Osaka marca il territorio e conquista il Toray Pan Pacific Open

Osaka marca il territorio e conquista il Toray Pan Pacific Open

A distanza di ben 9 mesi la giocatrice nipponica torna a conquistare un trofeo, e lo fa nella sua città natale. Nulla ha potuto un’ottima Anastasia Pavljučenkova, sconfitta nell’atto finale con il punteggio di 6-2 6-3.

di Marco Tocci

Dopo un inizio di stagione strepitoso con la vittoria a Melbourne, l’ex numero 1 Naomi Osaka sembrava aver perso quella determinazione e voglia di competere che l’aveva portata a vincere due tornei del Grande Slam e il Premier Mandatory di Indian Wells: ebbene, a distanza di quasi 9 mesi la tennista giapponese raggiunge un altro traguardo importante conquistando il suo primo titolo Premier al Japan Women’s Open Tennis – vittoria sicuramente speciale per la giocatrice nipponica, poiché arrivata nella sua città natale.

Una nota di merito anche nei confronti di Anastasia Pavljučenkova, avversaria di Naomi nell’atto conclusivo della competizione: la russa ha infatti disputato un ottimo torneo, sconfiggendo giocatrici del calibro di Kerber e Bertens, per poi cedere all’Osaka con il punteggio di 6-2 6-3.

Che possa l’atleta giapponese tornare a guadagnare un po’ di fiducia necessaria per affrontare l’ultima parte della stagione?

 

22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Emanuela Filippi - 3 mesi fa

    E in classifica cosa cambia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Emanuela Filippi - 3 mesi fa

    E in classifica cosa cambia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Emanuela Filippi - 3 mesi fa

    E in classifica cosa cambia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Emanuela Filippi - 3 mesi fa

    E in classifica cosa cambia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Emanuela Filippi - 3 mesi fa

    E in classifica cosa cambia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Damiano Caravetta - 3 mesi fa

    Marca il territorio si dice degli animali non delle persone. Siete dei cazzo di idioti. D’altronde fate fate parte della gazzetta. Cosa aspettarsi dall’ignoranza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy