Wta Lugano: il titolo è di Elise Mertens

Wta Lugano: il titolo è di Elise Mertens

Terzo titolo in carriera per Elise Mertens che, grazie a un ottimo piano tattico, ha disinnescato la potenza di Aryna Sabalenka. Best ranking per entrambe: domani la belga sarà numero 17 del mondo. Aryna Sabalenka entra in top 50 e si attesta al numero 47.

di Monica Tola

Terzo titolo in carriera per Elise Mertens che, dopo la doppietta centrata a Hobart si aggiudica il Wta International di Lugano. Vittoria in due set su Aryna Sabalenka. Match tatticamente molto accorto della tennista belga che ha disinnescato la potenza dell’avversaria con palle senza peso. Best ranking per entrambe: domani Elise Mertens sarà numero 17, mentre Aryna Sabalenka enterà in top 50, attestandosi al numero 47.

PRIMO SET – Un primo set nel quale Elise Mertens ha prevalso perché è scesa in campo con un disegno tattico. Far giocare sempre un colpo in più ad Aryna Sabalenka, variare il ritmo pur cercando di non perdere campo e tenere la giusta profondità. La bielorussa è caduta nella trappola tesa da Elise Mertens e i limiti della tennista bielorussa si sono visti tutti quando al servizio non ha potuto contare sulla prima per chiudere immediatamente o in uscita, con lo schema battuta-dritto. Emblematici, poi, alcuni errori, in particolare quando la bielorussa è stata chiamata nei pressi della rete: uno smasch fuori misura, un disastro su una palla priva di peso, uno slice in avanzamento decollato. Elise Mertens è andata in vantaggio di un break nel terzo gioco: Aryna Sabalenka ha piazzato poche prime ed è stata punita. 2-1 per la belga che ha consolidato sul 3-1. Aryna Sabalenka ha poi agganciato sul 3-3, centrando il controbreak nel sesto game, grazie a un momento di perfezione in risposta. La bielorussa ancora nei guai, con due palle break cancellate nel nono gioco, con il servizio. Il break belga era nell’aria ed è arrivato nell’undicesimo gioco: un doppio fallo, un rovescio fuori di metri e uno in rete per Aryna Sabalenka, un rovescio imprendibile di Elise Mertens e 6-5 per la belga. Al servizio per portare a casa il set, la numero 20 del mondo non ha fallito. 7-5, con 15 vincenti e 18 gratuiti per la bielorussa. 5 winners e 4 non forzati per la Mertens. Dati che mostrano quanto Elise Mertens sia stata brava a difendersi e convertire l’inerzia degli scambi. Specie quando si sono allungati.

SECONDO SET – Aryna Sabalenka in difficoltà fin dall’avvio della seconda frazione. Un doppio fallo e un rovescio inguardabile, hanno condotto la belga al break. Elise Mertens pur senza produrre un gioco trascendentale è stata in controllo, grazie anche agli errori in risposta della bielorussa. Infastidita e mandata fuori giri dalla profondità delle palle leggere di Elise Mertens, Aryna Sabalenka ha rischiato seriamente il 4-1 belga con doppio break. La tennista di Minsk si è salvata ancora una volta con il servizio ed è rimasta in scia sul 2-3. Il 4-2 belga è arrivato, mentre il contatore dei gratuiti faceva segnare oltre 30 non forzati della bielorussa, mentre Elise Mertens era sotto i 10. Un’ora e 22 minuti di gioco, e Elise Mertens  5-2, con doppio break al servizio per il terzo titolo in carriera. Turno in battuta perfetto e coppa agguantata.

Risultato:

[2] Elise Mertens b A. Sabalenka 7-5 6-2

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massimiliano Gregorio - 8 mesi fa

    Grande Mertens

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Silvia Motroni - 8 mesi fa

    Se queste tenniste boom boom imparassero che si può tirare anche un po’ meno forte ma più preciso, forse non perderebbero tante occasioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy