Shanghai Rolex Masters: Medvedev domina Zverev e fa suo il titolo

Shanghai Rolex Masters: Medvedev domina Zverev e fa suo il titolo

Daniil Medvedev si è aggiudicato il Masters 1000 di Shanghai. Nei confronti di Alexander Zverev ha esibito l’ennesima prova di forza, affermandosi con il punteggio di 6-4 6-1, in un’ora e quindici minuti di gioco.

di Federico Gasparella

La cronaca – Il tennista nato a Mosca ha iniziato il confronto a pieno regime, senza mostrare alcuna esitazione. All’interno dei propri turni di battuta ha offerto la oramai consueta sicurezza, conseguendo nella maggior parte dei casi il punto direttamente con la prima palla. Mentre di risposta è riuscito di frequente a contenere i temibili servizi realizzati dall’avversario nonché a prendere il comando degli scambi che sono susseguiti. In questa maniera già al secondo gioco si è procurato tre palle break di fila e alla seconda opportunità ha strappato il servizio al tedesco. Quest’ultimo di contro ha mostrato notevoli difficoltà ad emergere dei duelli da fondo campo e ad incidere in modo adeguato alla battuta. In numerose circostanze è rimasto schiacciato dalla pressione esercitata dal tennista russo, rimanendo in una condizione di gioco irrimediabilmente conservativa. Verso la metà del parziale, tuttavia, ha cercato di dare una scossa al confronto e di esprimersi con maggiore disinvoltura. Questo atteggiamento si è tradotto in una gestione molto più proficua dei turni di battuta e sulla possibilità di risultare pericoloso in quelli di risposta. Al quinto gioco, approfittando anche di un transitorio calo di tensione attraversato da Medvedev, ha ottenuto il contro break, capitalizzando l’ultima di cinque palle break avute a disposizione, di cui le prime tre avute d fila. In seguito la contesa ha preso una piega equilibrata ma soltanto per un breve periodo, in quanto il moscovita è tornato a spingere senza sosta i colpi e a mettere in seria difficoltà l’avversario all’interno dei propri turni di risposta. Al decimo gioco, sul punteggio di 5-4 in suo favore, non ha dato scampo a Zverev, costringendolo a concedergli una palla set, che ha saputo prontamente concretizzato.

Daniil Medvedev

La capacità di Medvedev di mantenere elevata l’intensità del proprio gioco e soprattutto di non incorrere in alcuna sbavatura rilevante, si è protratta anche nel secondo parziale. Al secondo game si è guadagnato il terzo break della partita, per poi giungere indisturbato sul punteggio di 3-0. Zverev a quel punto, come per gran parte dell’incontro fino ad allora, non è sembrato in grado di opporre delle contromisure efficaci e quindi di bilanciare le manovre offensive effettuate dal suo avversario. Nel game successivo ha compromesso definitivamente l’incontro, cedendo un altro break, in ragione del quale Medvedev ha potuto raggiungere lo score di 5-0. Il giocatore moscovita infine ha lasciato la vittoria di un solo game di battuta al tedesco prima di fare propria la frazione con un perentorio 6-1, conquistato il suo secondo torneo di categoria Masters 1000 in carriera.

[3]D.Medvedev b. [5]A.Zverev 64 61

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy