Per Djokovic la stagione continua con W come Wimbledon

Per Djokovic la stagione continua con W come Wimbledon

Il tennista serbo sembra non essere intenzionato a difendere la finale dello scorso anno al Queen’s né di accettare la wild card ad Halle in preparazione a Wimbledon, proseguendo invece la sua personale tradizione di arrivare direttamente agli Championships, fra le altre cose, anche decisamente winner, visti i tre titoli e la finale conquistati

di Anna Lamarina, @annalamarina

Ancora non c’è niente di ufficiale ma secondo Stuart Fraser di “Times sport” Novak Djokovic non parteciperà né ad Halle né al Queen’s Il n°1 del mondo dopo essersi consultato con il suo team ha deciso di non accettare nessuna wild card per i tornei della prossima settimana, e quindi di non  difendere la finale raggiunta l’anno scorso al torneo di preparazione a Wimbledon per eccellenza, al Queen’s Club, persa contro il croato Marin Cilic al terzo set.

Seppur inusuale comunque la scelta di Djokovic di non prendere parte a tornei sull’erba prima di Wimbledon attuata in questi ultimi 6 anni sembra essere stata un successo visto che ha vinto  tre titoli vinti e una finale.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Minelli Marco - 5 giorni fa

    Se non entra più in forma perde sicuramente anche da Nadal che invece è stratosferico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giovanni Picciuti - 6 giorni fa

    Forza Nole!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Colonnello Van Loon - 6 giorni fa

    4

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luka Radjenovic - 5 giorni fa

      3, l’ultimo Wimbledon vinto è arrivato appunto con un torneo di preparazione (Queen’s)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Colonnello Van Loon - 5 giorni fa

      Luka Radjenovic poco male 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Enrico Carrossino - 6 giorni fa

    mah, forse ce la può fare… Molto dipenderà da federer, ma se non dovesse ingranare dovrebbe avere strada pressochè libera

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy