Andy Murray annuncia il ritiro

Andy Murray annuncia il ritiro

Lo scozzese nel corso della conferenza stampa che si è tenuta a Melbourne, ha annunciato in lacrime la fine della sua carriera.

di Fabrizio Messina

Un commovente Andy Murray ha annunciato in lacrime la decisione di mettere la parola fine alla carriera da professionista. Durante la conferenza stampa che si è tenuta nella notte italiana a Malbourne, lo scozzese è scoppiato in lacrime dopo la prima domanda che gli è stata posta: “Come ti senti, e come procede il recupero dalla lesione all’anca?” Murray, si ricorda, ha giocato qualche giorno fa un match di allenamento contro Novak Djokovic, non avendo, tuttavia, delle buone sensazioni. “Sì, non è eccezionale“, ha risposto l’ex numero uno del ranking, con voce tremolante. Il tempo di ricomporsi ed ecco che tutti i sospetti già sollevati tempo fa dalla madre del giocatore, Judy Murray, sono venuti tristemente a galla. Andy in buona sostanza non è più riuscito a riprendersi completamente dal problema all’anca. A tal riguardo ha affermato: “Il dolore non mi permette di giocare, sia che si tratti di un match serio sia nel caso di una sessione di allenamento. Wimbledon è il luogo in cui mi piacerebbe smettere di giocare, ma non sono certo di essere in grado di farlo“. Murray ha dichiarato che la decisione di porre fine alla propria carriera sia stata maturata nel corso del periodo di off season, “avevo parlato al mio team e gli avevo detto che non posso continuare ad andare aventi così. Non mi sento bene, ho lottato per molto tempo, non sono sicuro di poter sopportare il dolore per altri quattro o cinque mesi.”

Con il successo su Novak Djokovic, conseguito in occasione della finale di Wimbledon del 2013, Andy Murray era divenuto il primo suddito di sua maestà, 77 anni dopo il celebre Fred Perry. Titolo poi conquistato nuovamente nel 2016. Ma non solo. A questi due titoli aveva aggiunto due medaglie d’oro olimpiche, la prima raggiunta in singolare, proprio a Londra nel 2012. E poi a Rio, nel 2016. Anno in cui, con una incredibile rimonta di oltre 8000 punti, aveva sorpassato Novak Djokovic, diventanto il numero uno del ranking ATP. Per lui c’era stato anche il successo agli Us Open, nell’edizione del 2012, a seguito della collaborazione fruttuosa con Ivan Lendl (autore e artefice anche di altri successi dello scozzese). Infine, va ricordata la collaborazione con Amelie Mauresmo e la sua strenua battaglia in favore del tennis femminile. Di certo ha rappresentato un esempio all’interno del mondo tennistico e un eroe sportivo per la Gran Bretagna, a cui, in coppia con il fratello, aveva regalato la Coppa Davis del 2015. Per il circuito professionistico e per lo sport in generale si tratta di una grande perdita.

45 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mimma Salerno - 7 mesi fa

    Rimani sempre un grande del tennis auguri x la tua vita

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giuseppina Brunetti - 7 mesi fa

    Peccato. Anche lui nella storia del tennis mondiale. Auguri x tutto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Padri Ripadri - 7 mesi fa

    Peccato…il tennis perde un grandissimo talento ma la salute sempre al primo posto…buona vita Andy

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Federica Sueri - 7 mesi fa

    Diciamo che non mi sorprende, questa notizia, ma mi dispiace tantissimo. Sarà sempre uno dei Fantastici 4 per me.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Federica Sueri - 7 mesi fa

    Ha dato moltissimo al tennis e reso grande il suo Paese dopo decenni di oblio: grazie di tutto, Andy.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Anna Galbani - 7 mesi fa

    Dispiace…auguri per una pronta guarigione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Liliana Cuciureanu - 7 mesi fa

    Auguri campione!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Nuccia Aguzzoli - 7 mesi fa

    Mi dispiace,peccato!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Raffaele Fracassi - 7 mesi fa

    Questa notizia mi ha scioccato, e questo frammento di intervista mi ha davvero rattristato.
    In quelle lacrime copiose, tutta la tristezza e la disperazione di chi oramai si è arreso, e sa che non potrà mai più tornare a fare quello per cui è nato nel modo che merita.
    Andy Murray annuncia il ritiro imminente dal tennis professionistico, tali sono le limitazioni ed il dolore che da 20 mesi non gli danno tregua, nonostante trattamenti, terapie ed interventi alla sua anca destra, troppo danneggiata.
    Si ritira uno dei Fab4, il più “debole” dei 4, per quanto sia assurdo affiancare l’aggettivo debole ad uno che, nell’epoca dei 3 dominatori assoluti, è riuscito a vincere 3 Slam, 14 Master 1000, 2 medaglie d’oro olimpiche e le ATP Finals, diventando numero 1 del mondo.
    Tennista straordinario, secondo per completezza, tecnica e sensibilità solo a Federer, dalla fisicità imponente e dalla tenacia straordinaria.
    Andy, scozzese di nascita ma inglese di adozione (specialmente dopo aver vinto Wimbledon 76 anni dopo l’ultimo britannico), è sempre stato estremamente vero, sul campo e fuori, anche mostrando i suoi lati negativi, ed è proprio la sua trasparenza a farlo apprezzare da tutti, oltre ovviamente al suo tennis vario e poliedrico.
    Proverà ad arrivare al suo adorato Wimbledon, ma in queste condizioni potrebbe giocare il suo ultimo torneo proprio in Australia, dove ha perso ben 5 finali.
    Grazie, Andy.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Claudia Piscaglia - 7 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Spero per Andy ci possa essere un epilogo a Wimbledon. Tutto ciò che ha fatto rimane nei ricordi di moltissime persone e dispiace non possa dimostrare ulteriormente il suo valore!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Leonida Renzi - 7 mesi fa

    Mi dispiace, ti auguro il meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Marisa Volpe - 7 mesi fa

    Mi spiace…speravo di rivederti…grazie per il tuo tennis!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Ale Poli - 7 mesi fa

    Mi dispiace moltissimo grande uomo ❤️

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Vera Angioi - 7 mesi fa

    Su con la vita .Resterai sempre un grande campione.Auguri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Gloria Pellegrini - 7 mesi fa

    Noooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Giorgio Codeluppi - 7 mesi fa

    Mi dispiace , in bocca al lupo campione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Carla Sottocorno - 7 mesi fa

    Una scelta.molto difficile ma mi auguro che tu possa migliorare e così continuare a giocare. Auguro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Roberta Malosso - 7 mesi fa

    Mi spiace…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Viviana Colnaghi - 7 mesi fa

    nooooooo mi dispiace tantissimo…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Maurizia Guidi - 7 mesi fa

    Peccato per lui e per il tennis !Auguri!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Silvio Mia - 7 mesi fa

    Mi spiace. Per 10 anni ha fatto parte dei magnifici quattro e le sue vittorie ne sono la conferma…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Giovanni Picciuti - 7 mesi fa

    Mi dispiace tanto!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Luigi Delussu - 7 mesi fa

    Mai stato suo tifoso ma è una notizia triste.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Leonardo Manferdini - 7 mesi fa

    Che peccato forza Andy

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Alessandro Casagni - 7 mesi fa

    Edoardo Torraca hai dato tutto, grazie campione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Laura Siboldi - 7 mesi fa

    Che peccato…
    Nn sono una sua tifosa ma dispiace….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Loretta Borel - 7 mesi fa

    Purtroppo anche Kuerten ha dovuto ritirarsi. Peccato due grandi campioni !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Adriano Petrignani - 7 mesi fa

    Era veramente evidente, almeno per quanto mi riguarda, che l’impostazione di alcuni colpi come il dritto e il servizio andava rivista in passato. Lo sfruttamento delle anche era molto pronunciato, forse a posteriori qualcosa si poteva rivedere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Manuele Massetani - 7 mesi fa

      Soprattutto nel dritto…. In piena open stance tutto d’anca….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Ennio Adele Greco - 7 mesi fa

    Lo avranno spremuto in maniera esagerata ? Il suo tennis molto dispendioso e faticoso che richiedeva una grandissima preparazione fisica e atletica . In campo sempre un “ signore “
    Un vero protagonista del tennis mondiale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sandra Cedrati - 7 mesi fa

      Ennio Adele Greco vero

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Dario La Ferrara - 7 mesi fa

    Uno che ha vinto 3 Slam 14 mille e due ori olimpici tanto rispetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Francesco Lionetti - 7 mesi fa

      Dario La Ferrara un master e la davis

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Dario La Ferrara - 7 mesi fa

      Francesco Lionetti infatti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Maria Francesca Cocca - 7 mesi fa

    Un anno ad oggi sono stata operata all’anca… protesi totale.. so cosa significa e mi dispiace veramente tanto per lui… chi ha la passione per lo sport e l ha praticato per tanto tempo soffre due volte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Carla Viganò - 7 mesi fa

    Peccato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Cardo Cesc - 7 mesi fa

    Leo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leo Cardone - 7 mesi fa

      Cardo Cesc che peccato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Angela Serusi - 7 mesi fa

    Triste sentirlo così, un grande atleta tradito dal suo stesso corpo, mi dispiace tantissimo per lui e per il tennis

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Luca Margheri - 7 mesi fa

    Niccolò Mencarelli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. Giuliana Cau - 7 mesi fa

    Un vero peccato. Era nell’aria, perché l’anca purtroppo non perdona. Un grandissimo giocatore, “colpevole” (☺) solo di essere nato nella stessa era dei Fab 3. A me, personalmente, mancherà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lexy Anne - 7 mesi fa

      Mai stata tifosa di Murray, anzi mi stava piuttosto antipatico con quel aria british, ultimamente lo trovo più simpatico, comunque dispiace molto soprattutto perché sarà una strada in salita per lui anche fuori campo. Condivido pienamente il discorso sul fatto che è nato nell epoca sbagliata, ha fatto quello che si poteva fare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Mannaggia….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy