Guida alla Serie A1 maschile

Guida alla Serie A1 maschile

Assenti i campioni in carica del Circolo Canottieri Aniene; presenti invece giocatori del calibro di Bautista Agut e Fognini, giovani come Sinner e Musetti, e tanti altri italiani ma non solo. Le sedici squadre esordiranno domenica 13 ottobre.

di Antonio Sepe

Poco meno di un mese e scenderanno nuovamente in campo tanti tennisti che solitamente popolano i più importanti tornei del circuito Atp; questa volta, però, li ammireremo in altre vesti. Il tredici di ottobre, infatti, prenderà il via la Serie A1 maschile, che vedrà ben sedici squadre darsi battaglia per un posto nella finale, che l’anno scorso ha visto (stra)vincere il Circolo Canottieri Aniene, guidato dal semifinalista degli Us Open Matteo Berrettini, ai danni dei concittadini del TC Parioli. Quest’anno, purtroppo, la compagine romana non sarà ai nastri di partenza della competizione che l’ha vista trionfare negli ultimi due anni a causa di motivi logistici ed economici. Ciononostante, i nomi che figurano nell’elenco dei partecipanti sono tutt’altro che scontati: saranno presenti il vincitore di un Master 1000, un semifinalista slam e diversi giovani che si candidano ad occupare le posizioni di vertice del tennis mondiale in futuro.

Le sedici squadre sono divise in quattro gironi da quattro e disputeranno in totale sei match (andata e ritorno), prima di accedere alle fasi finali o allo spareggio per non retrocedere. Nessuna novità per quanto riguarda la formula degli incontri, caratterizzata dai classici quattro singolari e due doppi. Bando alle ciance, andiamo a scoprire le formazioni ed i gironi di questa Serie A1.

Roberto Bautista-Agut – New Tennis Torre Del Greco

Girone 1: TC ITALIA – MATCH BALL SIRACUSA – TC CREMA – SPORTING CLUB SASSUOLO

TC ITALIA: Non può che essere tra i favoriti il circolo di Forte dei Marmi, che può vantare tra le sue fila il tedesco Jan-Lennard Struff, Top 50 fisso e capace di raggiungere quest’anno il quarto turno al Roland Garros, il torinese Lorenzo Sonego, una delle tante rivelazioni azzurre di questo 2019, e Jannik Sinner, che ormai non ha bisogno di tante presentazioni. A questi nomi si aggiungono inoltre l’esperto Stefano Travaglia, il giovane Matteo Donati, rientrante dopo l’operazione al gomito destro, lo spagnolo Cervantes e “Filo” Volandri. I presupposti per fare bene ci sono, i giocatori anche: riuscirà a non tradire le aspettative il TC Italia?

MATCH BALL SIRACUSA: Il club siciliano, che vanta appena undici uomini in squadra, punta forte sul blocco spagnolo, rappresentato da Toledo Bague, Zapata Miralles e Taberner, sulla sicilianità di Massara e Ingrao ed infine sull’esplosività del tedesco Maden e del portoghese Pedro Sousa, da non confondere con Joao. I favori del pronostico non sono assolutamente dalla loro parte, ma attenzione ad una possibile sorpresa di questo girone.

TC CREMA: La punta di diamante della squadra lombarda non può non essere Paolo Lorenzi, che dopo una prima parte di stagione in salita, ha rispolverato la sua grinta da lottatore ed il suo istinto che lo porta a non mollare neanche un singolo 15, tanto da raggiungere il terzo turno agli Us Open, uscendo a testa alta solo contro Stan Wawrinka. Il tennista senese sarà affiancato da due vecchie conoscenze del circuito Atp, quali il kazako Golubev ed il rumeno Ungur. Occhio anche al giovane Samuel Vincent Ruggeri, giovane in rampa di lancio nonchè prodotto del vivaio.

SPORTING CLUB SASSUOLO: Tutti italiani i tennisti che figurano nelle fila del club emiliano, che non può schierare super campioni in rosa, ma si difende piuttosto bene con giocatori esperti e abituati a giocare a livello Challenger, come Napolitano e Dalla Valle, ed altri che si destreggiano alla grande negli Itf come Rondoni e Leonardi. Nel complesso, tanti nomi poco blasonati ma potenzialmente ostici. Da tenere d’occhio.

Questo primo girone si prospetta dunque piuttosto equilibrato in quanto, se da un lato c’è il TC Italia che appare oggettivamente superiore alle altre e si candida a lasciare le briciole agli avversari, dall’altro ci sono tre squadre che più o meno si equivalgono e che tenteranno di stupire ed emergere.

Jannik Sinner – TC Italia

Girone 2: TC PARIOLI – SPORTING CLUB SELVA ALTA – ATA TRENTINO – TC BOLOGNA

TC PARIOLI: Nella speranza di ripetere la finale dell’anno scorso, la squadra romana presenta una formazione piuttosto varia e di buon livello. Inevitabilmente spicca il nome di Bedene, affiancato da Quinzi e dall’esperto Zekic. Presenti anche il tennista di Ceprano Matteo Fago ed un ottimo doppista come Ante Pavic. Chiudono la rosa i ben undici prodotti del vivaio, dove non passa inosservato il nome di Flavio Cobolli, un giovane passato sotto traccia per via degli exploit dei suoi coetanei, ma di cui potremmo sentire parlare in futuro.

SPORTING CLUB SELVA ALTA: Ottimo livello anche per lo Sporting Club Selva Alta di Vigevano, che verrà rappresentato dagli azzurri Baldi, Marcora e Bega, autori di risultati degni di nota nei Challenger durante questo 2019, ma anche dal francese Hoang, capace di entrare tra i primi 100 del Ranking Atp, e dai veterani Ignatik e Ward. Presente anche il ceco Jaroslav Pospisil, ex numero 103 del mondo in singolare.

ATA TRENTINO: Sono tutti stranieri i nomi di maggior prestigio presenti tra le fila della squadra trentina, che potrà fare affidamento sull’austriaco Sebastian Ofner, il belga Kimmer Coppejans e Laurynas Grigelis, lituano ma di fatto adottato dal nostro paese. Per quanto riguarda gli italiani, ci saranno un cliente scomodo per gli avversari come Marco Brugnerotto e l’incognita Riccardo Bellotti, reduce da un delicato intervento e quindi ancora non al meglio.

TC BOLOGNA: State tranquilli: se doveste leggere che con il TC Bologna scenderà in campo un certo Novak non si tratterà del numero uno al mondo, bensì dell’austriaco Dennis Novak, grande amico di Thiem e, quest’anno, numero uno della squadra romagnola. I compagni di squadra dell’austriaco saranno Federico Gaio, attualmente numero 154 del mondo, il veterano Pedrini e il buon Pancaldi. Una compagine forse leggermente al di sotto delle altre, ma che non bisognerà sottovalutare.

Anche questo girone, almeno sulla carta, si rivela alquanto equilibrato anzi, a differenza del precedente, non c’è una squadra favorita sulle altre. Il TC Parioli forse parte di poco avvantaggiato vista la varietà della squadra e la lunga panchina sulla quale potrà contare l’allenatore, ma è più che lecito aspettarsi sorprese.

Gianluigi Quinzi – TC Parioli

Girone 3: PARK  TENNIS CLUB GENOVA – NEW TENNIS TORRE DEL GRECO – CTD MASSA LOMBARDA – SG ANGIULLI

TENNIS CLUB GENOVA: Fabio Fognini ma non solo ai nastri di partenza per la squadra ligure, che oltre al numero uno d’Italia, potrà contare sull’esperto Pablo Andujar, il quale potrà esprimere il suo miglior tennis sui campi in terra rossa di Via Zara, ma anche su tanti giocatori italiani di ottimo livello come Giannessi, Mager e Basso, passando per veterani come Bolelli e Arnaboldi fino al giovane Musetti. I giocatori ci sono, il roster è uno dei più completi e vari dell’intera Serie A1. Basterà per arrivare alle fasi finali?

NEW TENNIS TORRE DEL GRECO: Un top per specialità più tanti altri giocatori pronti a sudare per portare punti alla propria squadra. Il New Tennis Torre del greco quest’anno ha deciso di fare le cose in grande, tanto da affidarsi per il singolare al Top 10 Roberto Bautista Agut, semifinalista a Wimbledon e capace di battere in ben due occasioni Novak Djokovic quest’anno, e per il doppio al croato Skugor, Top 50 nonchè vincitore del Master 1000 di Montecarlo in coppia con il connazionale Mektic. Completano la squadra gli spagnoli Garcia-Lopez e Gutierrez Ferrol, l’austriaco Miedler ed i giovani azzurri Moroni e Brancaccio.

CTD MASSA LOMBARDA: Nessun top nella rosa del club della provincia di Ravenna, ma tanti ragazzi interessanti che potrebbero stupire. Oltre al cinese Zhang si punta forte sui prodotti del vivaio, non a caso ci saranno i giovani Samuele Ramazzotti e Julian Ocleppo ed il giovanissimo Lorenzo Rottoli. Difficile competere con le altre del girone, ma occhio a questa squadra, soprattutto in prospettiva.

SG ANGIULLI: Chiude il girone l’SG Angiulli, che in quel di Bari vedrà scendere in campo lottatori come l’ungherese Attila Balasz, che in stagione ha fatto finale a Umago, il croato Nino Serdarusic, discreto talento a livello Challenger, il beniamino di casa Andrea Pellegrino, molto utile anche in doppio essendone uno specialista, e lo spagnolo Oriol Roca Batalla, che sulla terra battuta è ostico come la maggior parte dei suoi connazionali.

Nonostante la presenza Bautista Agut, che però difficilmente scenderà in campo con regolarità, il Tennis Club Genova partirà favorito, seguito a ruota dalla squadra di Torre Del Greco, che comunque si candida ad essere una delle più complete dell’intera Serie A1. Leggermente indietro nelle gerarchie l’SG Angiulli, mentre chiude quest’avvincente girone il CTD Massa Lombarda, che tenterà l’impresa di mantenere la categoria.

Lorenzo Musetti – Tennis Club Genova

GIRONE 4: CT VELA MESSINA – TC PRATO – TENNIS CLUB VOMERO – CT MAGLIE

CT VELA MESSINA: A difesa dei colori del circolo messinese ci saranno l’argentino Marco Trungelliti e lo spagnolo Enrique Lopez Perez. I due tennisti accomunati dalla lingua spagnola giocheranno al fianco del “patriottico” Salvatore Caruso, autore di un 2019 degno di nota e molto motivato a scendere in campo per la sua Sicilia. Chiudono una rosa piena di soluzioni l’esperto Gianluca Naso ed i giovanissimi fratelli Tabacco.

TC PRATO: Tante opzioni anche per il Tennis Club Prato, che quest’anno tenterà di difendersi dalle avversarie con l’innesto del bulgaro Kuzmanov e dello slovacco Horansky – entrambi giocatori validi e capaci di destreggiarsi piuttosto bene a livello Challenger – oltre ad una nutrita schiera di tennisti italiani pronti a dare battaglia. Tra questi figurano Jacopo Stefanini, Matteo Trevisan ed il diciottenne Emiliano Maggioli. Presente anche Facundo Arguello.

TENNIS CLUB VOMERO: Risponde a tono all’ottima campagna acquisti del New Tennis Torre del Greco, l’altra squadra campana, il Tennis Club Vomero di Napoli, che controbatte con un roster di tutto rispetto. Ben cinque infatti tra ex ed attuali Top 100 sono tesserati con il club napoletano. Nonostante qualcuno sia un po’ in calo come Haase o Leo Mayer, si tratta comunque di giocatori con esperienza che in passato hanno sfidato i migliori del mondo con una certa costanza. Gli altri nomi che spiccano sono Fabbiano, Copil e Gimeno-Traver. Si aggiungono a questa lista anche Di Nicola e Ferreira Silva.

CT MAGLIE: Chiude il girone il CT Maglie, che schiererà come numero uno il bielorusso Gerasimov, semifinalista questa settimana a San Pietroburgo. Sempre stranieri gli altri nomi di spessore del club leccese, che potrà fare affidamento sul tedesco Torebko e sui giovani Sels e Blancaneaux, rispettivamente olandese e francese, entrambi buoni giocatori a livello Challenger in questa stagione. Chiudono le danze Erik Crepaldi, che metterà a disposizione tutta la sua esperienza internazionale, Giorgio Portaluri ed il classe 2001 Mattia Bellucci.

Difficile individuare una favorita in questo gruppo dove le sorprese sono dietro l’angolo. Sulla carta il Tennis Club Vomero potrebbe avere i favori del pronostico in virtù della varietà dei giocatori che può schierare, ma attenzione alla sicilianità di Caruso che rischia di contagiare i suoi compagni di squadra e portare in alto il club messinese. Bene anche il TC Prato ed il CT Maglie, che sicuramente potranno dire la loro.

Ecco i link con tutte le informazioni riguardo la Serie A1 maschile (fonte Federtennis.it):

Gironi Serie A1 maschile 2019

Dettaglio squadre Serie A1 maschile 2019

Regolamento campionato Serie A1 2019

Circolo Canottieri Aniene – campioni in carica Serie A1
19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Niccolò D'Onofrio - 3 settimane fa

    Come mai tennisti dal calibro di Fognini, Bautista Augut ecc. disputano la serie A1?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Niccolò D'Onofrio - 3 settimane fa

    Come mai tennisti dal calibro di Fognini, Bautista Augut ecc. disputano la serie A1?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Massimiliano Betti - 3 settimane fa

    Ti prego leggi i nomi Damiano Iacomacci

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy