Shanghai Rolex Masters: esordio vincente di Tsitsipas. Bene anche Zverev, Bautista Agut, Khachanov e Goffin

Shanghai Rolex Masters: esordio vincente di Tsitsipas. Bene anche Zverev, Bautista Agut, Khachanov e Goffin

I tennisti più accreditati sono avanzati agli ottavi di finale della competizione cinese.

di Redazione Tennis Circus

La cronacaStefanos Tsitsipas, al suo esordio nella competizione, si è affermato con un doppio tie break su Felix Auger-Aliassime. Si è trattato di un confronto equilibrato, in cui i due giovani talenti si sono affrontati a viso aperto, senza indugiare in periodi di gioco interlocutori. Nella prima frazione è stato Tsitsipas ad avere una partenza migliore, tanto da guadagnarsi un break al quarto gioco. Il suo avversario, tuttavia, non gli ha permesso di allungare nel punteggio, riuscendo a strappargli il contro break nel gioco seguente. In seguito si è instaurato un periodo in cui i due tennisti si sono equivalsi. Le sorti del parziale si sono dunque risolte al tie break, all’interno del quale l’ellenico ha fatto valere una migliore gestione dei turni di battuta. Di contro, Auger-Aliassime non ha esibito la medesima robustezza al servizio, non incidendo a sufficienza. Di conseguenza ha ceduto dei mini break fondamentali, che alla fine gli sono costati la frazione. La contesa è proseguita in maniera bilanciata e assai combattuta anche nel secondo parziale. Entrambi hanno condotto i rispettivi turni di battuta con determinazione. Solamente all’undicesimo gioco il canadese ha avuto qualche cedimento, a seguito della pressione esercitata da Tisitsipas di risposta al suo servizio. Così ha concesso tre palle break, di cui due ai vantaggi, che peraltro ha saputo annullare. Ancora una volta il tie break si è rivelato indispensabile per decidere a chi assegnare la vittoria della frazione. Di nuovo il giocatore di Atene ha fatto leva sulla capacità di gestire in modo più proficuo dei turni di battuta, conseguendo la vittoria finale piuttosto nettamente, con un altro 6-3.  Relativamente alle altre gare, Karen Khachanov, settima testa di serie del torneo, ha avuto ragione di Taylor Fritz, per 6-2 6-4. Il tennista moscovita ha condotto la gara secondo i propri piani, non incontrando quasi mai una forte resistenza da parte dello statunitense. Il suo prossimo avversario agli ottavi di finale sarà proprio Fabio Fognini. Anche Roberto Bautista Agut, ottavo favorito del tabellone, si è qualificato per la fase successiva del torneo. Nei confronti di Reilly Opelka si è imposto per 6-4 7-5. L’iberico se la vedrà con Matteo Berrettini per un posto ai quarti di finale.

Roberto Bautista Agut

Relativamente alla parte bassa del tabellone, nella sfida tra Alexander Zverev e Jeremy Chardy, il tennista nato ad Amburgo l’ha spuntata con un doppio tie break. Il transalpino si è rivelato un avversario più ostico del previsto. Soprattutto nella frazione inaugurale ha costretto il tedesco a tirare fuori il meglio di se per avere la meglio. Nel tie break decisivo Chardy ha avuto addirittura tre opportunità per fare propria la frazione. La seconda frazione è trascorsa similmente alla prima, ma la conduzione dello jèu decìsif questa volta è stata completamente favorevole al teutonico, che si è imposto per 7-3. Ad attenderlo agli ottavi ci sarà Andrej Rublev, il quale ha letteralmente travolto John Millman, con il punteggio di 6-2 6-0. Infine, David Goffin ha superato il turno a seguito del ritiro di Michail Kukuščkin, avvenuto verso la metà del secondo parziale. Il tennista di Liegi conduceva per 6-2 3-0

[6]S.Tsitsipas b. F.Auger-Aliassime 76(3) 76(3)

[7]K.Khachanov b. T.Fritz 62 64

[8]R.Bautista-Agut b. R.Opelka.

[5]A.Zverev b. J.Chardy 76(13) 76(3)

A.Rublev b. J.Millman 62 60

[13]D.Goffin b. M.Kukushkin 62 30(Rit.)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy