Australian Open: Murray per stupire, Djokovic vuole vincere

Australian Open: Murray per stupire, Djokovic vuole vincere

Andy Murray e Novak Djokovic. Due caratteri opposti, un’intenzione comune, vincere. Andiamo a sentire le loro dichiarazioni in vista dell’inizio dell’Australian Open.

A meno di ventiquattro ore dall’inizio del primo Slam stagionale, due degli osservati speciali, Novak Djokovic ed Andy Murray, devono far fronte alle aspettative di tifosi ed addetti ai lavori.

Chi deve cominciare la stagione cercando di riscattare un 2014 decisamente sotto tono è senza dubbio il britannico Andy Murray, il quale si è già lamentato del sorteggio, piuttosto difficile, che lo vede impegnato in maniera teorica con Grigor Dimitrov agli ottavi di finale e Roger Federer nei quarti:
“Ovviamente, un sorteggio difficile. Molto difficile. E’ molto duro da commentare. Se devi giocare contro tutti questi giocatori, ovviamente non è facile uscirne. Sono consapevole di questo, in questi eventi del genere spesso ci sono sorprese. E perciò devi solo aspettare e vedere con chi giocherai turno per turno”.

Murray, intervistato e stuzzicato sull’argomento, ha anche dato una sua opinione su Nadal, che nei giorni scorsi ha dichiarato di non essere ancora pronto a conquistare il titolo: “Sono certo che se gli si dicesse adesso che andrà in semifinale, sarebbe contento. Viene da infortuni duri, sarà molto interessante vedere come procederà il suo torneo”.

Per quanto riguarda invece i cambiamenti effettuati nello staff, Murray, che ha licenziato sia Dani Vallverdu che il preparatore atletico, ha dichiarato:
“Non è stata una cosa strana, bensì  positiva. Quando le cose non vanno bene, non c’è un’atmosfera positiva e non è buono per nessuno. Quando si cambia e tutti lavorano insieme, le cose diventano migliori. Gli ultimi due mesi per me sono stati già molto buoni”.

Chi in Murray crede fortemente è il capitano di Coppa David britannico, Leon Smith. Lo scozzese ha le idee ben chiare in testa, per lui c’è un solo favorito, proprio lui, Andy: “E’ in gran forma, colpisce davvero bene la palla, cercherà di andare avanti il più possibile e credo che abbia buone chances di vincere il titolo. Negli ultimi mesi della stagione Andy ha giocato tantissimo e tutto ciò ha contribuito a far crescere la sua condizione e soprattutto la sua fiducia”.

Sarà reale il pronostico di Leon Smith e di tenniscircus, che ha auspicato una finale a sorpresa tra Andy e Raonic ? Starà al campo dare i primi riscontri, con Murray che, molto contento della condizione dei campi dell’Australian Open, esordirà contro l’indiano Bhambri.

Altro personaggio attesissimo è il numero uno al mondo Novak Djokovic, il quale lo scorso anno uscì ai quarti contro il futuro campione Stanislas Wawrinka. Una grande chance quella di Nole per incrementare ancora in classifica sugli inseguitori e portarsi a casa l’ennesimo trionfo. Tuttavia, dei problemi di stomaco potrebbero dare qualche fastidio al favorito numero uno:

“Gli ultimi due giorni sono stati un po’ duri ma adesso sto bene e sono pronto a giocare. Ho avuto dei problemi di stomaco, ma già a Doha li avevo avuti. Adesso va tutto bene” ha dichiarato Nole che ha confermato quanto i campi siano più veloci quest’anno: “Credo che già lo scorso anno il campo fosse più rapido. Ho parlato con altri giocatori che mi hanno confermato questa sensazione. E’ uguale per tutti ed è per questo che arriviamo una settimana prima, appunto per provarlo. Il fatto che qui io abbia vinto tante volte mi dà la fiducia necessaria per credere di poter andare avanti nel torneo. So di dover giocare bene, non penso alle fasi finali, ma mi concentro sul mio primo turno contro Bedene che conosco molto poco”.

Infine, un pensiero per Del Potro, costretto a dare forfait:  “Mi dispiace molto. E’ una grande perdita per il torneo, è una grande giocatore e una bella persona. Gli infortuni sono dei grandi nemici per degli atleti professionisti. L’anno scorso, anche io ho sofferto di un problema al polso, non grave come il suo, ma so quanto fastidioso possa essere. Spero che si rimetta presto.”

Djokovic è il favorito numero uno, anche secondo un illustre personaggio, Pat Cash.
“Direi che Djokovic sia il favorito per l’Australian Open. Penso che anche la maggior parte della gente la pensi come me. Già lo scorso anno ha giocato bene, non ha vinto, ma ha ben impressionato. E comunque vincere Wimbledon lo scorso anno è stato per lui un grandissimo successo”. Da non sottovalutare però neanche le sorprese: “Ogni giocatore col vento e col caldo a Melbourne può mettere in difficoltà il numero uno al mondo. Abbiamo visto quanto successo con Nishikori a New York.
Ad ogni modo, dovessi scommettere, lo farei su Nole”.

E probabilmente, Cash non sarebbe l’unico a farlo. Sarà Nole a vincere in Australia, oppure una sorpresa come Murray?
Aspettiamo il verdetto del campo, che, come al solito, sarà l’unico insindacabile.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy