Nick Kyrgios polemizza su twitter “Vogliono giocare gli US Open a tutti i costi”

Il tennista australiano ha ripetutamente polemizzato su Twitter riguardo agli Us Open dicendo che gli Stati Uniti vogliono giocare in ogni caso il loro Slam, incuranti né dei problemi ancora in atto con il Covid, né delle rivolte che ci sono state. Anche Nadal e Djokovic non sono favorevoli.

di Anna Lamarina, @annalamarina

E’ ufficiale il Governatore di New York ha annunciato via Twitter la disputa dei prossimi US Open dal 31 agosto al 13 settembre, anche se a porte chiuse. La tensione a causa degli US Open fra i giocatori più in vista del tennis è diventata la questione più discussa del momento.

Uno dei tennisti più ribelli e bellicosi del circuito, l’australiano Nick Kyrgios non si è risparmiato sui social attaccando duramente  “L’ATP sta cercando di far giocare gli US Open a tutti i costi. È un atteggiamento egoistico a causa di tutto ciò che sta accadendo proprio ora -naturalmente l’aussie si riferisce al Covid19 ma anche alle rivolte (per la morte di Floyd ndr)- dobbiamo superare queste sfide prima di far ripartire il tennis”

Il bomber australiano ha poi ironizzato sempre su Twitter «Mi metterò una tuta protettiva quando lascerò l’Australia e mi preparerò per due settimane di quarantena quando tornerò».

Senza farlo apertamente anche Novak Djokovic, Rafa Nadal e Simona Halep, tra gli altri, hanno espresso i loro dubbi sul viaggiare per giocare agli US Open, il torneo infatti  consentirà ai giocatori  di avere a loro disposizione  solo un membro del proprio team in campo e proprio per questa ragione anche Serena Williams ha messo fortemente in dubbio la sua presenza.

 Il tennis maschile riprenderà comunque  il 10 agosto a Washington, mentre la settimana prima il Wta dovrebbe ricominciare a partire da Palermo e Charleston.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy