Laver Cup seconda giornata: Europa in vantaggio 7-5 sul Resto del Mondo

Laver Cup seconda giornata: Europa in vantaggio 7-5 sul Resto del Mondo

La seconda giornata ha visto il team Europe e il team World vincere 2 incontri a testa: in singolare vincono Federer e Nadal rispettivamente su Kyrgios e Raonic. Il duo formato da Sock e Kyrgios mantiene ancora in vita le speranze del team World di vincere la prima Laver Cup.

di Redazione Tennis Circus

La prima giornata della competizione a squadre che vede fronteggiarsi il Team Europe (capitanato dall’undici volte vincitore Slam Bjorn Borg) e il Team World (con John Mcenroe come leader) si era conclusa 3-1 per l’Europa, grazie alle vittorie di Thiem, Tsitsipas in singolare, e di Federer e Zverev in doppio. L’unico punto del Team World era stato guadagnato da Jack Sock, a danno del nostro connazionale Fabio Fognini.

La giornata odierna si presentava ancora più delicata, in quanto ogni singola vittoria valeva 2 punti a squadra. Nonostante ciò, la situazione è rimasta invariata, con gli europei che mantengono un distacco di 2 punti sulla squadra del Resto del Mondo: 7-5. Vantaggio sicuramente colmabile, dal momento che l’ultima giornata di domenica prevede l’assegnazione di 3 punti per ogni singolo match vinto.

Il bilancio delle sfide di questo sabato è di 2 vittorie a testa: per il team Europe, Federer e Nadal hanno conquistato due vittorie molto importanti rispettivamente nei confronti del “bad boy” Nick Kyrgios e del canadese Milos Raonic. Il Resto del Mondo invece ha visto trionfare Isner e la coppia formata da Jack Sock e lo stesso Aussie Kyrgios. Ma procediamo con ordine.

ZVEREV-ISNER 7-6 (7-2), 4-6, 1-10. Il programma del Saturday si è aperto alle 13 con la sfida tra il giocatore del North Carolina John Isner e la promessa tedesca Alexander Zverev, ancora alla ricerca della sua identità in questo 2019, in cui ci sono state più ombre che luci. Per come si era messo il match nel primo set e mezzo, sembrava che il tedesco fosse tornato quello del 2017-2018. Nel primo set il tedesco ha ceduto solo 4 punti con la battuta, vincendo il tiebreak per 7 a 2. Il secondo set vede i due mantenere comodamente il proprio turno di servizio fino al nono game, quando Zverev si scompone e cede per la prima volta nel match il proprio turno di servizio. Il secondo parziale si conclude per 6-4. Il terzo set è una completa debàcle per il tedesco che viene sconfitto al supertiebreak per 10-1, commettendo doppi falli ed errori di rovescio che non rappresentano assolutamente il giocatore di Amburgo. Per cui Isner si aggiudica il primo match del giorno, conquistando 2 punti, issandosi sul 3 pari. Ancora qualcosa da registrare per Zverev, soprattutto dal punto di vista mentale.

FEDERER-KYRGIOS 6-7 (5-7), 7-5, 10-7. Il secondo match della sessione diurna tra Federer e Kyrgios non poteva non essere il più atteso, dato l’immenso talento e la varietà dei colpi dei due. Il primo set si conclude al tiebreak, vinto dall’australiano per 7-5: sono molti i rimpianti del giocatore elvetico in questo set: prima si era portato avanti 3-1, salvo poi farsi rimontare da Kyrgios; nel tiebreak Federer si porta avanti 4-0, tuttavia Kyrgios riesce a rimontarlo, conquistando il primo set al primo set point. Nel secondo set, appare abbastanza netto il calo fisico dello svizzero che perde quasi tutti i punti sugli scambi medio-lunghi, senza essere molto incisivo con il diritto e sbagliando parecchi rovesci in top (termometro della condizione fisica del padrone di casa). Tuttavia, non si vincono 20 Slam casualmente: Federer resiste, soffre, non si scompone e segue i consigli dell’amico-rivale Rafael Nadal, il quale gli suggerisce di accorciare gli scambi sotto i cinque punti. Kyrgios non ne approfitta e un po’ per demeriti suoi, un po’ per i colpi che lo svizzero cala al momento giusto, cede il secondo parziale con il punteggio 7-5. Il super tiebreak vede Roger galvanizzato: dallo 0-2 conquista un parziale di 8 punti a 1 e conclude il match sul 10-7 in suo favore. Il Team Europe si issa sul punteggio di 5-3.

NADAL-RAONIC 6-3, 7-6 (7-1). La sessione serale si apre con la sfida tra il maiorchino e il canadese, che si preannuncia da subito elettrizzante. Nel primo set Raonic conquista 8 palle break senza riuscire a convertirne alcuna. Allora Nadal ne approfitta e, strappando per due volte il servizio al canadese, vince il primo set per 6-3. Il secondo parziale appare più equilibrato, con Raonic che strappa il break a Rafa, salvo poi subire il controbreak nel game successivo. Arriva il fatidico tiebreak in cui Nadal domina il canadese e chiude per 7-1. Team Europe avanti 7-3.

NADAL/TSITSIPAS-KYRGIOS/SOCK 4-6, 6-3, 6-10. Molto affascinante è stata la sfida di doppio che ha concluso la seconda giornata della Laver Cup: il doppio formato da Nadal e dalla stella emergente Stefanos Tsitsipas contro il duo Jack Sock-Nick Kyrgios. Se questi ultimi decidessero di giocare insieme in doppio i tornei dello Slam, ci sarebbe da divertirsi: il giocatore del Nebraska Jack “Calzino” e l’aussie Nick danno vita ad uno spettacolo straordinario, in cui si sono alternate demivolèe e volèe vincenti. Ancora poco assodata la coppia formata dal greco e dalla spagnolo che hanno perduto al supertiebreak per 10-6. Con questa vittoria, il Team World rimane ancora a galla e rimonta lo svantaggio fino al 5-7.

Decisiva la giornata di domani che si aprirà con il match che tutti gli appassionati stanno aspettando: il doppio formato da Federer e Nadal contro Isner e Sock, programmato per le 12. Le altre sfide vedranno: Nadal opporsi alla sua nemesi Kyrgios, Federer contro “long” John Isner e infine Zverev contro Raonic. Ci sono tutti i presupposti per assistere a sfide emozionanti.

di Donato Marrese

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy