Australian Open donne: Serena e Pliskova ai quarti, Lucic-Baroni nella storia

Australian Open donne: Serena e Pliskova ai quarti, Lucic-Baroni nella storia

La Williams conquista i quarti ai danni di un’ottima Strycova. Prosegue anche il cammino di Karolina Pliskova e Johanna Konta. Infine la croata Lucic-Baroni centra un risultato storico.

Commenta per primo!
Tutto come previsto a Melbourne. Serena Williams , che punta a ritornare sul tetto del mondo, si sbarazza della ceca Strycova in due set e approda nei quarti dove incontrerà la britannica Konta. Karolina Pliskova elimina la beniamina di casa Gavrilova; tra lei e la semifinale c’è ora solo la croata Lucic-Baroni  che, dopo 18 anni, torna nei quarti di finale in uno Slam.
S.Williams – B.Strycova
Un’ora e cinquanta minuti di gioco. Tanto è servito ad una Serena tanto determinata quanto ancora in balia di sempre più rari passaggi a vuoto per battere Barbora Strycova. Match combattuto, soprattutto nel primo set. Sia la ceca che la campionessa statunitense non appaiono brillanti al servizio ma una Serena, al solito più veloce dell’avversaria a cogliere le opportunità offerte, riesce ad incamerare il primo set dopo un’ora di gioco il cui livello è spesso altalenante. Secondo parziale che Serena apre con piglio, e qualità di gioco, assolutamente  diversi. La Strycova regge l’urto dell’americana sino al quarto game, quando arriva il break. I giri di Serena sono decisamente troppo alti per la volenterosa Barbora e i quarti sono l’approdo naturale per una Williams più decisa che mai a riprendersi lo scettro di numero 1.
J.Konta-E.Makarova
Pochi problemi per la britannica Johanna Konta , la cui solidità lascia poco o nulla alla russa Makarova.  Primo set che è un monologo della nativa australiana. Conquistato il break in apertura , Johanna domina il campo contro un’avversaria spaesata. Nella seconda frazione la mancina Ekaterina imbastisce una ottima reazione. E’ lei a brekkare e salire con autorevolezza sino al 4-1. Ma è qui che la solidità mentale della Konta entra in gioco. Ritmo altissimo ed audace gioco sulle righe sono il mix che risulterà letale per la russa.
K.Pliskova -D.Gavrilova
Troppo grande il divario  esistente  tra le due giocatrici per mettere seriamente in dubbio il passaggio ai quarti della finalista degli scorsi US Open. Una Pliskova efficacissima al servizio ha ragione di una Gavrilova “leggerina” e poco sagace tatticamente. Dasha , infatti, quasi mai riuscirà a muovere l’avversaria al fine di crearle qualche difficoltà. La ceca, dalla sua comfort zone, spedirà vere e proprie bombe all’indirizzo della russa naturalizzata australiana che termina con onore lo Slam di casa.
M.Lucic-Baroni- J.Brady
Due favole tennistiche si affrontano in questo ottavo. Da una parte la veterana crotata e dall’altra la vera sorpresa del torneo. A spuntarla è la Lucic-Baroni che dopo diciotto anni torna in quarto di finale Slam. L’ americana ventunenne Brady, che ha dalla sua notevoli margini di miglioramento, impensierisce  Mirjana nel solo primo set. Confronto tutto imperniato sulla diagonale del dritto dove, con facilità, la Lucic-Baroni trova tempi e velocità di mano giusti per disinnescare il particolare lift della Brady. Nel secondo set infatti, questo tema tattico porterà la croata a dominare e chiudere senza troppi patemi.
Risultati:
[2] S. Williams b. [16] B. Strycova 7-5 6-4
[9] J. Konta b. [30] E. Makarova 6-1 6-4
M. Lucic-Baroni b. [Q] J. Brady 6-4 6-2
[5] K. Pliskova b. [22] D. Gavrilova 6-3 6-3
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy