La meravigliosa dedica di Simona Halep a coach Cahill dopo essere diventata n. 1

La meravigliosa dedica di Simona Halep a coach Cahill dopo essere diventata n. 1

La nuova primatista mondiale ha ringraziato con splendide parole il suo coach che l’ha aiutata a raggiungere questo traguardo e con cui era tornata a lavorare dopo un periodo di rottura.

Simona Halep sta vivendo uno dei periodi più belli della sua carriera: uno dei suoi due traguardi più importanti (l’altro è vincere uno Slam) finalmente si è avverato. Da quella ‘famigerata’ finale persa al Roland Garros, Halep è stata più volte a un passo dalla vetta, ma non ci è mai riuscita, tanto da sembrare una maledizione. Ora che Simona è diventata la quinta numero uno del 2017 e la 25esima dell’era Open Wta, la rumena si sente in dovere di ringraziare il suo coach Darren Cahill, ex coach di Lleyton Hewitt e Andre Agassi, che l’ha aiutata a raggiungere un simile traguardo.

Simona Halep grata a Cahill: “Tornare con lui dopo la rottura è stata la cosa migliore per me”

La collaborazione fra Simona e Darren, iniziata nel 2015, certo non è stata tutta rose e fiori: quest’anno, durante il torneo di Miami, Simona aveva deciso di rompere il sodalizio con Cahill, ma poi si è quasi subito pentita e ha chiesto scusa all’allenatore australiano: “La rottura con Cahill nel post Miami è stata la lezione più grande per me. Sentivo di aver fatto qualcosa di sbagliato, mi sono scusata e ho fatto di tutto per riportarlo nel mio staff. Ho imparato tanto da quell’errore”. Ora Simona, pochi giorni dopo essere diventata n. 1, dedica al coach – con il quale intende restare per il resto della sua carriera – delle bellissime parole sul suo profilo Instagram:

“Dopo 5 giorni [da quando sono diventata numero uno] vorrei condividere questo successo con te. Diventare n. 1 è stato un sogno che ho avuto sin da quando ho iniziato a giocare a tennis. Ora è tutto vero e le mie parole non bastano per dirti come i sento, cosa mi sento. So che ora restarci sarà molto difficile, ma è proprio per motivi come questi che continuo a lavorare e a giocare a tennis: perché so ogni giorno è una sfida. E vorrei ringraziarti, Darren, per aiutarmi a superare ogni ostacolo dal 2015. Sei il miglior coach! Ora è tempo di andare a Singapore: un’altra sfida è alle porte… Spero di passare bellissimi giorni lì!”.

simoda

I coach nel mirino: Darren Cahill

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rosario Occhipinti - 2 mesi fa

    Nicholas Cage…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Maria Covaci - 2 mesi fa

    Brava.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy