Nick Kyrgios pronto al debutto a Delray Beach: “Qui per vincere. Gli USA la mia seconda casa”

Nick Kyrgios è pronto per la stagione della consacrazione. Tanta fiducia suo stile gioco per l’australiano che nel suo debutto in Florida affronterà l’amico-rivale Tommy Paul. Per il futuro grandi progetti e obiettivi

di Diletta Barilla

Dopo aver dato forfait all’ATP di New York, Nick Kyrgios è pronto a scendere in campo in Florida per la nuova edizione  del Delray Beach International Tennis Championships.

Il tennista australiano, uno dei favoriti alla vigilia per la vittoria finale, ha incontrato i media alla vigila del suo debutto contro Tommy Paul: “È uno dei miei migliori amici del circuito e sono sicuro che davanti a lui abbia una grande carriera” poi ci scherza su: “Mi spiace solo che qui non potrà avere successo visto che già perderà al primo turno contro di me”. 

Gli Stati Uniti sono per lui una seconda casa e questo è sicuramente un fattore importante da prendere in considerazione per Nick Kyrgios nella scelta del suo personale calendario: “Provo sempre a giocare il maggior numero di tornei che posso in America. Ho tanti tifosi qui e il loro affetto è sicuramente un motivo in più per venire qui”. 

Gli USA sono anche patria del basket, lo sport preferito dell’australiano che per omaggiare Kobe Bryant – scomparso tragicamente lo scorso 26 gennaio – era sceso in campo agli Australian Open proprio indossando la canotta numero 8 dei Los Angeles Lakers.

Nick Kyrgios Bryant AO2020

L’infortunio alla spalla è ormai solo un lontano ricordo: “Mi sento molto meglio e spero davvero di riuscire a giocare senza fastidi. Ho grandi progetti in mente per questa stagione e so che se scendo in campo con lo stesso atteggiamento mostrato durante gli Australian Open posso puntare in alto già qui a Delray”.

Atteggiamenti al limite e uno stile di gioco non proprio convenzionale fanno di Nick Krygios un giocatore capace di dividere supporter e appassionati in due fazioni ben distinte: chi lo ama da una parte, chi lo detesta dall’altra. 

Lui sembra non farci troppo caso e tira dritto per la sua strada: “Ho molta fiducia in me e so di poter ottenere grandi risultati. Posso battere chiunque e lo ho dimostrato avendo successo anche contro i migliori del circuito. E tutto è merito del mio stile di gioco che è completamente diverso da quello dei miei avversari”.

Nick Kyrgios proverà quindi a iscrivere il suo nome nell’albo d’oro del torneo della Florida. La vittoria di un giocatore australiano manca ormai dal 1999 – quando, per la prima volta, dopo i sei anni a Coral Springs si giocò a Delray Beach – e a trionfare fu Lleyton Hewitt. Un’attesa che ha superato il decennio e che deve assolutamente finire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy