Finale di doppio inedita alle Atp Finals di Londra

Wesley Koolhof e Nikola Mektic affronteranno Jurgen Melzer e Edoard Roger – Vasselin, rispettivamente n. 5 e 7 del seeding, per il trofeo Nitto ATP Finals che si disputa, ancora per quest’anno, alla O2 Arena di Londra.

di Redazione Tennis Circus

Wesley Koolhof e Nikola Mektic affronteranno Jurgen Melzer e Edouard Roger – Vasselin, rispettivamente n. 5 e 7 del seeding, per il trofeo Nitto ATP Finals che si disputa, ancora per quest’anno, alla O2 Arena di Londra. È il primo confronto diretto tra le due coppie, protagoniste di un eccellente torneo, che arrivano a giocarsi un trofeo assegnato l’anno scorso alla coppia francese Herbert/Mahut che sconfissero un anno fa in finale Klaasen/Venus in due set, 6-3,6-4. Anche in quell’occasione in finale arrivarono le testa di serie n. 5 e 7 del tabellone.

Wesley Koolhof e Nikola Mektic raggiungono la finale dopo aver sconfitto la forte coppia Marcel Granollers/Horacio Zeballos 6-3, 6-4 nella giornata di ieri. I vincitori del gruppo ‘Mike Bryan’ hanno giocato una partita perfetta, priva di errori, servendo sette aces col 65% di prime e il 68% di seconde ottenendo 60 punti contro i 44 dei quotati rivali. Nel primo set Koolhof e Mektic hanno giocato con aggressività, mostrando ottimi riflessi a rete ottenendo due palle break sul 4-3 nel primo set, trasformate alla prima occasione con un ‘lob’ ben giocato da Koolhof chiudendo poi il parziale a 15 con il servizio a disposizione. Il break nel terzo game del secondo set si è rivelato decisivo a favore di Koolhof e Mektic i quali , mantenendo ben salda la concentrazione e il vantaggio ottenuto, archiviano il secondo parziale e il match col punteggio di 6-4 guadagnandosi l’ambito posto in finale. Wesley Koolhof a fine gara ha affermato: “Finora stiamo raggiungendo quasi tutti gli obiettivi che ci siamo prefissati a inizio anno. Il primo obiettivo era giocare qui, poi giocare la nostra prima finale del Grande Slam, qualificarci dal gruppo qui e ora siamo in finale. Finora è stata una settimana da sogno. Manca solo la ciliegina sulla torta, siamo pronti per festeggiare“, ha detto il doppista olandese. Il compagno di doppio Nikola Mektic analizza la vittoria appena conseguita: “Abbiamo giocato davvero bene. Fin dall’inizio siamo stati molto concentrati. Non abbiamo commesso errori. Non abbiamo dato loro alcuna possibilità“, ha detto il doppista croato.

Melzer e Roger-Vasselin hanno dovuto recuperare in semifinale un set di svantaggio a Rajeev Ram e Joe Salisbury, n. 2 del seeding. Sono partiti subito bene portandosi avanti di un break, ma Ram e Salisbury hanno rapidamente pareggiato il punteggio sul 2-2 prima di conquistare il primo parziale al tie-break (7-4). Melzer e Roger-Vasselin, nel secondo set, dopo aver perso il servizio in apertura, hanno alzato il loro livello per riaprire la partita e riescono a brekkare due volte gli avversari chiudendo il secondo set col punteggio di 6-3. Succede poi l’incredibile nel tie-break decisivo quando Melzer e Roger-Vasselin recuperano da 1-7 sotto e finiscono per aggiudicarsi la partita 11-9 al terzo, in poco meno di due ore. Roger-Vasselin a fine gara svela di aver trovato la strada giusta nei giorni scorsi: “Abbiamo parlato prima del torneo di Sofia la settimana scorsa che il nostro atteggiamento doveva essere molto migliore perché a volte, quando eravamo sotto di un set o in difficoltà, non reagivamo come dovevamo e allora abbiamo lavorato molto sull’aspetto mentale, essere sempre positivi e aiutarci a vicenda. Penso che sia stata la svolta perché abbiamo vinto due partite incredibili già nel girone e siamo arrivati in finale. È decisamente sorprendente. Jurgen ed io siamo molto contenti di giocarci la finale, combatteremo su ogni punto“, conclude Roger – Vasselin. Il compagno di doppio Jurgen Melzer si mostra anch’esso particolarmente entusiasta della finale raggiunta: “Cerco di divertirmi il più possibile perché domani è la mia ultima partita da vero tennista professionista. È un po’ triste, ma è una grande occasione per me di concludere in bellezza la mia carriera agonistica. Essere nella finale delle’ Nitto ATP Finals’ è semplicemente fantastico. Non me lo sarei mai sognato se mi avessi detto dopo gli US Open che saremmo arrivati in finale qui alla fine dell’anno, non ci avrei mai creduto“, ha detto Melzer.

Nicola Devoto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy