Tiafoe: “Contento di essere negativo al tampone. Ora devo rimettermi di nuovo in forma”

Dopo più di tre settimane dalla positività al tampone durante l’All-American Team Cup ad Atalanta, Tiafoe annuncia finalmente di essere risultato negativo al doppio tampone, dichiarando di voler tornare in forma. Riuscirà ad essere presente alla stagione sul cemento di casa?

di Diletta Tanzini

Dopo Djokovic, Dimitrov e Coric, si allunga, fortunatamente, la lista dei tennisti guariti dal Coronavirus: l’ultimo a dare la notizia del doppio risultato negativo del tampone è l’americano Frances Tiafoe. Il 22enne, infatti, era risultato positivo al tampone nei primi giorni del mese di luglio, dopo aver disputato una partita con Querrey nel corso dell’All-American Team Cup, il torneo di esibizione tutto americano organizzato a porte aperte ad Atlanta: dopo il test, Tiafoe era stato ovviamente allontanato dal torneo e si era posto in isolamento secondo protocollo, nonostante non avesse riscontrato gravi sintomi relativi al nuovo virus. Dopo più di tre settimane, è lui stesso ad annunciare via twitter di essere finalmente risultato negativo al tampone attraverso una foto che lo ritrae in palestra con il suo team, a cui l’americano ha aggiunto le seguenti parole: “Così felice di essere risultato doppiamente negativo al tampone e di poter tornare a lavoro con il mio team. è tempo di rimettersi di nuovo in forma”. Le poche settimane disponibili prima dei tornei americani basteranno a Tiafoe per tornare competitivo?

Proprio la positività di Tiafoe, dopo il grande caos accaduto all’Adria Tour, aveva riacceso le polemiche: il torneo di esibizione di Atlanta, infatti, dopo la positività del giocatore, non si era fermato, continuando a permettere anche la presenza del pubblico, seppur di molto ridotto. A ciò ha poi fatto seguito, a conferma della complicata situazione americana legata ai contagi, la cancellazione del torneo Citi Open di Washington: l’USTA, però, ha più volte ribadito che l’annullamento dell’evento è completamente indipendente dallo svolgimento del Master 1000 di Cincinnati e degli US Open, che continuano ad essere regolarmente in programma, dichiarandosi ottimista nel riuscire a mantenere le fondamentali condizioni di sicurezza e attenzione alla salute di tutti i partecipanti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy