Atp Finals: straordinario Nadal, riemerge da una situazione disperata e supera Medvedev in rimonta

Atp Finals: straordinario Nadal, riemerge da una situazione disperata e supera Medvedev in rimonta

Il campione iberico ha annullato un match point nel corso del terzo set, sul punteggio di 5-1 in favore del proprio avversario, per poi dare vita ad una rimonta incontenibile ed imporsi in occasione del tie break decisivo.

di Federico Gasparella

Nitto ATP Finals 2019

Gruppo Agassi

[1]R.Nadal b. [4]D.Medvedev  6-7(3) 6-3 7-6(5)

La cronaca –  La contesa si è sviluppata all’insegna dell’equilibrio nel corso della frazione inaugurale. Le fasi preliminari hanno visto i due giocatori indugiare in una fase di studio, all’interno della quale si sono confrontati a dei ritmi non particolarmente intensi. Nel tentativo di conoscere le reciproche impostazioni tattiche hanno praticato frequenti variazioni durante gli scambi, soprattutto Nadal, il quale spesso ha eseguito lo slice di rovescio. In seguito i due contendenti hanno iniziato a praticare un tennis più vivace e a liberare i colpi con maggiore disinvoltura. In questa maniera hanno dato vita ad una lunga serie di duelli intensi. A parte il settimo game, dove lo spagnolo ha dovuto annullare una palla break sul 30-40, i due non hanno praticamente mai rischiato all’interno dei rispettivi turni di battuta, supportati nella maggior parte dei casi da una prima palla eseguita in modo efficacie. Specie Medvedev, che dalla seconda metà della frazione in poi non ha concesso alcun punto allo spagnolo di risposta. Il parziale si è infine risolto al tie break. Dopo un avvio bilanciato il tennista moscovita ha realizzato una serie di manovre altamente spettacolari e dagli esiti favorevoli, con cui ha potuto distanziare lo spagnolo in modo inesorabile ed imporsi alla fine per 7-3. La reazione di Nadal non si è comunque fatta  attendere. Già nel game di apertura si è guadagnato il primo break della gara. Anche successivamente è riuscito a mantenere elevato il proprio rendimento nei diversi aspetti del gioco e a consolidare il vantaggio. Di contro Medvedev si è espresso con meno lucidità, tanto da risultare in molte circostanze impreciso, a causa probabilmente di un calo di tensione. Sul punteggio favorevole di 5-3 l’iberico ha costretto il suo avversario a consegnargli il servizio per la seconda volta ed il parziale del pareggio. La terza partita ha visto emergere il tennista russo fin dalle fasi iniziali e prendere il completo controllo sulla partita. La sua capacità di non commettere errori e di ribaltare a proprio vantaggio anche le situazioni più complesse hanno fatto la differenza. In breve tempo Medvedev ha raggiunto il punteggio di 4-0, con due break di vantaggio. Successivamente lo spagnolo non ha saputo porre in essere la benché minima reazione, rischiando di perdere ancora una volta il servizio al quinto gioco e trovandosi ad affrontare una palla match sul punteggio di 5-1. Dopodiché Medevedev ha potuto servire per il match, ma non è stato in grado di cogliere l’occasione, finendo per cedere un contro break. Nadal ha poi ha conservato il game di battuta e si è portato ad un solo game di distanza dal suo avversario. Quest’ultimo, in preda alla tensione, ha fallito anche la seconda possibilità di chiudere il confronto con il proprio servizio. Nadal galvanizzato dalla rimonta riuscita ha difeso la battuta agevolmente ed ha superato l’avversario. Medvedev si è quindi aggrappato al servizio per portare il confronto al tie break, all’interno del quale però nulla ha potuto di fronte alla caparbietà del campione spagnolo nel voler fare propria la sfida, consegnando dei punti fondamentali nelle fasi cruciali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy