbe Djokovic, perché ha sempre giocato bene qua e ha già vinto 6 volte il titolo. Di certo bisognerà tenere d’occhio anche Federer, perché ha giocato benissimo in Hopman Cup”.

Infine, l’americano, che non vinse mai a Melbourne Park, ha parlato del torneo australiano dal punto di vista femminile: “Il torneo femminile è ancora più imprevedibile. E’ difficile per me non scegliere Serena, dopo la prestazione di New York. L’ultima volta era in grande forma, e sappiamo come reagisce negli slam davanti alle avversità. Non possiamo, però, dimenticarci di giocatrici come Halep, Osaka o Svitolina, penso siano almeno 15 le ragazze che potrebbero vincere“, conclude.

Fonte: puntodebreak.com

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massimo Maddaloni - 6 mesi fa

    SperiamoRafa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone Maselli - 6 mesi fa

    che seccia…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy