Internazionali d’Italia, Binaghi: “Torneo a rischio senza aumento della capienza. Rimborseremo i biglietti di mercoledì”

Internazionali d’Italia, Binaghi: “Torneo a rischio senza aumento della capienza. Rimborseremo i biglietti di mercoledì”

Consueta conferenza stampa di fine torneo per Angelo Binaghi, presidente della Federazione Italiana Tennis. Vari punti toccati sugli Internazionali d’Italia, dalle strutture ai biglietti rimborsati

di Mattia Esposito

Come consuetudine vuole, a fine torneo, Angelo Binaghi, presidente della Federazione Italiana Tennis, ha parlato dell’edizione #76 degli Internazionali d’Italia. Diversi i temi affrontati da parte del dirigente cagliaritano: dalla struttura del Foro Italico, alla difficoltà nel gestire l’organizzazione del torneo italiano fino ai complimenti a Fabio Fognini e il movimento tricolore. Ecco le parole della conferenza tenutasi verso mezzogiorno presso la Sala Conferenze del Centrale del Foro Italico.

IL CENTRALE DEL FORO ITALICO- Angelo Binaghi parte subito da un tema affrontato a più riprese nel corso del torneo: la struttura del Foro Italico. Dopo la tanta pioggia di questa settimana, ci si è resi conto di quanto serva il tetto sul Centrale. “Ci sono due grossi problemi strutturali. Il primo riguarda la copertura del Centrale. Siamo sempre stati tagliati fuori e mai informati dalla Coni Servizi, che non ci ha mai coinvolto nel processo relativo alla realizzazione del tetto o della struttura del Foro.” Una richiesta della costruzione del tetto che è solo secondaria, considerando già la deroga Atp che tiene in vita il torneo:  “l torneo si gioca qui con una deroga dell’Atp che di norma per un Masters 1000 chiede un Centrale da almeno dodicimila posti. Il comune ha provveduto a modificare il bando: senza l’aumento della capienza rischiamo di perdere il torneo, dunque va ampliato il discorso oltre la questione tetto.” Un problema che si è potuto notare anche quest’anno, anche sui campi secondari non avendo la possibilità di accedervi agevolmente.

20170406183233-internazionali-bnl-2017

LA DURATA DEL TORNEO- Altro problema da affrontare, è la durata del torneo, viziata dal ruolo di intermezzo che gioca la Città Eterna tra Madrid e il Roland Garros. “Un altro problema è la durata del torneo, dura 7 giorni ed è subito successivo a Madrid. I migliori giocatori chiedono di giocare il mercoledì e andando avanti devono giocare un incontro al giorno tutti i giorni.” Un problema comune a più tornei: basti pensare ad esempio a quello di Parigi-Bercy, che aveva fatto richiesta di anticipare l’organizzazione considerando che viene spesso disertato.

LA QUESTIONE PIOGGIA- Quanto successo mercoledì con la pioggia ha evidenziato precarietà strutturali, ma anche di organizzazione decisa dai super advisor del torneo. Oltre ai problemi per i tennisti che hanno dovuto giocare anche doppi turni, è nata la questione del rimborso dei biglietti di mercoledì: “Rimborseremo i biglietti di quelle persone che non hanno potuto assistere agli incontri del mercoledì per i quali avevano acquistato i tagliandi. Pubblicheremo subito le condizioni per il rimborso, non potevamo farlo prima di oggi. Ora potremo avviare questa procedura che non andrà a inficiare il record d’incasso.”

FOGNINI E RITIRI- Gli unici ritiri post-pioggia, dopo le tante ore in campo, sono arrivati da parte di Roger Federer e Naomi Osaka, che quindi non hanno influito sui problemi organizzativi. Programmazione criticata dal #1 italiano Fabio Fognini, che poi è tornato sui suoi passi: “Vorrei lodare Fognini perché è difficile che una persona ammetta di aver fatto un errore. Lui è sulla strada giusta e continuerà a fare grandi risultati come dimostrato al Foro.”

Fabio-Fognini-Montecarlo-2019-foto-Roberto-DellOlivo

27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giancarlo Cruccas - 3 mesi fa

    Che pena!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonio Dore - 3 mesi fa

    Presuntuoso e incosciente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Perri - 3 mesi fa

    Vergognati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mare Der - 3 mesi fa

    Incasso record ma troppa gente e servizio scadente. Se non si riesce ad offrire un servizio di qualità meglio giocare da un’altra parte e costruire una struttura più capiente oppure l’alternativa sarebbe il downgrade del torneo a 500.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Gianfranco Cannavó - 3 mesi fa

    Che schifo di organizzazione di un torneo… devi solo chiedere scusa e dimetterti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Riccardo Andreetta - 3 mesi fa

    Non si capisce perché parli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Andrea Andreani - 3 mesi fa

    Vergognati !! Vergognati!! Vergognati !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Fabio Zappacenere - 3 mesi fa

    Che problema c’è?… se non potrà aumentare la capiena triplicherà il prezzo dei biglietti…. pagliacci!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Claudio Ragnini - 3 mesi fa

    Trmon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Enrico Sebastiano - 3 mesi fa

    Che merdone binaghi. Sono 20 anni che ruba stipendi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Che faccia !!!! Ho visto in tribuna anche due pidocchi ma……..ccia della mia regione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Ridicolo come sempre. Mafia capitale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Sergio Sportelli - 3 mesi fa

    Ecco bravo rimborsa, visto che mi son preso acqua tutto il giorno, non ho visto un punto, ho preso la febbre e non c’è uno straccio di buco dove ripararsi a parte due minuscoli baretti strapieni!! Vergognoso!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roberto Angeloni - 3 mesi fa

      Sergio Sportelli quello che affermo da tempo.. la gente dove si può fermare a fare break.. non c’è niente.. scandaloso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Stefano Edberg - 3 mesi fa

    Ehm ehm …. ammiro però la sua faccia tosta… l’avessi io a volte….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mattia Orlandi - 3 mesi fa

      Uno dei motivi per i quali non faccio politica attiva (non ne ho per niente)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Simone Tosto - 3 mesi fa

    La prima cosa da cambiare è Binaghi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mattia Orlandi - 3 mesi fa

      E anche la più improbabile: grazie alla crescita dei tennisti, i vari consiglieri lo faranno restare a vita

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mauro Gennari - 3 mesi fa

      crescita dei tennisti? A parte Berrettini? Non ho sentito una parola da questo individuo (e ovviamente nemmeno da Supertennis) ilgiorno della retrocessione in serie c delle ragazze di Fed Cup. Non si vede un ricambio che sia uno all’orizzonte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Simone Tosto - 3 mesi fa

      Sì come se fosse merito suo la crescita dei tennisti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Simone Tosto - 3 mesi fa

      Sì come se fosse merito suo la crescita dei tennisti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Mattia Orlandi - 3 mesi fa

      Simone Tosto No, ma è capace che si prenda gran parte di ciò

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Luciano Longo - 3 mesi fa

    Perché tutti questi componenti è una m….accia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Nicola Bassato - 3 mesi fa

    Va in pensione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Bruno Stefani - 3 mesi fa

    Che tristezza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Giovanni Serra - 3 mesi fa

    Ma va a cagare!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. ZorroSam Fogagnolo - 3 mesi fa

    Vergognoso personaggio

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy