Un ottimo Milos Raonic lotta, ma a spuntarla è Robo-Nole!

Un ottimo Milos Raonic lotta, ma a spuntarla è Robo-Nole!

Ad aprire le danze, nella prima semifinale degli Internazionali BNL d’Italia, sono il serbo Novak Djokovic ed il canadese Milos Raonic.
Dopo un match di buon livello, nonostante alcuni alti e bassi, a spuntarla è stato il serbo… In che modo? Leggete la cronaca! di G.Lupi

Ad aprire le danze, nella prima semifinale degli Internazionali BNL d’Italia, sono il serbo Novak Djokovic ed il canadese Milos Raonic.
Dopo un match di buon livello, nonostante alcuni alti e bassi, a spuntarla è stato il serbo… In che modo? Leggete la cronaca!

PRIMO SET

Nole Djokovic al servizio. In apertura di match, il serbo annulla due palle break, procurandosene altre due sul punteggio di 2 pari, quando si issa sul 15-40. Milos Raonic, grazie alla sua arma migliore, il servizio, è artefice di 3 Ace che consentono lui di mantenere la battuta. Sul 3 pari il canadese risale dallo 0-30 grazie ad un pesantissimo dritto nei pressi della linea laterale. Nel decimo game Raonic annulla due palle break non consecutive con un ace ed un ricamo a rete al termine di un game durato più di 10 minuti. Dopo un dritto vincente del canadese, Djokovic scaglia rabbiosamente la racchetta sulla terra rossa di fronte ad uno stadio gremito e va sotto 5-4. Il serbo è passivo, e dal 30-0 subisce l’ aggressività dell’ avversario che si procura addirittura un set point. Raonic spreca sulla seconda di Djokovic, che si carica e trova il 5 pari. Dopo un’ ora e due minuti si va cosi giustamente al tiebreak. Djokovic parte bene, conquistando il mini-break immediatamente e volando sul 3-0 grazie ad un passante da circoletto rosso, come direbbe Tommasi. Raonic tiene i due servizi, accorcia sul 2-3 ed incredibilmente piazza 6 punti consecutivi chiudendo il set con una prima vincente sul 7-5.

SECONDO SET

Il serbo all’inizio del secondo parziale salva ben 3 palle break in 2 turni di servizio. Raonic sembra essersi sciolto rispetto al primo set, maggior fluidità nei movimenti, incursioni a rete niente male ed un servizio che diventa man mano micidiale. Il servizio del serbo al contrario non fa male al gigante canadese che dal canto suo continua a scagliare prime di una potenza unica. Ogni game è diventato ormai una lotta all’ultima goccia di sangue. Sul 2-1 Djokovic recupera da 40-15, ed al terzo tentativo oltraggia il servizio di Raonic piazzando il break seguito da un urlo liberatorio. Il canadese però non molla, e con un game in risposta straordinario piazza l’ immediato controbreak. Da rivedere la smorzata vincente di rovescio sul 30 pari. I servizi tornano a dominare ed anche il secondo set si decide al tiebreak. Sono ben 42 i vincenti del canadese alle porte del 26esimo game. Come nel primo set Novak si porta sul 2-0 per poi cedere 3 punti di fila. Djokovic stavolta è concentrato, tiene duro, e sul 5-4 risponde ad una prima missile di Raonic chiudendo con un dritto in avanzamento. Il primo set point è quello buono. Il canadese sbaglia e si va al terzo set dopo oltre 2 ore e 20 minuti.

TERZO SET

Dopo un thriller-tiebreak conclusosi per 7 punti a 4 in favore di Novak Djokovic, sotto un tiepido sole romano, l’atmosfera inizia a farsi più calda di quanto già non lo sia. Raonic ha sprecato l’occasione d’oro oppure saprà rifarsi?
Il serbo sembrerebbe optare per la prima ipotesi: subito break in apertura per Nole che inesorabilecontinua la sua striscia positiva, issandosi con un game a zero, sul 2/0.
Raonic però non demorde e con caparbietà porta a casa il suo turno di servizio, procurandosi ben 2 palle break in quello successivo, prontamente annullate da Djokovic che mantiene il vantaggio: 3/1.
I due giocatori seguono l’ordine di battuta in un match che via via sta perdendo di interesse ed intensità di gioco. Raonic da fondocampo non è più incisivo come nei due precedenti set, mentre Djokovic, nonostante qualche errore di troppo, sembra ormai aver preso il sopravvento, portandosi sul 4/3.
Un piccolo passaggio a vuoto nell’ottavo game consente al canadese di procurarsi un’ulteriore palla break, ma neanche in questo caso riesce a capitalizzare.
Novak si issa così sul 5/3 e con un game a zero porta a casa l’incontro con il punteggio di 6/7 7/6 6/3.

In finale troverà Rafael Nadal o Grigor Dimitrov, in programma non prima della 20 di questa sera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy