Matteo Berrettini non giocherà l’Atp Cup. A lui e a Jannik Sinner il premio degli Atp Awards

Matteo Berrettini non giocherà l’Atp Cup. A lui e a Jannik Sinner il premio degli Atp Awards

L’italiano ha annunciato che non sarà presente al torneo per nazioni in programma dal 3 al 12 gennaio; insieme al giovane altoatesino è stato premiato agli ultimi Atp Awards.

di Michele Alinovi, @MicheleAlinovi1

Matteo Berrettini non giocherà l’ATP Cup, ma esordirà nel 2020 agli Australian Open, primo Slam della stagione. Il tennista romano, classe ’96, n. 8 della stagione, ha detto di avere “un problema agli addominali”, ma ha assicurato che non è nulla di serio, solo una “precauzione”. Lo ha confermato anche il suo coach, Vincenzo Santopadre, ai microfoni di Ubitennis, che ha tranquillizzato sulla natura dell’infortunio, aggiungendo che la decisione è stata presa “per non rischiare” di compromettere i primi appuntamenti della nuova stagione, dove l’azzurro a tanto da difendere. Anche la presenza di Fabio Fognini, n. 12, è in dubbio, ma per altri motivi: in quei giorni, infatti, dovrebbe nascere la secondogenita del ligure e di Flavia Pennetta. Al loro posto, la scelta del team italiano dovrebbe ricadere su Travaglia, Lorenzi, Giannessi e Bolelli (Sonego non è iscritto).

Nel frattempo, è arrivato un ottimo riconoscimento per il tennista romano, che quest’anno ha raggiunto gli ottavi a Wimbledon e la semifinale agli Us Open, oltre a vincere i titoli di Budapest e Stoccarda: è stato premiaot dall’Atp Awards come “Most Improved Player Of The Year”, cioè il giocatore che quest’anno ha fatto più progressi, volando dalla 54esima posizione di inizio anno fino alla top-ten.

Un altro italiano è stato premiato dall’Atp, come “Newcomer Of The  Year”, cioè rivelazione dell’anno: stiamo parlando ovviamente di Jannik Sinner, che dalla posizione n. 763 del 2018, nel 2019 ha conquistato il 72esimo posto, chiudendo con la bella vittoria alle NextGen Finals di Milano (battendo in finale l’australiano Alex De Minaur). Sinner, nato il 16 agosto 2001, e quindi 18enne, è il più giovane top-80 del ranking Atp dal lontano 2003, quando Rafael Nadal chiuse il 47esimo posto nel 2003.

Qui l’elenco completo dei premiati agli Atp Awards 2019:

  • NUMERO 1 ATP SINGOLARE: Rafael Nadal
  • NUMERO 1 ATP DOPPIO: Juan Sebastian Cabal & Robert Farah
  • COMEBACK PLAYER OF THE YEAR: Andy Murray (votato dai giocatori)
  • MOST IMPROVED PLAYER OF THE YEAR: Matteo Berrettini (votato dai giocatori)
  • NEWCOMER OF THE YEAR: Jannik Sinner (votato dai giocatori)
  • STEFAN EDBERG SPORTSMANSHIP AWARD: Rafael Nadal (votato da giocatori)
  • ARTHUR ASHE HUMANITARIAN AWARD: Kevin Anderson (assegnato dall’ATP)
  • ATP COACH OF THE YEAR: Gilles Cervara (votato dagli allenatori)
  • ATP FAN’S FAVOURITE AWARD SINGOLARE: Roger Federer (votato dai fan)
  • ATP FAN’S FAVOURITE AWARD DOPPIO: Mike Bryan & Bob Bryan (votato dai fan)
  • TIM GULLIKSON CAREER COACH AWARD: Tony Roche (votati dagli allenatori)
  • RON BOOKMAN MEDIA EXCELLENCE AWARD: Courtney Walsh (assegnato dall’ATP)
  • ATP WORLD TOUR MASTERS 1000 OF THE YEAR: Indian Wells (votato dai giocatori)
  • ATP WORLD TOUR 500 OF THE YEAR: Acapulco (votato dai giocatori)
  • ATP WORLD TOUR 250 OF THE YEAR: Doha (votato dai giocatori)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy