Wta San Pietroburgo, primo turno: Roberta Vinci annienta Tereza Martincova

Roberta Vinci liquida Tereza Martincova con un doppio 6-2. Partita tatticamente perfetta della tarantina che ha mandato l’avversaria in totale confusione. Una vera e propria lezione di tennis. Julia Goerges ha la meglio in due set sulla greca Maria Sakkari. Eliminata Timea Bacsinszky, al rientro dopo un lungo stop per infortunio. La tennista svizzera ha ceduto nettamente alla qualificata Elena Rybakina, numero 450 Wta.

di Monica Tola

LEZIONE DI TENNIS DI ROBERTA VINCI – Primo set perfetto di Roberta Vinci. Tereza Martincova, tennista ceca numero 146 Wta (che nel ranking precede Roberta di una sola posizione) è stata mandata in totale confusione tattica dalla tennista tarantina. Ha disegnato tennis, Roberta Vinci che ha mosso a proprio piacimento l’avversaria. La Martincova ha dovuto fronteggiare palle giocate in modo sempre diverso da Roberta Vinci e ha perso ogni punto di riferimento: attacchi in controtempo, il rovescio in back profondo e senza peso che ha mandato fuori giri la ceca, il dritto incisivo che ha contribuito al dominio azzurro. Ha tenuto per un solo game, Tereza Martincova: il primo. A seguire cinque giochi consecutivi targati Vinci. Il doppio break (con servizi strappati all’avversaria nel terzo e quinto gioco) ha spianato la strada alla tarantina verso la chiusura del parziale, quando avanti 5-2 è andata in battuta. Servizio tenuto a zero e primo set in cascina. Concentrata e cinica nei momenti chiave, Roberta Vinci ha salvato due palle break nel secondo gioco del secondo parziale. Break mancato, break subito: Martincova cede a zero e l’azzurra nel terzo gioco è già avanti 2-1 e servizio. La tenuta mentale è un altro punto di forza della Roberta Vinci odierna. Se da un lato pasticcia con il dritto e concede 4 palle break, la tarantina le annulla una via l’altra, tra aces, discese a rete, scambi prolungati conclusi con accelerazioni improvvise. La vincitrice dell’edizione 2016 del torneo è avanti 6-2 3-1. Roberta Vinci approda senza problemi sul 4-2. Tereza Martincova ha corso tantissimo e ha le idee sempre più annebbiate dalle variazioni dell’azzurra. Arriva anche il secondo break, propiziato da due deliziosi passanti lungolinea di rovescio di Roberta. E’ 5-2 Vinci che serve per il match. Doppio 6-2 per Roberta in un’ora e 13 minuti di gioco. La tarantina centra la quarta vitttoria consecutiva, tra qualificazioni e main draw. Non accadeva dagli Us Open 2016. Al secondo turno ad attenderla c’è Julia Goerges che ha avuto la meglio su Maria Sakkari.

GOERGES IN DUE SET SU SAKKARI – Il primo set di Maria Sakkari è durato fino al 2-2. Julia Goerges fino a quel momento si era limitata ad amministrare i propri turni in battuta e lo ha fatto senza problemi. La tennista greca ha contenuto, finché ha potuto. Dal quinto gioco è partita la progressione della tedesca che ha allungato anche grazie alla complicità della Sakkari. Nel sesto game, l’ellenica era in battuta e avanti 40-0, ma ha rovinato tutto con due doppi falli che hanno spianato la strada al break della numero 12 del mondo. 4-2 Goerges che, galvanizzata, ha proseguito come un rullo compressore fino al 6-2. 17 a zero l’impressionante saldo dei vincenti a favore della teutonica che ha portato a casa l’88% dei punti quando ha tenuto la prima in campo. Basta un calo di Julia Goerges accompagnato da un leggero cambio tattico di Maria Sakkari che ha aggredito maggiormente, per procurare alla greca il primo break del match: è accaduto nel quinto game del secondo set. Ci ha messo certamente del proprio la tedesca, commettendo due doppi falli. E’ durato un attimo: il servizio di Maria Sakkari (che già nel quarto gioco era stata costretta a salvare una palla break) non è efficace come quello della tedesca e spesso la greca è stata costretta a forzarlo e sbagliare per evitare le risposte vincenti dell’avversaria. Il controbreak è immediato: 3-3. Non impeccabile, invece, in risposta la teutonica che non finalizza l’ennesima palla break concessa dalla Sakkari, che l’avrebbe potuta mandare 5-3 e in battuta per chiudere il match. Si procede ancora, con Julia Goerges in modalità ingiocabile sui propri turni in battuta e la Sakkari in scia e costantemente sotto pressione perché, seppure senza break di svantaggio, deve servire per rimanere nel torneo. Regge la prima volta e aggancia sul 5-5. La greca si salva anche nella seconda occasione, quando sul 6-5 Goerges è andata in battuta per allungare al tie break. Un match point sprecato dalla tedesca che ha sparacchiato fuori e perso la misura dei colpi e il jeu dècisif, appunto, deciderà tutto. Alcune risposte gettate via da Julia Goerges sulle seconde non proprio irresistibili della Sakkari, allungano fin troppo il tie break. Finisce 7-5 per la tedesca che ha avuto dalla sua la battuta. Il dato relativo al secondo set dice tutto: 100% dei punti incassati con la prima.

LE ALTRE PARTITE – Timea Bacsinszky non giocava un match da Wimbledon. Reduce da un infortunio e un intervento chirurgico ha pagato la lunga assenza dal campo. Netta la sconfitta rimediata dalla tennista svizzera per mano di Elena Rybakina, diciottenne qualificata russa numero 450 Wta. Passa al secondo turno anche Irina-Camelia Begu. La tennista rumena ha avuto la meglio su Andrea Petkovic, che ieri era stata sconfitta da Roberta Vinci nel turno decisivo delle qualificazioni ma è stata poi ripescata come lucky loser. La Begu era in controllo totale del primo set: avanti 4-1 con doppio break, ha subito la rimonta della tedesca che è riuscita ad allungare il parziale fino al tie break, dopo aver annullato 5 set point sul 5-4 e servizio Begu. Perso il tie break, Andrea Petkovic è crollata nel secondo parziale.

Risultati:

[5] J. Goerges b M. Sakkari 6-2 7-6 (5)

[Q] E. Rybakina b T. Bacsinzky 6-4 6-3

[Q] R. Vinci b [Q] T. Martincova 6-2 6-2

I. Begu b [LL] A. Petkovic 7-6 (5) 6-1

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy