Troicki e il presunto contagio di Febbraio

Il tennista serbo è quasi sicuro di aver contratto il coronavirus già a Febbraio al torneo di Pune, India

di Lorenzo Marini, @marinilorenzo21

Secondo il tennista serbo sarebbero state due le volte in cui ha contratto il Covid. Come sappiamo, un mese fa ci fu l’exploit di contagi all’Adria Tour, tra i tanti che vi hanno preso parte anche Viktor Troicki (e sua moglie) sono poi risultati positivi al test.

Per Troicki i sintomi si fermarono alla perdita del gusto e dell’olfatto, invece per la moglie si manifestarono più sintomi e testata per prima alla sua positività venne testato anche il marito, altrimenti, fosse stato per lui non avrebbe fatto neanche il test per via del suo stato fisico ottimale che non presentava sintomi gravi.

Tennis Tenis
Davis Cup first round
Belgium v Serbia
Viktor Troicki v David Goffin
Charleroi, 02.01.2013.
foto: Srdjan Stevanovic/Starsportphoto ©

Ma per il serbo i sintomi ci furono mesi prima, a Febbraio, quando al torneo di Pune, in India, Troicki si ritirò perché, a detta sua, non si sentì mai così male e non riusciva neanche ad alzarsi dal letto: “Penso di aver avuto il Covid a Febbraio in India. Per una settimana non mi alzai dal letto e non mangiai. Allora il virus non era molto diffuso e non si processavano tanti tamponi come oggi, ma penso di aver avuto tutti i sintomi

Lui ne è (quasi) sicuro: “Penso di aver già attraversato il virus, per fortuna questa volta i sintomi non sono stati come allora e mi sono ripreso subito come anche mia moglie” conclude il nativo di Belgrado che esprime anche i suoi dubbi sulla ripresa della stagione tennistica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy