David Goffin: “Federer? Mi colpisce il suo immenso amore per il tennis”

David Goffin: “Federer? Mi colpisce il suo immenso amore per il tennis”

Riproponiamo l’intervista del portale francese TennisActu al tennista belga David Goffin, che domani incontrerà il suo idolo Roger Federer. Ovviamente ha parlato anche di lui…

Vi proponiamo l’intervista a David Goffin da parte del portale TennisActu, direttamente a Melbourne.

David Goffin, il primo set nella partita contro Thiem si può definire un set perfetto?

No, non è stato il set perfetto. E’ solo che mi sono trovato a mio agio in campo. Fin dall’inizio ho iniziato bene essendo aggressivo. Ho tenuto i piedi sulla linea di fondo, non troppo indietro per non soffrire la sua pesantezza di palla. Ha funzionato molto bene fin dall’inizio. Ha fatto alcuni errori. Ma Dominic Thiem è un grande giocatore e sapevo che avrebbe reagito già dall’inizio del secondo set, colpa un po’ anche mia, dove ho avuto un calo di tensione. Lui, subito è andato sopra 3-0. Dopo è diventato una vera e propria lotta di nervi, mentale, ma anche fisica. Su entrambi i lati, abbiamo lottato colpo su colpo. C’era una buona intensità, ed è stato un match molto bello credo.

Com’è per te trovare ora Roger Federer?

É un match in cui non ho nulla da perdere, in un grande campo, naturalmente. Ovviamente la Rod Laver Arena. Sarà un grande grande match. Come ho già detto, cercherò di continuare così. Per passare i quarti, non c’è niente da fare, devi battere giocatori come questi, Top 10, Top 5, per cercare di andare oltre. Ecco perché giocho a tennis, e voglio solo questo: giocare contro i migliori giocatori del mondo. Naturalmente è un onore giocare contro Roger Federer, ma cercherò comunque di batterlo. 

Hai avuto più volte l’opportunità di allenarti con Roger Federer. Che ti ha portato al tuo gioco?

E’ un giocatore che ama giocare a tennis. E’ come un bambino. Lui lo ama e si vede. E’ molto professionale. E’ interessante vedere tutti gli esercizi che fa. Mi ha portato un sacco di cose al mio gioco. Ma cerchiamo di prendere qualcosa da tutti i migliori. Ecco come progrediamo. Quello che mi colpisce di più di Roger è il suo amore per il gioco, per il tennis. Tennisticamente, è il suo gioco in avanti, quando gioca in avanti, con il suo dritto. Servizio, dritto e gioco a rete … E’ molto, molto forte.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy